Cronologia del ventennio fascista

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Cronologia del ventennio fascista

Messaggio  Admin il Sab 04 Lug 2009, 18:53



Cronologia: Italia – Mussolini - Fascismo

1915

L’anno 1915 si apre con sanguinosi scontri fra interventisti e neutralisti.
I comizi e le dimostrazioni di Mussolini, Corridoni, D’annunzio s’incrociano con quelli dei neutralisti, provocano disordini, feriti e persino morti.

GENNAIO (1915)
14 - Il Governo italiano rifiuta le offerte straniere di soccorso per il terremoto della Marsica, che ha danneggiato 373 comuni e ucciso 30.000 persone.
18 – Riunita a Firenze, la direzione del Partito Socialista riafferma il principio della neutralità assoluta.
24 – Ordine del giorno, che auspica la guerra contro l’Austria, approvato a Milano dal Congresso Nazionale dei Fasci d’Azione interventista.

FEBBRAIO (1915)
08 – Grandi ed entusiasmanti dimostrazioni interventiste in molte Città d’Italia, particolarmente davanti a Montecitorio.
25 - Scontri violenti tra socialisti e forza pubblica a Milano e Reggio Emilia con morti e feriti.
27 - Il Governo Salandra vieta tutti i comizi.

MARZO (1915)
05 - La Camera approva il disegno di legge per la difesa dello Stato, disegno che tra l’altro, prevede l’espulsione dall’Italia di molti stranieri sospetti di spionaggio.
22 – A Milano, in occasione della Commemorazione delle Cinque Giornate grande dimostrazione interventista.
28 – Imponente dimostrazione interventista a Roma, in occasione del Congresso della >.
31 – Grandi dimostrazioni interventiste a Milano e conflitti coi socialisti e i neutralisti

APRILE (1915)
07 – In occasione dell’arrivo di Peppino Garibaldi, grande dimostrazione interventista a Genova. Per l’arrivo del generale francese Pau le dimostrazioni si ripetono a Roma
08 – Richieste territoriali italiane presentate all’Austria.
11- Dimostrazioni interventiste a Torino, Milano, Roma, Napoli, Firenze e in cento altre città italiane. Mussolini, arrestato a Roma, viene rimesso in libertà dopo alcune ore di detenzione.
16 – Il Governo austriaco dichiara inaccettabili le richieste italiane.
20/26 – Mentre avvengono tumulti nel Trentino e a Trieste per il reclutamento austriaco e dimostrazioni patriottiche e interventiste si svolgono in tutta Italia, si firma a Londra il trattato per l’intervento dell’Italia nella guerra.

MAGGIO (1915)
09 - Dimostrazioni ostili accolgono Giolitti a Roma, i dimostranti occupano Montecitorio.
12 – D’Annunzio accolto trionfalmente a Roma. Grandi dimostrazioni interventiste in tutta Italia.

16 - Il Re non accetta le dimissioni di Salandra (Capo di Governo) presentate il giorno 13. Dimostrazioni popolari a favore del Ministro Salandra. Voto dell’Associazione della Stampa a favore dell’intervento. Imponenti dimostrazioni a Roma e a Napoli.
21 - Approvazione del disegno di legge per i pieni poteri da parte della Camera con 407 voti favorevoli, 74 contrari, 1 astenuto: il Senato vota all'unanimità. L'Austria interrompe i servizi con l'Italia. A Trieste si proclama la legge statutaria. Vittorio Emanuele III rispose ad una imponentissima dimostrazione popolare al Quirinale, sventolando il Tricolore e gridano >.
23 - Dichiarazione di guerra dell'Italia all’Austria- Ungheria. - L'Imperatore d'Austria, nel suo proclama al popolo, accusa l'Italia di slealtà e tradimento.
24 – Entusiastiche dimostrazioni patriottiche in tutta Italia da parte del popolo. Le truppe italiane avanzano sul fronte. Occupando città e territori.
25 – Le truppe italiane occupano l’Altissimo di Monte Baldo e avanzano nel medio Isonzo. Scambio di telegrammi augurali fra il Re d'Italia, i sovrani d'Inghilterra, Russia, Belgio e il presidente della Repubblica francese.
27 – Gli Italiani entrano ad Ala.
28 – Grandi dimostrazioni in Francia, Inghilterra e Russia per l’intervento dell’Italia.

GIUGNO (1915)
01 – Le truppe italiane occupano il Costone del Monte Nero.
05 - In Tripolitania i soldati italiani lasciano, Sinauen.
09-12 - Presa di Monfalcone, Gradisca, Plava e Passo della Volata.
18 – Occupata cima Palombino. Il Presidio di Tarhuna viene massacrato. Eroici e vittoriosi combattenti nella zona del Monte Nero e sul Ciglio del Carso a Monfalcone.
24 – occupazione di Globina e della cima dello Zellenkoffel.

LUGLIO (1915)
1-15 - In Tripolitania l'Italia sgombera Jefren, Giado, Nalut, Zuara, Zavia, Agizia, Zlibena, e Sirte, mentre le truppe al fronte conquistano la Tofana nell’alto Boite, la cime di Falzarego, i passi di Venorocolo e di Brizio e intensificano sempre più l’offensiva sul Carso.
15-31 – Attacco italiano su tutto il fronte dell’Isonzo; nuova avanzata nelle zona del Monte Nero; Conquista del Bosco Cappuccio e di trincee a San Martino del Carso; Conquista dei Monti Sei Busi e Palagosa e vittoriosi Combattimenti a San Michele.

AGOSTO (1915)
1 - 15 - In Tripolitania l'Italia sgombera Misurata e Gadames; Al fronte conquista il trincerane della Conca di San Michele e sul mare affonda i sommergibili austriaci > e >.
15-20 – Conquista di forti posizioni a Tolmino.
21 - Il Governo italiano dichiara guerra alla Turchia.
21-31 – Conquiste di Monte cucla, della Testata di Valle Strino, del Borcole, del Passo di Lago Scuro, del Corno Bedole, del Rombon, della Cima Cista.

SETTEMBRE (1915)
2 – La guerra infuria e il bersagliere Benito Mussolini parte per il fronte.
2-15 – Le truppe italiane conquistano il monte Chiadenis, respingono violenti attacchi a Tolmino, sul Carso, nel Trentino e nella Carnia, avanzano in Cadore e nel Passo di Monte Croce di Complico.
16 – Convegno italo-francese a Villa d’Este di Cernobbio.
17-30 – Occupazione del Passo del Cevedale e della Sulden-Spitz:
OTTOBRE (1915)
1 - 30 - L'Italia sgombera quasi tutti i presidi in Pirenaica:dichiara la guerra alla Bulgaria mentre le nostre truppe occupano Monte Palone, la Conca di Bezzecca ed avanzano eroicamente in Val Terragnolo, sul Sabotino, a Podgora, sull’Altissimo a Santa Lucia di Tolmino, in Val di Ledro, a nord di Doberdò, sul Vodil, nel Mirali, sul Col di Lana e sul San Michele, respingendo eroicamente i massicci attacchi nemici.

NOVEMBRE (1915)
1-30 Le truppe italiane occupano il villaggio di Zacora, il Col di Lana, il monte Sief e l’Oslavia.
- Benito Mussolini viene ricoverato all'Ospedale di Cividale e successivamente a quello di Treviglio.

DICEMBRE (1915)
1- 4 Le nostre Truppe avanzano su tutti i fronti: san Martino del Carso, Santa Maria di Tolmino.
04 - Voto di fiducia al Governo con 405 voti favorevoli, 48 contrari, 1 astenuto.
12 - La camera concede il voto di fiducia al Governo per la seconda volta con 391 voti contro 40 e 1 astenuto.
16 – Un corpo di spedizione di 50 mila uomini sbarca a valona ed occupa Durazzo.
30 – Gli italiani conquistano il Dosso Alto.

1916

GENNAIO (1916)
1 – 31 La guerra divampa micidiale su tutti i fronti; di terra, di mare e di cielo. Le Truppe italiane si comportano eroicamente.
Continuano furiosi combattimenti nella zona di Oslavia.

FEBBRAIO (1916)
1-8 – Violenti combattimenti sull’Uadi Scilò in Somalia.
09 – L’esercito serbo viene portato in salvo dalle truppe italiane.
20 – Violenti scontri ad Auia in Somalia.
23 – Furioso attacco austriaco alle nostre posizioni di Durazzo.

MARZO (1916)
1-10 – Aspri combattimenti sull’Isonzo.
17 – Occupazione della posizione del Gellwand, nell’Alto Dogna. Violenti scontri con acquisti, perdite e riconquiste di parecchie importanti posizioni.
19 – Nuovo voto di fiducia al Ministero Salandra con 394 voti contro 60 e 1 voto astenuto.
27 – Scontri a Bulo Burti e a Dubbo in Somalia.

APRILE (1916)
1-30 – Attacchi e contrattacchi nemici respinti dalle nostre Truppe, con le conquiste della posizione di Sant’Osvaldo, del Passo della Sentinella, del Passo di monte Fumo, del Crozzon di Fargorida, del Crozzon di Lares, dei Passi di Lares e Cavento.
23 – Voto di fiducia al Governo Salandra con 352 voti favorevoli, 36 contro, 1 astenuto.

MAGGIO (1916)
1-13 – Aspri combattimenti su tutti i fronti.
15 – Ha inizio la grande offensiva nemica: incomincia il ripiego delle nostre truppe.
17-19 – Damiano Chiesa è preso prigioniero a Castel d’Angelo è fucilato nel Castello di Trento.
19 – Le nostre truppe rioccupano Zuara in Tripolitania.
19-31 – Perdita del Col santo e della Zugna Torta, di Cima Vezzena, di Cimon d’Arsiero e del Mosciacche.

GIUGNO (1916)
1-30 – Violenti scontri sul Cengio, sullo Spil e a Nord di Foza, sul Lemerle, sullo Zovetto, Val Frenzela e Marcesina.
12 – Dimissioni del Ministero Salandra.
19 - L’On. Paolo Boselli forma il nuovo Ministero.
29 – l’offensiva italiana si rivela pressante ed energica su tutto il fronte; per la prima volta il nemico attacca adoperando i gas asfissianti.

LUGLIO (1916)
01 – Voto di fiducia al Ministero Boselli.
1-31 – Violentissimi attacchi nemici respinti dalle truppe italiane che avanzano vittoriosamente sul Pasubio, in Val Campelle, su tutto l’Altipiano conquistando Monte Corno, Monte Seluggio, Monte Pasubio e le forti posizioni della Tofana 1° e dell’Alto Boite.
12 – Impiccagione di Cesare Battisti e di Fabio Filzi al Castello di Trento.
Continua l’avanzata delle truppe che conquistano il passo di Rolle in Val Travignolo, il Monte Cimone e la Forcella di Bovia.
31 – Nazario Sauro cade prigioniero degli austriaci.

AGOSTO (1916)
1-31 – Le truppe italiane sfondano il Bastione dell’Isonzo: entrano in Gorizia; vittoriose su tutti i fronti conquistando numerosi posti avanzati e molti trinceramenti sul Carso. Combattimenti in Tripolitania e in Albania. La Italia dichiara guerra alla Germania.
10 – Impiccagione a Pola di Nazaro Sauro.

SETTEMBRE (1916)
1-30 – Continua aspri combattimenti in Albania e in Tripolitania. Sul fronte Austro-Ungarico le truppe italiane respingono i violenti attacchi nemici conquistando le posizioni ad Est del Vallone sul Carso, l’Altura di San Grado e la Cima Cardinal.

OTTOBRE (1916)
1-31 – Le truppe italiane occupano Tepeleni e Argirocastro in Albania. Violenti scontri con le truppe dell’Impero Austro-Ungarico che portano alla conquista del Colbricon, del Cosmagnon, di Villarosa e del Dente del Pasubio

NOVEMBRE (1916)
1-30 – Strepitosa avanzata delle truppe italiane sul Carso.
21 – Mentre le avanguardie dell’Esercito italiano sono al cospetto di Trieste muore a Vienna l’Imperatore Francesco Giuseppe.

DICEMBRE (1916)
1-31- Mussolini dal fronte di Doberdò scrive: > .
09 – Voto di fiducia al Ministero Boselli. La Camera respinge la mozione pacifista dei socialisti.
30 – L’Intesa respinge le proposte tedesche di trattare la pace. Mentre l’Esercito italiano avanza e scrive le più belle pagine di gloria, in Italia si alza la voce della sovversiva che reclama la pace.

1917

GENNAIO (1917)
05 – Il Governo estende l’obbligo militare alle classi 1974 e 1975 e decreta che tutti i nati dopo il 1981 passino in zona di guerra.
06 – Si apre a Roma la Conferenza Interalleata.
13 - Cattura dei sommergibili austriaci e >.
16 – Combattimenti a Belet Uen in Somalia e a Gelida e a Agelat in Tripolitania.
18 – Aspri combattimenti tra Vipacco e Castagnevizza.

FEBBRAIO (1917)
10 – Attacchi nemici respinti a Santa Caterina e su molti altri punti del fronte.
23 – Mussolini rimane ferito gravemente dallo scoppio di un proiettile a quota 144, viene trasportato all’Ospedale Militare di Ronchi.
28 – La Camera respinge una mozione pacifista dei socialisti.

MARZO (1917)
3-4 – Attacchi nemici respinti ripetutamente ad est della Vertoiba e sulla Costabella.
08 – Sua Maestà Vittorio Emanuele III visita l’Ospedale di Ronchi e s’incontra per la prima volta con Mussolini.
09 – Assalti e contrattacchi nemici respinti a Vertoiba e sulla Costabella.
15 – Convegno segreto a Ginevra.
17 – La Camera vota la fiducia al Ministero Boselli con 369 voti contro 23.
Violentissimo attacco nemico respinto alla Valletta di Coalba, in Val Sugana.
23 – Convegno segreto al castello di Laxemburg.
26 – Le nostre truppe respingono violentissimi attacchi nemici sul Carso, tra il Frigido e il Dosso Faiti.

APRILE (1917)
03 – Benito Mussolini dall’ospedale Militare di Ronchi viene trasferito a quello di Milano.
06 – Entrata in guerra degli Stati Uniti d’America.
Il ministro Camandini visita Mussolini all’Ospedale di Milano e gli porta il saluto e gli auguri di tutti i ministri.
16 – Il Convegno Nazionale dei Socialisti Riformisti , su proposta dell’on. Bissolati, inizia i suoi lavori salutando Benito Mussolini.
19 – Convegno Interalleato a San Giovanni di Moriana.

MAGGIO (1917)
15 – Le truppe italiane conquistano quota 383, la cresta di Monte Cucco e del Vodice.
16 – Conferenza parlamentare interalleata a Roma.
17-31 – Violentissimi contrattacchi nemici respinti sul Vodice, a nord del Monte Santo, sul Pasubio, ad est di Gorizia, sul Carso, nel Trentino, e in Carnia. Le valorose truppe italiane sfondano le poderose linee nemiche da Castagnevizza al mare, oltrepassano Bosco e Lucati e prendono Jamiano; oltrepassano il Timavo e prendono S. Giovanni.
L’on. Canepa visita Mussolini all’Ospedale di Milano.

GIUGNO (1917)
1-11 – Attacchi e contrattacchi nemici si susseguono con alterne vicende di perdite e riconquiste di Dosso Faiti e dell’Ortigara.
12 – Crisi del Gabinetto Boselli in seguito al contrasto di alcuni ministri sul protettorato italiano sull’Albania.
16 – La crisi ministeriale si risolve con la sostituzione dei ministri della Guerra e della Marina e con l’istituzione del Ministero Armi e Munizioni.

LUGLIO (1917)
06 – Unanime voto di fiducia del Senato al Ministero Boselli.
12 – La Camera vota la fiducia nel ministero Boselli con 273 voti favorevoli, 53 contrari.

AGOSTO (1917)
01 – Papa Benedetto XV lancia il famoso appello di pace ai Capi delle Potenze belligeranti.
10 – Mussolini viene dimesso dall’Ospedale Militare di Milano.
17-31 – Le truppe italiane lanciano una grande offensiva da Tolmino al mare, passano l’Isonzo, superando la prima linea nemica, conquistando Fratta e Sommer; respingono Monte Santo e l’Altipiano della Bainsizza

SETTEMBRE (1917)
01 – Violentissimi attacchi nemici respinti sul San Gabriele, nel Carso, da Castagnevizza al mare. Conquista di nuove posizioni nel Vallone di Brestoizza, sulla Bainsizza e a nord-est di Gorizia.
7-9 – Scontro di Tuebia Gargusa in Tripolitania. Occupazione di Zauzur. Aspri combattimenti a Msciasta.
10-30 – Attacchi nemici respinti nella Bainsizza, a nord di Gorizia e sul San Gabriele. Sanguinosi scontri a Suani Ben Adem in Tripolitania.

OTTOBRE (1917)
1-15 – Le truppe italiane mantengono tutte le posizioni nonostante il micidiale fuoco nemico.
16 – I neutralisti lanciano un’offensiva per la riapertura Camera: Ordine del giorno socialista contro il Ministero respinto con 228 voti contro 31.
18-23 – Attacchi nemici respinti nell’Alto Avisio, a nord del Passo di Monte Croce di Complico, tra il Pal Grande e il Pal Piccolo, sul monte Granuda, a Monte Piana fino al Lago di Misurina.
23-31 – Grande offensiva austro-tedesca sul fronte dell’Isonzo che cede nella stretta di Saga; perdita di Plezzo e dell’Altipiano di Bainsizza: è la tragedia di Caporetto. I neutralisti collaborano col nemico proclamando scioperi ed agitazioni. Dimissioni del Ministero Boselli. Il nemico , nonostante l’accanita eroica resistenza italiana, sfonda l’ala destra del fronte Giulio e penetra nel suolo italiano. Nell’assumere il Ministero, Orlando invoca la più energica ed intrepida resistenza ad oltranza.

NOVEMBRE (1917)
1-5 – Attacchi nemici contrastati valorosamente dalle truppe italiane sul Tagliamento, nelle Giudicarie, in Val giumella e in Val Daone.
6-7 – Il nemico forza il passaggio del Tagliamento a nord di Pinzano;rompe in diversi punti la resistenza e passa. Le truppe italiane si ritirano in Carnia ; ripiegano dietro la Livenza; sgomberano il Cadore.
08 – Cadorna sostituito da Diaz nella carica di Capo di Stato Maggiore.
10-15 – Le truppe italiane passano il Piave; perdono e riprendono il Gallio e il Monte Ferragli sull’Altipiano di Asiago; respingono ripetutamente attacchi nemici in Valsugana e sull’Altipiano di Asiago, dal Ledro al Garda.
16-30 – Forze nemiche s’infiltrano nelle Grave di Papadopoli e a Grisolera.
Violentissimi e sanguinosissimi attacchi nemici respinti sull’altipiano, al Monte Tomba, Monfenera, Monte pertica, tra Brenta e Piave, Mollette e Col della Berretta. Le truppe italiane dopo validissima resistenza sono costretti ad abbandonare alcune posizioni avanzate. Intanto si smistano in molte città d’Italia i profughi delle Regioni occupate. Benito Mussolini, a mezzo del > e con comizi, rincuora i soldati e smaschera e sferza a sangue i disfattisti.

DICEMBRE (1917)
1-21 – Violentissimi attacchi nemici si incontrano con l’accanita, cosciente ed eroica resistenza delle nostre truppe alle Molette, a Val Brenta, a sud di Gallio, a Col della Berretta, a Col dell’Orsa, a Monte Spinoncia, a Val Calcino, a Colle Caprile, Monte Asolone, Monte Solarolo, Monte Spinarez.
22 – La Camera vota la fiducia al Governo con 345 voti contro 50.
22-31 – Aspro combattimento con alterna fortuna su tutto il fronte nel quale si immolano le migliori vite di tutti e due eserciti.

1918

GENNAIO (1918)
1-10 – Mentre sempre nuovi attacchi nemici vengono respinti dalle valorose truppe italiane, si riuniscono a Roma, in congresso, i rappresentanti di tutte le nazioni soggette alla Monarchia Austro-Ungarica.
10-30 – L’Esercito italiano riprende l’iniziativa e attacca su tutti i fronti: conquista le posizioni dell’Asolone, da Casera Celotti e Casera delle Fratte, Monte Val Bella, Col del Bosco, Cima d’Echele e Monte Cimone. Viene nominata la commissione d’inchiesta per la disfatta di caporetto.
L’Esercito nemico respinto in ogni attacco.

FEBBRAIO (1918)
1-10 - Bombardamenti aerei su parecchie grandi città italiane.
11 - Ciano, D’Annunzio e Rizzo compiono l’ardita impresa di Buccari.
23 – Alla Camera voto di fiducia al Ministero Orlando con 340 voti contro 44.
28 – Il tribunale di Roma condanna per disfattismo i socialisti Lazzari e Bombacci.

MARZO (1918)
03 – Protesta degli italiani di Fiume per l’Esclusione di quella città dal trattato di Londra.
20-30 – Accaniti combattimenti tra le paludi di Caposile con schiacciante superiorità da parte delle nostre truppe.

APRILE (1918)
08 – Convegno a Roma i rappresentanti delle Nazionalità soggette all’Austria con l’intervento di rappresentanti italiani, inglesi, francesi e americani.
26 – La Camera approva la proroga della legislatura.

MAGGIO (1918)
02 – Si riunisce il Consiglio di Guerra interalleato ad abbeville.
08 – Firma del trattato di Bucarest tra la Romania e le Potenze centrali.
9-21 – Violentissimi attacchi nemici respinti e conquista di Monte Cornò, dei trinceramenti dell’Asolone, di Monte Spinoncia.
24 – In tutta Italia si celebra solennemente l’anniversario dell’entrata in guerra. Tutte le nazioni alleate festeggiano il 24 maggio in onore dell’Italia.
26 – Le truppe italiane conquistano il Monte Zigolon, il Costone delle Marocche, la linea di presena, il Passo di Montecello e le posizioni nemiche di Caposile.

GIUGNO (1918)
01 – Si riunisce a Versailles il Consiglio supremo di guerra interalleato.
10 – Affondamento della corazzata nemica . Luigi Rizzo e Giuseppe Aonzo compiono la coraggiosa impresa adriatica.
12 – Riapertura della Camera. Massiccia offensiva sferrata sul fronte italiano dalle truppe austriache contrastata dalle nostre valorose truppe.
15 – Inizia la battaglia del Piave. Gli eroici soldati italiani conseguono una strepitosa vittoria sul nemico che ripassa il Piave.
19 – sul cielo di Montello muore l’asso dell’aviazione Francesco Baracca.
20-30 – Vittoriosi combattimenti a Cavazuccherina: sanguinosi attacchi nemici respinti a Cima Cady e sul costone di Ponticello.
Le truppe italiane occupano il pianoro tra Piave e Sile, la testa di ponte di Caposile, il monte Valbella, il Col di Rosso e le pendici meridionali del Sasso Rosso.

LUGLIO (1918)
1-4 – Il valoroso esercito italiano passa di successo in successo sul Piave, a Chiesa Nuova e a Cavazuccherina: conquista Col d’Echelle e Colle di Miglio.
05 – Felicitazioni del Consiglio Supremo interalleato per la grande vittoria del Piave.
6-31 – Clamoroso successo delle truppe italiane nelle battaglie dell’Asolone, del Basso Piave, del Cornone e del Due Pini; ovunque il nemico è ricacciato indietro con gravissime perdite. I soldati conquistano monte Stabel e Corno di Cavento.

AGOSTO (1918)
03 – Le truppe italiane riconquistano Quota 703 del Dosso Alto.
10 – Gli italiani conseguono straordinari successi a Monte Sisemol e su altre posizioni nemiche.
14 – Conquista del Montello, della Punta S. Matteo e del Costone a sud-est di Cima Zigolan.

SETTEMBRE (1918)
04 – A Roma il Congresso socialista approva un ordine del giorno con cui s’impone al gruppo parlamentare una più energica opposizione alla guerra.
9-15 – Tutti i contrattacchi nemici vengono respinti con gravi perdite, con cattura di prigionieri e di ingente bottino. Conquistate le posizioni nemiche della zona dell’Asolone e lo sbarramento di grottella in Val Brenta.
17 – Ripetutamente respinti i contrattacchi nemici sul Grappa.
18 – l’Austria propone di aprire negoziati di pace.
23 – Combattimenti a Gasr Tellil in Tripolitania.

OTTOBRE (1918)
01 – Elogi e manifestazioni in onore dell’esercito italiano nell’inghilterra, in Francia e in America.
02 – Bombardamenti sulla base navale di Durazzo compiuti dalla marina italiana. Riapertura della Camera.
5-6 – combattimenti a Gemil in Tripolitania e a Maamura.
24 – Ha inizio, accompagnata da un’intenso bombardamento su tutto il fronte, l’ultima offensiva italiana, detta di Vittorio Veneto. Tutti i disperati contrattacchi nemici vengono rintuzzati r i reparti annientati.
25 – Conquista di Monte Pertica e Valderoa: riconquista delle Grave di Papadopoli.
27 – Le truppe italiane superano il Piave , nonostante la tenace resistenza nemica, e marciano verso il Monticano.
30 – I soldati italiani avanzano vittoriosamente, dall’Altipiano al mare, entrano in Consigliano. Il Comando Supremo austriaco chiede l’armistizio.
L’esercito italiano continua nella sua marcia vittoriosa: conquista le cime del Grappa, Asiago, Sacile, Oderzo, Feltre, Livenza. Entusiasmante proclama di Diaz alle truppe, inviate a persistere per la vittoria finale. Primi contatti con i delegati austriaci a Villa Giusti per udire le condizioni imposte dall’armistizio. Fiume, con voto plebiscitario proclama l’annessione al Regno d’Italia.

NOVEMBRE (1918)
1-3 – Le ultime resistenze nemiche vengono annientate. Le nostre truppe occupano Belluno, Portogruaro, Rovereto, Trento Trieste e Udine.
3 – Alle ore 18,20 si firma a Villa Giusti, presso Padova, l’armistizio Italo-Austriaco e si sospendono le ostilità su tutti i fronti austro-ungarici.
4-31 – I Comuni dell’Istria chiedono di far parte dell’Italia. Le truppe italiane occupano Dulcigno, Antivari, l’isola di Lissa, Fiume, Zara, Pola, Sebenoco, Bolzano, Toblacco. L’Ammiraglio Millo viene nominato governatore della Dalmazia.
17 – I granatieri entrano a Fiume.

DICEMBRE (1918)
1-31 – Giubilanti dimostrazioni in tutta Italia per la vittoria conseguita. Ritornano i prigionieri. Mussolini propone la formazione della . Alla vedova di Nazaro Sauro Benito Mussolini consegna la somma raccolta dal .

Admin

Numero di messaggi : 776
Data d'iscrizione : 23.09.08

http://liberapresenza.forumattivo.eu

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cronologia del ventennio fascista

Messaggio  Admin il Mar 25 Mag 2010, 22:38

1919

GENNAIO (1919)
02 – Visita del Presidente americano Wilson all’Italia.
Nuovo Ministero Orlando.
18 – Si inaugura a Parigi la conferenza per la pace mondiale: per l’Italia vi partecipano gli onorevoli Barzilai, Orlando, Salandra, Sonnino e il Marchese Salvagoraggi.

FEBBRAIO (1919)
12 – I socialisti, in pubblici comizi, dichiarano sfacciatamente che la disfatta di Caporetto per le truppe italiane si deve a loro. I popolari fanno coro negando i valori della guerra.
18 – Congresso d’interventisti e di nazionalisti a Milano in nome di Roma, Fiume e Dalmazia.

MARZO (1919)
12 – Mussolini in un discorso a Dal mine esalta il Tricolore
23 - Benito Mussolini fonda il Fascio Milanese di Combattimento, ed enuncia i punti basilari del programma per le prossime elezioni. I 120 uomini che danno vita al movimento saranno detti, poi, Sansepolcristi dal nome della piazza nella quale avvenne la riunione.

APRILE (1919)
10 – Grandiose manifestazioni patriottiche da parte dei fascisti a Milano fanno fallire lo sciopero generale indetto dai rossi.
15 – scontro tra fascisti e comunisti in via dei Mercanti.
- i diritti dell’Italia su Fiume e la Dalmazia vengono negati a Parigi dal Presidente Wilson che parteggia per la Jugoslavia; Orlando, in seguito di proteste, abbandona la conferenza.

MAGGIO (1919)
4 – Primo proclama di D’Annunzio per Fiume.
- Grandi manifestazioni di protesta del popolo italiano contro la politica degli ex alleati.
- Orlando e Sonnino ritornano a Parigi.

GIUGNO (1919)
22 – Formazione del governo Nitti che si distingue per le gravi rinunce a danno dell’Italia, nella conclusione della pace.
28 – Si firma a Versailles il trattato di pace con la Germania.

LUGLIO (1919)
31 – Si approva la riforma elettorale del sistema proporzionale.

AGOSTO (1919)

SETTEMBRE (1919)
10 – Si firma a Saint-Germain il trattato di pace con l’Impero Austro-ungarico. La determinazione del confine orientale con il nuovo regno serbo-croato-sloveno aggrava i rapporti fra i due Stati.
12 – Marcia su Ronchi: D’Annunzio con una spedizione di volontari occupa Fiume nonostante le minacce del governo Nitti.
– Mussolini esalta la figura di D’Annunzio e l’impresa fiumana, chiedendo la definitiva annessione di Fiume all’Italia.

OTTOBRE (1919)
07 – Mussolini si reca a Fiume e conferisce con D’Annunzio.
9-10 – Primo Congresso nazionale dei fasci di Combattimento a Firenze.
23 – Il Fascismo milanese si decide di affrontare le elezioni politiche unitamente agli arditi e ai futuristi coi quali forma un blocco detto delle <<Teste di ferro>> o <<Blocco Thevenot>>.

NOVEMBRE (1919)
14 – D’Annunzio sbarca a Zara con un migliaio di legionari. Falliscono le trattative condotte, a nome del Governo, dal Generale Badoglio e dal sottosegretario agli Esteri Conte Sforza, che vorrebbero far ritirare d’Annunzio da Fiume e Zara.
14 – Le elezioni politiche si concludono con la sconfitta del blocco delle <<Teste di ferro>>, mentre eleggono a deputati 156 socialisti e 100 popolari.
16 – Dopo l’incidente di Via San Damiano e di Piazza del Duomo a Milano, la polizia arresta Mussolini, Martinetti e perquisisce <<Il Popolo d’Italia>>.
18 – Mussolini viene rimesso in libertà.
– Dopo l’inaugurazione della XXV legislatura. Lo sciopero generale indetto dai socialisti provoca scontri irruenti tra fascisti e sovversivi.
- Mussolini, con <<Il Popolo d’Italia>> e con la parola, chiede la chiusura della Camera e invoca il ritorno dell’ordine e della disciplina nazionale.

DICEMBRE (1919)
25 – Natale di Sangue a Fiume.

1920

GENNAIO (1920)
09 – Agitazione dei ferrovieri
13 – Sciopero generale indetto dai postelegrafonici
14 – Nitti e Scialoia, dopo aver conferito a Londra con Clemenceau e Lloyd George, approvano a Parigi il <<Compromesse per l’Adriatico>> delittuoso per l’Italia.
18 – D’Annunzio è costretto a lasciare Fiume.
19-18 – Sciopero generale dei ferrovieri.

FEBBRAIO (1920)
29 – disordini a Milano con gravissimi danni a mutilati e invalidi di guerra.
29 – Sciopero generale.

MARZO (1920)
13 – Nitti forma il secondo Governo detto <<della Croce e del Triangolo>>, perché composto da Popolari e Massoni.
13 – D’annunzio,da fiume denuncia la viltà dei governanti bollando Nitti col nomignolo di <<Cagoia>>

APRILE (1920)
6 – Sanguinosi incidenti a Decima Persicelo, Scioperi a Bologna e a Torino.
28 – Conflitti tra socialisti e forze dell’ordine a Roma.

MAGGIO (1920)
6 – Morte di Bissolati.
10 – Dimissioni del Governo.
21 – Terzo Governo Nitti.
24-25 – il 2° Compresso dei Fasci di Combattimento a Milano esamina la situazione dell’Italia in preda al disordine, agli scioperi e al disfattismo

GIUGNO (1920)
5-6 – Insurrezione a Valona.
9 – Dimissioni del terzo Governo Nitti.
11 – Un gruppo di fanatici, a Trieste inscena una dimostrazione istriana accompagnata da nutrite scariche di fucileria intimidatorie. Subito prorompe per le strade della città redente una magnifica controdimostrazione patriottica.
14 – Ammutinamento dell’XI° reggimento Bersaglieri di Ancona. In parecchie città d’Italia si saccheggiano negozi e si mitragliano i treni.
16 – Formazione del Governo Giolitti.
11-23 – Gravissimi incidenti a Milano per lo sciopero dei ferrovieri.
23-30 – La situazione in tutta Italia divenne sempre più tragicamente caotica:occupazioni di fabbriche, tumulti, sanguinosi conflitti a fuoco tra scioperanti e forze governative, fascisti e socialcomunisti.

LUGLIO (1920)
6 – Conferenza interalleata a Spa.
20 – Sulle vetture tranviarie i socialcomunisti issano le bandiere rosse, i fascisti rispondono con le controdimostrazioni tricolori. Continuano i disordini e i conflitti sanguinosi.
30 – Il Commissario dei consumi Soleri denuncia la gravissima situazione alimentare dell’Italia.

AGOSTO (1920)
3 – L’Italia incapace di fronteggiare la insignificante rivolta Albanese. Abbandona Valona.
22 – Giolitti e Lloyd Gorge si incontrano a Lucerna.
22-31 – Si susseguono a ritmo sempre crescente serrate e scioperi, tumulti e conflitti in tutta Italia.

SETTEMBRE (1920)
1-27 – Occupazione delle maggiori fabbriche italiane e fucilazione di alcuni tecnici da parte dei rossi.
02 – Sciopero generale a Trieste.
08 – D’annunzio proclama a Fiume la <<Reggenza italiana del Carnaro>> dandole una costituzione.
11 – al Lirico di Milano, Mussolini celebra il 1° anniversario della Marcia di Rochi.
12 – Incontro di Giolitti e Millerand a Aix-Les-Bain.
13-23 – Mussolini visita la Venezia Giulia in una tournée oratoria

OTTOBRE (1920)
12-30 – Proclama lanciato dal Partito Socialista e dalla Confederazione del lavoro per scuotere il popolo contro la reazione interna e in favore della Russia comunista. Il Bolscevismo avanza con terrificante rapidità. Mussolini scrive <<La misura è colma>>. Le forze nazionaliste reagiscono energicamente a Milano, Brescia e Bologna: morti e feriti d’ambo le parti.
31 – alle elezioni amministrative di alcune città, in contrapposizione ai socialcomunisti che prevalgono a Bologna, Modena, Savona e Monza, le forze nazionaliste hanno la maggioranza a Roma, Venezia, Padova, Brescia, La Spezia, Lecco, Reggio Calabria.

NOVEMBRE (1920)
07 – Ancora le forze nazionaliste prevalgono nelle elezioni amministrative di Firenze, Genova, Napoli, Palermo, Torino, Bari, Parma, mentre, a Milano si rilevano le stesse forze dei socialisti.
12 – sforza, ministro degli esteri e Bonomi, ministro della guerra, firmarono a Villa Spinola il trattato di Rapallo che, per quanto riguarda la frontiera Giulia, assegna la Dalmazia alla Jugoslavia, l’Istria e Zara all’Italia e dichiara Fiume città libera e indipendente.
13 – D’Annunzio si rifiuta di riconoscere il trattato Italo-jugoslavo che definisce <<un crimine>> e dichiara di non voler abbandonare la città.
21 – durante l’insediamento dell’amministrazione socialista, a palazzo d’Accursio di Bologna, viene assassinato il supermutilato di guerra e consigliere di destra On. Giulio Giordani, Seguono conflitti tra fascisti e comunisti con un bilancio di dieci morti. La catena delle violenze bolsceviche si allunga e in tutta l’Italia cadono i Martiri fascisti.
25 – Si costituiscono le prime squadre fasciste per le spedizioni punitive.

DICEMBRE (1920)
20 – Agguato sovversivo di Castello Estense a Ferrara.
25 – In ordine al trattato di Rapallo, truppe italiane attaccano i legionari a Fiume. D’annunzio, ferito alla testa, dopo cinque giorni di lotta fratricida , per evitare un maggiore spargimento di sangue, cede i poteri. Prima di abbandonare Fiume recita l’orazione sulle bare dei Caduti dell’una e dall’altra parte, tutte coperte da unica bandiera tricolore.
Il 1920 si chiude con un bilancio di duemilasettanta scioperi in un’atmosfera tragica di sangue.

1921

GENNAIO (1921)
10 – D’Annunzio, con una fervente orazione, si separa dai bersaglieri e dai granatieri e lascia Fiume.
15-21 – Agli ordini dei comunisti stranieri Zinovief, Lenin, Trotzky, Bukarin e Bela Kun, a Livorno, si conduce il XVII Congresso del Partito Socialista Italiano. Tra gli altri parla il socialista Schiavello che dichiara come << pochi fascisti bastano, quasi sempre, a fugare un gran numero di compagni >>. Il Congresso si conclude con la scissione del partito socialista e la nascita del Partito Comunista d’Italia.
23 – A Modena, durante i funerali dello studente Mario Rossi, assassinato dai socialisti, vengono uccisi i fascisti Antonimi e Baccolini. In tutta Italia conflitti, agguati ed episodi di cruda violenza, in misura più grave a Bologna, Ferrara, Perugia e Firenze.

FEBBRAIO (1921)
1-28 – Sanguinosi contatti tra socialisti e fascisti in quasi tutte le città d’Italia.
L’elenco dei morti diventa sempre più lungo.
6 - Mussolini parla al <<Rossetti>> di Trieste. Si reca a Milano.
28 – Il <<Popolo d’Italia>> chiede nuove elezioni.

MARZO (1921)
01 – Eccidio sovversivo di Emboli.
06 – A Milano viene assassinato il fascista dalmata Aldo Sette.
- Continuano le manifestazioni di prepotenza dei socialcomunisti; a Casal Monferrato in
un’imboscata tesa ai fascisti si verificano quattro morti e numerosi feriti.
20 – Aldo Setti ed una donna trovano la morte in un conflitto a Greco Milanese.
23 – L’attentato terroristico nel teatro diana di Milano, ad opera degli anarchici, per protesta contro l’arresto di Enrico Malatesta, ha il triste bilancio di diciotto morti e centoventisette feriti. A Firenze Giovanni Berta viene barbaramente assassinato e buttato nell’Arno. Nel dilagare delle rappresaglie e del disordine aumentano le squadre fasciste.

APRILE (1921)
03 – Convegno del Fascio emiliano e di quello romagnolo a Bologna.
05 – Mussolini si reca, in compagnia di Italo Balbo e Dino Grandi, a rendere omaggio a D’Annunzio.
07 – Il Re scioglie la Camera e convoca i comizi; i fascisti formano il blocco nazionale con i liberali, i democratici e i nazionalisti. Continuano a verificarsi i conflitti tra fascisti e socialisti nelle più importanti città d’italia, in misura maggiore in toscana e in Romagna.

MAGGIO (1921)
01 – In tutta Italia sciopero generale che genera incidenti in ogni posto.
14 – Trentaquattro candidati fascisti vengono eletti, tra cui Mussolini, il quale ottiene circa duecentomila voti nella circoscrizione Milano – Pavia e centomila voti in quella do Bologna – Ferrara –Ravenna –Forlì.
20 – Uccisione del grande invalido di guerra, Medaglia d’Oro e tre volte Medaglia d’Argento Luigi Platania a Rimini.

GIUGNO (1921)
1-12 – Sciopero degli statali.
09 – Mussolini partecipa alla prima seduta del Gruppo Parlamentare Fascista.
11 – Si inaugura la XXVI° legislatura.
21 – Mussolini , nella qualità di Presidente del Gruppo Parlamentare Fascista, pronuncia il suo primo discorso, detto <<della mano tesa>>; in una atmosfera parla calmo ed incisivo e tra l’altro accenna al potere universale del Vaticano e per prima volta ad un possibile concordato fra Chiesa e Stato.
26 – Per voto contrario si dimette il Ministero Giolitti.
30 – Benito Mussolini viene consultato dal Re sulla crisi ministeriale.

LUGLIO (1921)
A Fiume sanguinosi conflitti tra la forza pubblica ed i legionari dannunziani, esasperati dalla cessione di Porto Baros alla Jugoslavia. In tutta Italia la guerra civile divampa: eccidi, rappresaglie e spedizioni punitive insanguinano ogni strada e ogni piazza della nazione.
04 – Nuovo Governo presieduto da Ivano Bonomi. Si iniziano le trattative per una pacificazione tra fascisti e socialisti.
21 – A Sarzana vengono massacrati diciotto fascisti, in un’imboscata tesa dai socialisti. Questo fatto provoca la reazione dei fascisti e interrompe le trattative per la pace. Alla Camera energico discorso di Dino Grandi; Mussolini è più pacato ed auspica sempre ad una pace tra fascisti e socialcomunisti.

AGOSTO (1921)
02 – Sotto la presidenza di Enrico de Nicola, i rappresentanti del Consiglio Nazionale dei Fasci di Combattimento e quelli della Direzione del Partito Socialista firmato il patto di pacificazione tra fascisti e socialisti.
07 – I fasci dell’Emilia, del Veneto e della Romagna, di fronte agli abusi socialcomunisti, deliberano di non riconoscere il patto di pacificazione.
Mussolini si dimette da membro della Commissione Esecutiva. Il Governo e i nemici del fascismo parlano di <<grave crisi del Fascismo>>.
27 – A Firenze si risolve la crisi: il Consiglio nazionale dei Fasci respinge le dimissioni di Mussolini e riconferma il patto di pacificazione.

SETTEMBRE (1921)
10 – Improvvisamente la violenza socialcomunisti ritorna sulle piazze d’Italia. La lotta riprende sanguinosa.
22 – Feroce assassinio a Torino del Fascista Sonzini.
25 – Assassinio del deputato socialista Di Vagno a Mola di Bari.
26 – A Modena tremendo conflitto tra forza pubblica e fascisti: sentite manifestazioni di cordoglio per gli otto caduti di Modena, in ogni regione d’Italia.

OTTOBRE (1921)
10-14 - Si tiene a Milano il XXVIII° Congresso del Partito Socialista.
20 – III° Congresso del Partito Popolare a Venezia.

NOVEMBRE (1921)
02 – Il Milite Ignoto ascende alla gloria dell’Altare della Patria; tutto il popolo, commosso, s’inginocchia e piange. Mussolini scrive: <<Al Fascismo spetta in gran parte il merito di questa superba rinascita della coscienza nazionale>>.
07 – All’Augusteo di Roma si inaugura il III° Congresso Nazionale dei Fasci di Combattimento nel quale il Movimento Fascista si trasforma il Partito Nazionale Fascista.
09 – Sanguinoso conflitti avvengono a Roma con morti e feriti tra fascisti e ferrovieri . Viene proclamato lo sciopero generale. Conflitti e agguati continuano per diversi giorni in quasi tutti i centri d’Italia.
15 – Mussolini denuncia il patto di pacificazione coi socialisti: << Da oggi. – dice, - esso è morto e sepolto>>.
21 – La Direzione del P.N.F. comunica al popolo d’Italia: <<Noi siamo una milizia volontaria posta al servizio della Nazione. Saremo con lo Stato e per lo Stato tutte le volte che Esso si dimostrerà geloso custode e difensore della tradizione nazionale, del sentimento nazionale, della volontà nazionale. Ci sostituiremo allo Stato tutte le volte che Esso si manifesterà incapace di fronteggiare e di combattere, senza indulgenza funesta, gli elementi di disgregazione interiore dei principi della solidarietà nazionale.
Ci schiereremo contro lo Stato qualora esso dovesse cadere nelle mani di coloro che minacciano e attentano alla vita del Paese.
L’Italia innanzi tutto, l’Italia soprattutto>>.

DICEMBRE (1921)
1-31 – Conflitti, agguati e violenze di ogni genere.
12 – Assassinio del socialista Attilio Boleri.
15 – Muore in un conflitto lo squadrista cremonese Antonio Pagani .
26 – Un disastro finanziario si abbatte sulla Nazione con il fallimento della Banca di Sconto.
27 – I Sindacati fascisti del Parmense proclamano lo sciopero ad oltranza: Mussolini energicamente ne deplora l’iniziativa e ne sopprime l’azione.

1922

GENNAIO (1922)
01 – Viene assassinato a Voltura (Ravenna), dai comunisti il fascista Falzoni Lorenzo perché aveva un fazzoletto tricolore tra le mani.
- Durante uno sciopero indetto dai sovversivi, i fascisti fanno funzionare i tram a Milano.
02 – Mussolini si reca a Cannes per seguire i lavori della Conferenza interalleata. Continuano le violenze sovversive che provocano parecchi caduti.
03 - Durante uno sciopero indetto a Roma dai sovversivi , i fascisti organizzano il trasporto con camion in sostituzione dei tram.
03 - 10 – A Prato il legionario fiumano Federico Florio viene assassinato dai comunisti.
08 – I comunisti uccidono gli studenti universitari Renato e Eugenio Piscianti a Borgiola di Carrara.
10 – A Prato il legionario fiumano Federico Florio viene assassinato dai Comunisti.
14 – L’avanguardista sedicenne Pio Costa viene massacrato dai socialcomunisti a Parma.
16 – Il Gruppo Femminile Fascista romano nel suo programma dice: <<La donna fascista eviterà, quando non sia richiesto da un’assoluta necessità, di assumere atteggiamenti maschili. La donne può molto più giovare all’idea per cui lavora cercando di sviluppare le sue attitudini femminili >>.
22 – Muore Papa Benedetto XV (Giacomo della Chiesa), che fu chiamato il << papa della pace >> per il suo atteggiamento contro la guerra.
24 – Con caratteri politici e sociali viene costituita dal Partito Fascista la confederazione Generale dei Sindacati Nazionali.
25 - Mussolini pubblica il primo numero di << Gerarchia >>.
- Bologna, al convegno dei sindacati fascisti,viene decisa la costituzione della confederazione nazionale delle corporazioni.

FEBBRAIO (1922)
02 – Riapertura della Camera e dimissioni del Governo Bonomi.
04 – Mussolini Consultato dal Re per la crisi governativa.
06 – De Nicola e Orlando si rifiutano di formare il nuovo governo.
- Dal Conclave risulta eletto il Cardinale Achille Ratti che assume il nome di Pio XI°.
09 – L’incarico di formare il governo viene ridato a Bonomi che si ripresenta con la stessa compagine.
17 – Il governo Bonomi cade ancora dopo un discorso di Mussolini.
20 – Alla Spezia, attentato alla vita del vicesegretario generale del P.N.F. Achille Starace. Mussolini per la seconda volta viene consultato dal Re circa la crisi governativa.
21 – Giolitti si rifiuta di formare il governo.
22 – De Nicola si rifiuta di formare il governo.
23 – Orlando si rifiuta di formare il governo.
25 – Facta (nato a Pinerolo nel 1861, morrà a Roma nel 1930) accetta l’incarico, forma il suo primo governo detto di concentrazione.
29 – La provincia di Udine assume la denominazione di << Provincia del Friuli >> .

MARZO (1922)
1-31 – Continuano in tutta Italia le prepotenze e gli abusi socialcomunisti.
03 – Capitanati da Giunta i fascisti di Fiume compiono un colpo di mano abbattono il Governo provvisorio Zanella.
07 – Mussolini si reca in Germania.
21 – A Parigi, firma dell’accordo tra le potenze dell’Intesa per la ripartizione delle riparazioni di guerra che dovranno essere pagate dalla Germania.

APRILE (1922)
04 – 06 – A Milano, primo congresso della confederazione delle corporazioni fasciste sotto la presidenza di Edmondo Rossoni.
09 – Si apre a Genova la Conferenza Economica Europea, per l’esame generale dei problemi suscitati dalla guerra e dalla crisi mondiale.
11-31 – Vittorio Emanuele III visita Milano.
16 – a Rapallo, tra Russia e Germania, accordo diplomatico e commerciale. E’ l’unico risultato della conferenza di Genova.
22 – A Milano viene assassinato dai socialcomunisti il fascista Ugo Pepe.

MAGGIO (1922)
01 – Il Primo Maggio, organizzato con massima cura dai social comunisti, si risolve in un fiasco.
4-6 – A Milano, primo congresso delle confederazioni delle corporazioni fasciste sotto la presidenza di Edmondo Rossoni.
12 – Quarantamila fascisti bene equipaggiati e condotti da Italo Balbo, occupano Ferrara. Mussolini e Mario Missiroli, a Milano, si Battono in duello; al settimo attacco, a causa delle ferite di Missiroli, l’incontro viene sospeso senza alcuna conciliazione.
24 – Una vile imboscata a Roma, durante il corteo funebre che accompagna la salma di Enrico Toti, provoca diciotto morti e molti feriti. In conseguenza di questi fatti la Capitale entra in sciopero generale.
30 - Tumulti, dimostrazioni e conflitti a Bologna. Mussolini insorge e grida: <<E’ evidente che si delinea un tentativo di controffensiva di tutta la criminalità che è alla base del sovversivismo italiano. Ma noi, lungi dal temere l’assalto, lo aspettiamo. Fascisti di tutta Italia! Consideratevi sin da questo momento materialmente mobilitati. Se sarà necessario scatterete fulmineamente concentrandovi nei posti che vi saranno indicati …>>.
– La rivista austriaca << Holzmarkt >> di Vienna scrive <<… in italia non bisogna vendere a credito e della fiducia accordata ne abusano molte ditte italiane per estorcere ai disgraziati fornitori, con proteste ingiustificate, forti sconti e abbuoni.
– Ha inizio la mobilitazione generale del partito fascista.

GIUGNO (1922)
02 – Sessantamila fascisti emiliani, guidati dal Segretario Generale del P.N.F. Michele Bianchi, si concentrano a Bologna. Tumulti e conflitti.
22 – I popolari di sinistra pubblicano un manifesto col quale assumono netta posizione contro il fascismo.
23 – Enrico De Nicola si dimette da Presidente della Camera.

LUGLIO (1922)
12-16 – I fascisti occupano Cremona, Rimini, Adria, Viterbo, Sestri Ponente, Novara, Macerata, Fabriano, Tolentino, Ancona, Fano, Pesaro, Senigallia.
14 – Sciopero generale in Piemonte, nelle Marche e in Lombardia.
19 – La Camera vota la sfiducia al presidente Luigi Facta, che si dimette il giorno dopo.
24 – Orlando rassegna il mandato di formare il governo.
26 – Bonomi rassegna il mandato esplorativo.
27 – Meda e De Vara rifiutano il mandato di formare il governo.
31 – Facta accetta l’incarico di comporre il Ministero. Sciopero generale legalitario proclamato dall’Alleanza del lavoro. La Direzione del P.N.F. ordina la mobilitazione generale dei propri aderenti.

AGOSTO (1922)
01 – Luigi Facta costituisce il suo secondo governo.
03 – insuccesso dello sciopero generale che viene stroncato dai fascisti e dai nazionalisti. I Fascisti a Milano occupano Palazzo Marino da dove D’Annunzio parla al popolo.
04 – Sanguinosi conflitti tra fascisti e socialisti. Bruciata la sede dell’Avanti.
4-7 – I fascisti occupano Genova e Ancona. In tutta Italia conflitti sanguinosi.
08 – La Direzione del P.N.F. ordina la smobilitazione dei suoi aderenti.
09 – Riapertura della Camera. Voto di fiducia al Governo Facta.
10 – I lavoratori portuali di Genova passano nelle organizzazioni fasciste.
11 – I ferrovieri della Castelbolognese – Riolo Bagni passano nelle file fasciste.
12-16 – Parecchie amministrazioni comunali del novarese e del vercellese vengono sciolte dai fascisti.
16 – La Conferenza della Seconda internazionale lancia da Praga un manifesto contro il fascismo.
29 - Viene sciolta l’amministrazione comunale di Milano.

SETTEMBRE (1922)
1-30 – Le attività fasciste in adunate, congressi, manifestazioni e occupazioni. Sono dovunque in aumento.
29 – riunione della direzione del P.N.F.: primo annuncio di Mussolini circa i preparativi della marcia su Roma.

OTTOBRE (1922)
1 – Squadre fasciste occupano Trento e Bolzano.
1-5 – Mussolini, Balbo e Bianchi studiano il progetto della marcia su Roma.
06 – Il Consiglio dei Ministri respinge le richieste dei fascisti miranti a scogliere la Camera e a indire le nuove elezioni.
07 – Facta convoca il Ministro della Guerra Soleri, Diaz e Badoglio.
11 – A Gardone Riviera, Mussolini si incontra con Gabriele d’Annunzio per accordi sul congresso del partito nazionale fascista, che si terrà a Napoli il 24 ottobre.
12 – Si comunicano le istruzioni per l’organizzazione e il funzionamento del piano rivoluzionario.
15- Nel Polesine, le elezioni amministrative assegnano, su settantadue, sessanta comuni ai fascisti.
16 – Mussolini, Balbo, De Vecchi, Teruzzi, Ceccherini, De Bono, Igliori e Fara si riuniscono a Milano e decidono la marcia su Roma. Nominano il quadrunvirato Balbo – Bianchi – De Bono – De Vecchi che dirigerà la rivoluzione. Mussolini in parecchie città d’Italia pronuncia discorsi improntati sull’azione rivoluzionaria.
21 – Dopo una prima riunione a Bordighera, Balbo, De Bono,De Vecchi, Giurati e Bianchi dispongono, a Firenze, per l’adunanza fascista che si terrà a Napoli e distribuiscono l’Italia in settori operativi.
22 – alle elezioni amministrative di Reggio Emilia i fascisti conquistano tutti i comuni.
24 – Per il Congresso del partito imponente adunata fascista a Napoli, presenti trentamila camice nere. Mussolini dal San Carlo e da Piazza del Plebiscito entusiasma il popolo.
26 – Tutti i ministri mettono i loro portafogli a disposizione del Presidente del Consiglio
27 – Il Governo si dimette. Riunione del Direttorio Generale della Pubblica Sicurezza, del Prefetto, del Questore, del Comandante la divisione di Roma, Generale Pugliese per esaminare i drastici provvedimenti atti a bloccare l’avanzata fascista.
Mobilitazione generale delle camice nere mentre la tutela dello ordine pubblico viene assunta dalle autorità militari.
Vittorio Emanuele III° accetta le dimissioni del governo Facta: il Consiglio dei Ministri proclama lo stato d’assedio: il Re rifiuta di firmare il decreto e il provvedimento viene revocato.
28 – Con l’afflusso dei fascisti di tutte le regioni d’Italia procede la marcia su Roma.
Il Re affida l’incarico della costituzione del nuovo governo all’onorevole Salandra il quale, dopo i primi approcci, rifiuta e consiglia il sovrano a conferire l’incarico a Mussolini.
30 – Mussolini forma il suo primo Governo con esponenti fascisti, nazionalisti, liberali, radicali e popolari, inserisce anche nella lista che forma il Ministero i due nomi eroici di Diaz e Thaon di Revel.
31 – Smobilitazione delle squadre fasciste.
- Mussolini presenta al Re la lista dei ministri. Questo governo è votato anche dalle forze moderate ed ottiene addirittura l'assenso di Giolitti.

NOVEMBRE (1922)
16 – Alla camera, Mussolini chiede pieni poteri.
18 – Mussolini nella sua qualità di Presidente del Consiglio e di Ministro degli esteri si reca alla Conferenza di Losanna dove rappresenta l’Italia nelle trattative dei problemi orientali subordinati alla vittoria della Turchia sulla Grecia.
20 – Mussolini s’intrattiene a colloquio con la delegazione jugoslava alla Conferenza composta da Nincic ed Antonievic.
- Mussolini riceve l’ambasciatore degli Stati Uniti a Roma , Washburn Child e il ministro americano a Berna, Grew.
22 – Mussolini riceve la visita del capo della delegazione turca, Ismet Pascià.
23 – Il Governo di Mussolini riporta il Crocifisso nelle aule scolastiche.

DICEMBRE (1922)
04 – Mussolini riceve a Roma il commissario del popolo della Repubblica Sovietica, ing. Krassin.
07 – Mussolini a Londra ospite del ministro degli Esteri Lord Curzon.
09 – Mussolini si incontra con Poincarè, Bonari Law e Theauny.
10 - Mussolini è introdotto alla presenza del Re Giorgio col quale si intrattiene circa 30 minuti.
- Mussolini riceve gli ossequi del ministro della guerra, Lord Derby e del Gen. Lord Cavan.
15 – Al Grand Hotel di Roma il Direttorio del Partito si trasforma in Gran Consiglio del Fascismo.
- Il Gran Consiglio del fascismo delibera la costituzione della milizia volontaria per la sicurezza nazionale alle dirette dipendenze di Mussolini e si ordina lo scioglimento di tutte le squadre fasciste e delle squadre dei << Sempre pronti >> le quali entreranno a far parte della Milizia.

24 – Il Governo dispone che la Biblioteca di palazzo Chigi venga offerta in dono a Sua Santità.

1923

GENNAIO (1923)
01 – Benito Mussolini riceve dalle mani del Ministro della Guerra e capo di Stato Maggiore dell’Esercito, gen. Armando Diaz, le insegne e i diplomi della croce al merito di guerra e della medaglia commemorativa della campagna di guerra.
07 – Mussolini riceve una commissione dei portuali di Genova che vengono cosi allontanati definitivamente dalle lusinghe dei sindacati socialisti.
10 – La Germania viene dichiarata insolvente per quanto riguarda i pagamenti delle riparazioni di guerra e il giorno 11truppe francesi e belghe occupano la Ruhr.

FEBBRAIO (1923)
01 – Istituzione dei Cappellani della M.V.S.N. Introduzione dell’insegnamento religioso nelle scuole elementari.
13 – Ordine del giorno del Gran Consiglio del Fascismo che invita i fascisti massoni a scegliere tra Fascismo e Massoneria.
26 - Fusione tra fascisti coi nazionalisti,con la quale vengono a far parte del P.N.F. Federzoni, Francesco Coppola, Alfredo Rocco ed altri.

MARZO (1923)
04 – Il crocefisso ritorna al Policlinico di Roma.
08 – Mussolini consegna al generale Armando Diaz il brevetto di Duca della Vittoria.
25 – A Milano Michele Bianchi annunzia la riforma elettorale.
27 – Mussolini si incontra a Milano con il ministro degli Esteri del Belgio, Henri Jaspar.
29 – Mussolini s’incontra a Milano col ministro degli Affari Esteri polacco, Skrzinski che a nome del Paese ringrazia Mussolini per l’apporto benevolo dell’Italia alla sistemazione dei confini polacchi.
30 – A Milano, Mussolini s’incontra con il Cancelliere d’Austria, Ignazio Seipel che ringrazia il governo italiano per l’azione di risanamento devoluto a favore dell’Austria.

APRILE (1923)
09 – Nozze della principessa Jolanda di Savoia con il conte Carlo Calvi di Bergolo.
12 – Vittorio Emanuele III° e Mussolini inaugurano la Fiera Campionaria a Milano.
21 – Mussolini e Diaz presenziano alla sfilata delle coorti della M.V.S.N.
- Mussolini nominato Venerando Bali, Gran Croce di Onore e Devozione del Sovrano Militare Ordine di Malta.
– Natale di Roma, giorno dedicato alla festa dei lavoratori per l’Italia.
25 – Composizione definitiva del Gran Consiglio composto di ventitré elementi più il Presidente nella persona del Capo del Governo.
27 - Al congresso del Partito Popolare. Il prete Don Sturzo chiede di rompe la collaborazione con il Governo Mussolini, non condividendo questo dettato escono dallo stesso parecchi eminenti personalità che attorno all’onorevole Carnagia fondano l’Unione Nazionale

MAGGIO (1923)
1-31 – Mussolini effettua il suo primo giro in Italia trovando ovunque accoglienze trionfali.
11 – Pellegrinaggio di Mussolini a Caprera.
12 – Giungono a Roma i Sovrani d’Inghilterra
- Istituzione della Milizia Ferroviaria
17 – A roma viene insediata al Ministero per l’agricoltura e le foreste . la Commissione amministratrice dell’Ente autonomo per il << Parco Nazionale d’Abruzzo >>.
24 – Consacrazione a Re Di Puglia dell’Ossario di Sant’Elia con una orazione del glorioso Condottiero della III° Armata, Duca D’Aosta
25 – Accordo tra Belgio, Francia, Inghilterra e Italia sul rimborso agli Stati Uniti delle spese sostenute nell’allestimento dell’Armata Remo, durante la Guerra mondiale.

GIUGNO (1923)
08 – Il Governo annuncia il progetto della riforma dei codici.
15 – Esce il primo numero di << Critica Fascista >> diretto da Giuseppe Bottai.
19 - Firenze conferisce la cittadinanza onoraria a B. Mussolini.
21 – L’Eruzione dell’Etna provoca ingenti danni nel catanese:. Il Governo rifiuta gli aiuti esteri dicendo: <<Spetta allo Stato di Provvedere>>.
23 – Riforma scolastica Gentile.
31 – I primi mesi di Governo Fascista hanno dato ottimi risultati; la disoccupazione da 407.464 è scesa a 110.298, e il deficit del bilancio statale da 16 a 3 miliardi.

LUGLIO (1923)
12 - Prima riunione del Gran Consiglio a Palazzo Venezia.
13 – Michele Bianchi riferisce in Gran Consiglio sul P.N.F.
16 – La Camera approva la <<legge Acerbo>> per la riforma elettorale. Tale legge era stata studiata ed approvata da una commissione di diciotto elementi tra cui Giolitti, Salandra, Orlando, Paolucci, Orano, De Gasperi, Bonomi e Turati.
29 – Benito Mussolini compie quarant’anni.

AGOSTO (1923)
Continuano le operazioni contro i ribelli, per la riconquista della Libia, condotte dal Comandante Rodolfo Graziani, sotto il governatorato del Conte Volpi di Misurata e del ministero Luigi federzoni.
20 – I Ministeri dell’Industria e commercio e dell’Agricoltura e del lavoro si fondano, dando vita al Ministero dell’economia nazionale. Il Sen Mario Orso Cobino ne è il titolare, sottosegretario il prof. Arrigo Serpieri.
28 – Il generale Tellini ad altri membri della commissione italiana incaricata a definire la frontiera greco-Albanese, vengono massacrati in una imboscata, sulla strada Giannina-Santi Quaranta, in territorio greco. La strage impressiona sensibilmente il popolo italiano. Con un ultimatum Mussolini chiede immediata riparazione al Governo Greco.
29 – Mussolini riceve a Roma il ministro degli Esteri della Cecoslovacchia Edoardo Benes
31 – Venuto meno il governo ellenico alle richieste italiane, una squadra navale salpa alla volta di Corfù.
- Bombardamento di Corfù da parte della Marina Italiana.

SETTEMBRE (1923)
03 – Truppe italiane occupano temporaneamente l’isola di Corfù. La Grecia fa appello alla Società delle Nazioni. La Gran Bretagna manda la sua flotta nel Mediterraneo. Mussolini minaccia di abbandonare la Società di Ginevra.
5 – Il Consiglio dei Ministri si pronuncia sul problema di Corfù.
21 – I ferrovieri fascisti a rapporto da Mussolini.
27 – Ottenute le riparazioni concernenti le scuse solenni, gli onori alla bandiera italiana e ai morti, un’inchiesta sui luoghi del massacro e il pagamento di una penalità di cinquanta milioni, le truppe italiane abbandonano Corfù.
30 – Il generale Gaetano Giardina viene nominato governatore di Fiume.

OTTOBRE (1923)
12 – Cesare Maria De Vecchi nominato governatore della Somalia.
13 – Cessare Maria De Vecchi, conte di Vacismon (Casale Monferrato 1884 – Roma 1959), quadrunviro della << marcia su Roma >> viene nominato Governatore della Somalia.
15 – Francesco Giunta viene nominato Segretario Generale del P.N.F.
25 – Mussolini parla agli operai della Fiat.
28 – Mussolini celebra il primo anniversario della marcia su Roma a Torino, Milano, Bologna, Perugia e Roma.
- Il primo anniversario del Governo Fascista a vede la riforma finanziaria e la riforma della scuola

NOVEMBRE (1923)
02 – Mussolini riceve le Medaglie d’Oro a Palazzo Venezia.
04 – A Roma, Vlastimil Kybal, inviato straordinario e ministro plenipotenziario della Repubblica cecoslovacca, insignisce Mussolini della Croce di Guerra cecoslovacca.
06 – A Roma, l’<<Aero Club>> dopo un banchetto consegna a Mussolini la medaglia d’oro dell’Aeronautica.
19 - 28 - I sovrani di Spagna in visita ufficiale a Roma.
– Si stipula un importante trattato commerciale con la Russia.
26 – Donato all’Italia da D’Annunzio il Vittoriale.

DICEMBRE (1923)
30 - il Governo istituisce la << Stella al Merito del Lavoro >>.

1924

GENNAIO (1924)
12 – Sullo scalone d’onore di palazzo Chigi si inaugura una lapide in memoria di Francesco Crispi. Mussolini dichiara di prendere in consegna oltre alla lapide lo spirito del grande statista siciliano.
- Muore il Presidente degli Stati Uniti, Woodrow Wilson.
21 – A Gorkif muore Lenin.
25 – Si pubblica il decreto legge che scioglie la Camera e convoca i comizi per il sei aprile. Rossi, Acerbo, Finzi, Bianchi e Giunta, su incarico di Mussolini, preparano il listone elettorale.
27 - Il governo italiano firma un patto con la Jugoslavia per l’annessione di Fiume all’Italia.
29 – Mussolini traccia le direttive per la campagna elettorale.

FEBBRAIO (1924)
07 – Si firmano importanti accordi commerciali italo- russi che comportano oltre ad un certo utile economico per l’italia il riconoscimento de jure dell’U.R.S.S.
20 – A Parigi, i fuoriusciti antifascisti assassinano il giornalista Nicola Buonservizi.
21 – Mussolini annuncia l'annessione di Fiume.

MARZO (1924)
16 – Il Re Vittorio Emanuele III, ricevuto trionfalmente dal Governatore generale Giardina, riceve le chiavi della città di Fiume.
- L’Ordine dell’Annunziata conferito dal Re a Mussolini.
18 – A Parigi, gli antifascisti assassinano il giornalista Nicola Buonservizi.
24 – Primo riconoscimento ufficiale, in concistoro, delle benemerenze fasciste da parte di Pio XI.

APRILE (1924)
06 – Il listone fascista, a conclusione della campagna elettorale, ottiene una grande affermazione raccogliendo il 64,9% dei voti. Entrano alla Camera 356 del listone, 40 popolari, 25 socialisti unitari, 22 socialisti massimalisti, 18 comunisti, 7 repubblicani, 5 giolittiani, 10 demosociali, 15 democratici d’opposizione, 4 alogeni, 4 contadini.
24 – Forges Davanzali assume la Segreteria Generale del P.N.F. con la collaborazione di Rossi, Marinelli e Melchiori.

MAGGIO (1924)
1-8 – Mentre in Sicilia procede speditamente la lotta contro la mafia e il brigantaggio ad opera del Prefetto Mori. Mussolini viene accolto con entusiasmo dalle popolazioni sicule, e, in modo particolare a Palermo, a Catania e a Caltanissetta dove tiene vibranti discorsi.
16 – A Roma, Mussolini riceve il ministro degli Esteri della Cecoslovacchia, Edoardo Benes.
18 – A Milano, Mussolini s’incontra con Theunis, Presidente del Consiglio dei ministri del Belgio.
- Incontra pure Hymans, ministro degli Affari Esteri del Belgio.
24 – S’inaugura la XXVII° legislatura. Il Re, per la prima volta, durante il discorso della Corona, annuncia un programma di politica proletaria.
26 – Gli Stati Uniti emanano una legge restrittiva circa l’immigrazione che colpisce in modo particolare gli italiani.
30 – Durante una seduta parlamentare l’opposizione si rifiuta di convalidare l’elezioni ad un buon numero di deputati del blocco fascista. Segue una tumultuosa seduta nella quale i deputati Amendola e Matteotti contestano la validità delle elezioni e dichiarano illegittimo il Parlamento.

GIUGNO (1924)
03 - I volontari di guerra consacrano la bandiera.
07 – Mussolini, in un discorso alla Camera, respinge le accuse che si fanno al Fascismo e invita tutti alla collaborazione dicendo che <<La ricostruzione della Patria ha bisogno di tutti i valori, di tutte le competenze, di tutte le buone volontà>>. Illustra un programma di riconciliazione nazionale affermando che è necessario per la serenità della Nazione <<disperdere le ceneri dei rancori>>. Alla fine del discorso il Governo riceve la fiducia a stragrande maggioranza di voti.
10 – La signora Matteotti denuncia alla Presidenza del Consiglio la misteriosa scomparsa del marito.
12 – Tumultuosa seduta a Montecitorio: l’opposizione manifesta tutti i rancori con rinvigorita violenza e vorrebbe cogliere il pretesto della sparizione di Matteotti per rovesciare il Governo.
13 – Emilio De Bono, Direttore Generale della Polizia, si decide a comunicare all’ignaro Mussolini la ricostruzione del delitto Matteotti: Un gruppo di uomini aveva fermato il giorno 10 sul lungotevere Arnaldo Da Brescia, a Roma, l’onorevole Matteotti con l’intenzione di sequestrarlo, ma durante la colluttazione il deputato socialista era morto.
Mussolini ordina l’arresto immediato dei responsabili. <<Solo un nemico che da lunghe notti avesse pensato qualche cosa di diabolico contro di me poteva effettuare questo delitto,che ci percuote di orrore e ci strappa grida di indignazione>> esclama amareggiato e addolorato.
Nello stesso giorno sui riuniscono a Montecitorio, sotto la presidenza di Bruno Buozzi, Gronchi e Tupini per i popolari; Di Cesarò per la Democrazia sociale; Bergamo e Morea per i repubblicani; Nobili e Vella per i Massimalisti; Repossi e Gennari per i comunisti; Lussu e Mastino per i sardisti e decidono la non partecipazione ai lavori parlamentari, dando vita all’Aventino.
15 – Dimissioni dell’on. Finzi a seguito del delitto Matteotti.
16 – Mussolini sostituisce alla direzione Generale della Polizia De Bono con Crispo Moncada e sventa manovre del Partito Comunista che, approfittando della grave situazione, vuole indire uno sciopero generale.
- E’ approvata la legge che affida all’O.N.C. la bonifica agricola.
17 – Federzoni assume il Ministero degli Interni.
18 – l’avanti! chiede lo scioglimento del Partito Fascista e della Milizia.
- Giunge a Roma, in visita ufficiale, Ras Tafari, reggente d’Etiopia.
22 – A Bologna cinquantamila camice nere si radunano e inneggiano a Mussolini.
23 – La riforma della scuola entra in vigore.
24 – Il Senato dà la fiducia a Mussolini con soli 25 voti contrari.
26 – Viene riformato il Consiglio di Stato (che è il massimo organo consultivo) composto in sei sezioni. Questo organo di << giustizia amministrativa >> venne istituito da Napoleone Bounaparte.
27 – L’opposizione dall’Aventino ritorna a Montecitorio per commemorare G. Matteotti.
30 – Sia l’opposizione italiana che i laburisti inglesi per circa un mese si sono scagliati violentemente contro Mussolini e il Fascismo. Mussolini, col conforto dei fedelissimi, con l’appoggio quasi completo del Senato, con le espressioni della più assoluta comprensione e fiducia del Vaticano e della Monarchia, reagisce alla campagna avversaria dei nemici interni de esterni e Salva il governo.

LUGLIO (1924)
15 – firma del Trattato che ci concede l’Olttregiuba.
22 – Mussolini riferisce al Gran Consiglio sull’<<Aventino>>
- Durante la riunione del Gran Consiglio Mussolini incarica Carlo Costamagna di preparare un progetto per la riforma della Costituzione.
- per la prima volta Mussolini durante un discorso pronuncia due frasi fortunate <<indietro non si torna>> e <<Vivere pericolosamente>>.

AGOSTO (1924)
01 - Nuovo ordinamento della MVSN approvato dal Gran Consiglio.
02 - Viene nominata la Commissione dei Quindici per la riforma costituzionale.
09 – La notificazione del trattato di Losanna sanziona la definitiva cessione del Dodecanneso all’Italia.
11 - Inaugurazione della ferrovia Roma-Ostia
14 – Ritrovamento del cadavere di Matteotti. Rincrudisce la campagna di ingiurie e di diffamazioni contro il Fascismo e contro Mussolini.
16 – De Gasperi propugna l’alleanza dei popolari coi socialisti: Treves, Turati e Modiglioni defezionano dai socialisti. Giolitti consiglia l’opposizione di rientrare alla Camera.
24 - La Milizia entra a far parte delle Forze Armate dello Stato.

SETTEMBRE (1924)
12 - A Roma in un tranvai, Viene assassinato il deputato fascista Armando Casalini. Il fatto produce grande impressione, ma Mussolini previene ogni azione ed ordina <<né speculazioni, né rappresaglie>>.
16 – Mussolini inaugura la Fiera Campionaria di Napoli: una immensa folla lo accoglie col più vivo entusiasmo.

OTTOBRE (1924)
01 – A Livorno si tiene il Congresso del Partito Liberale.
20 – Il Partito Comunista vorrebbe trasformare l’opposizione dell’Aventino in un’assemblea parlamentare antifascista. Il Comitato di opposizione non accetta la proposta.
22 – Si firma a Roma il trattato commerciale con la Finlandia.
25 – Mussolini parla a Busto Arsizio
27 – Importante discorso di Mussolini agli operai di Dalmine.
28 - La Milizia giura in tutta Italia fedeltà al Re.

NOVEMBRE (1924)
04 – Il Fascismo dopo quarantadue anni rimette la Croce di Cristo sulla Torre Capitolina.
06 - Secondo congresso delle Corporazioni sindacali fasciste.
12 – Alla Camera il Capo del Governo commemora socialista Giacomo Matteotti e il fascista Armando Casalini.
15 – Mussolini accetta le dimissioni di Balbo da Comandante della Milizia.
22 – La camera vota la fiducia al Governo Mussolini con soli sei voti contrari.
26 – Si svolge il secondo congresso Corporazioni sindacali fasciste.

DICEMBRE (1924)
05 – al senato voto di fiducia al Governo Mussolini.
08 – Consiglio della Società delle Nazioni si riunisce a Roma.
- Mussolini, a Roma, riceve la visita del ministro degli Esteri britannico Austen Chamberlain.
09 – Mussolini riceve la visita del ministro degli Affari Esteri del Belgio, Hymans.
- Mussolini riceve i delegati austriaci,ex ministro Grumberger e Schiller, direttore degli Affari commerciali.
10 – Mussolini riceve il ministro Nincic.
19 – Mussolini presenta al parlamento un progetto di legge per la riforma elettorale.
20 – Il ministro delle finanze De Stefani annuncia alla Camera il pareggio del bilancio preventivo 1924 -1925.
24 – Pio XI° apre ufficialmente l’Anno Santo.
27 – I giornali d’opposizione pubblicano con vistosi rilievi tipografici un memoriale di Cesare Rossi; sui muri di Roma viene attaccato un manifesto che riproduce il volto di Benito Mussolini sporco di sangue. La situazione ritorna ad essere difficile per il Fascismo.
29 – Tutti hanno la netta sensazione che Mussolini stia per cadere. Già si nominano i successori nelle persone di giolitti, Orlando e Salandra.
30 – Riunione del Consiglio dei Ministri.
31 – I fascisti toscani si radunano a Firenze.
- A Roma i Consoli della Milizia reclamano la possibilità di difendersi dagli attacchi avversari.

1925

GENNAIO (1925)
03 – Mussolini col suo discorso alla Camera, accolto da un delirio d’applausi sfida l’opposizione a denunciarlo all’Alta Corte di Giustizia se essa è realmente convinta della sua colpevolezza sull’assassinio Matteotti, e promette che entro 48 ore sarà stroncato il disordine che l’aventinismo sta riportando sulle piazze d’Italia.
5 – Con l’entrano in vigore dei decreti che limitano la libertà di stampa, ha inizio l’avvento del Governo autoritario. I partiti d’opposizione lanciano l’ultimo manifesto, mentre in tutta Italia diminuiscono sensibilmente gli agguati, i conflitti e le uccisioni.
Alla Camera viene approvata la riforma elettorale con 307 voti contro 33 contrari

FEBBRAIO (1925)
12 – Roberto Farinacci viene eletto Segretario Generale del P.N.F.
13 – Dino Grandi viene nominato Ministro degli Esteri.
18 – Si nomina una Commissione per appianare i dissidi col Vaticano.
- In Somalia e in Eritrea continua l’opera di pacificazione e di colonizzazione.

MARZO (1925)
29 – Centinaia di personalità della cultura Italiana firmano il manifesto di Giovanni Gentile al I° convegno Fascista di Cultura. Si stabilisce la fondazione di un Istituto Fascista di Cultura.
30- Il Re pone la prima pietra alla Casa Madre dei Mutilati.

APRILE (1925)
21 – Partenza dell’idrovolante <<Gennariello>> pilotato dal Comandante De Pinedo per la crociera in Africa e in Asia.

MAGGIO (1925)
01 - Istituzione dell'Opera Nazionale Dopolavoro (O.N.D.) che ha, come primo presidente, il Duca D’Aosta.
02 - L'ordinamento dell'Aeronautica approvato dal Consiglio dei Ministri.
13 – Badoglio nominato Capo di S.M. Generale

GIUGNO (1925)
03 – Mussolini firma un trattato commerciale con la Russia
06 – Si celebra il Giubileo per il 25° anno di Regno di Vittorio Emanuele III°.
28 – V° Congresso del Partito Nazionale Fascista in cui si precisano i capisaldi che stabiliscono come il Fascismo sia un regime che ha una missione storica, nazionale e sociale; che al potere esecutivo sia affidata la funzione costituzionale; che dà pieno riconoscimento alla funzionalità dei sindacati nella Nazione: e che ha, per scopo essenziale ed ultimo, la potenza italiana. << TUTTO NELLO STATO, NIENTE ALL’INFUORI DALLO STATO, NULLA CONTRO LO STATO >> dichiara Mussolini.

LUGLIO (1925)
1-31 -Vengono approvate dal Parlamento le leggi per la stampa e per la riforma dei codici e della pubblica sicurezza. Rimpasto governativo: Mussolini aggiunge alla presidenza e agli esteri il dicastero militare.
Viene nominato il <<Comitato permanete per la <<Battaglia del Grano<<. Volpi sostituisce alle finanze De Stefani che, dopo aver colmato il deficit di 15 miliardi del 1922, le lascia con 209 milioni di avanzo.
16 - Istituzione della Milizia Postelegrafonica.
23 - Costituzione dell' INADEL.
30 – Inizio della Battaglia del Grano.

AGOSTO (1925)
1-31 – Dimissioni di Thaon di Revel che non approva la nomina di Badoglio a Capo di Stato Maggiore. Disordini e tumulti vengono sedati e repressi dai dirigenti fascisti . Volpi regola il debito con l’America. Il Governo al completo e i dirigenti del Partito Fascista si recano al Quirinale per porgere gli auguri a Sua Maestà nel 25° anniversario di Regno.
– Ha inizio l’imponente opera delle bonifiche.

SETTEMBRE (1925)
01 – Una serie di opere archeologiche rimettono in luce il Foro di Augusto.
06 – De Bono, nuovo governatore della Libia, sbarca a Tripoli.
15 – Umberto di Savoia compie il 25° anno di età.
18 – L’azione dell’Aventino s’indebolisce con la perdita dei massimalisti e dei repubblicani.
20-30 – Grandi manovre militari in Piemonte.
23 – Nel castello di Racconigi si celebrano le nozze fra Mafalda di Savoia e Filippo d’Assia.

OTTOBRE (1925)
11 – Convegno agricoltori a Roma per la Battaglia del Grano.
12 – Mussolini consegna la medaglia d’oro alla madre di Filippo Corridoni.
- inaugurato il cavo sottomarino Italia-Sud America
15 – Mussolini si reca a Locarno per presenziare alla conclusione della Conferenza per lo Statu quo territoriale.
17 – Mussolini s’incontra a Locarno con gli onorevoli Briand. Chamberlain, Benes e Skrzynsky.
18 - Istituzione del corpo di polizia metropolitana
26 – Mussolini premia 500 capi-famiglia rurali.
28 – Anniversario della Marcia su Roma. La Milizia conta 300 mila militi, il Partito 9.000 Fasci e 700 mila tesserati.

NOVEMBRE (1925)
04 – Fallisce a Roma il tentativo dell’assassinio di Mussolini ad opera del deputato Tito Zaniboni: la cospirazione finanziata con due assegni di 150.000 lire dal cecoslovacco Masarik era stata incoraggiata da Peppino Garibaldi e dal massone generale Cappello.
05 – Il Governo ordina la sospensione di tutti i giornali antifascisti.
07 – Il Comandante De Pinedo, reduce della crociera di 55,000 chilometri attraverso l’Asia e l’Australia, viene accolto trionfalmente sul Tevere da Mussolini e dal Popolo.
10 – Il Governo in conseguenza al fallito attentato ordina lo scioglimento delle Logge massoniche e del Partito Socialista unitario.
18 – Viene promulgata la più importante legge fascista che stabilisce la disciplina giuridica dei rapporti collettivi di lavoro.
- Gaetano Salvemini e Piero Calamandrei, arrestati alcuni giorni prima perché compilatori del foglio clandestino <<Non mollare>> vengono rimessi in libertà per ordine di Mussolini.
29 – Il governo Fascista ricolloca la Croce sull’arena del Colosseo.

DICEMBRE (1925)
10 – Vengono istituite l'Opera Nazionale per la Protezione della Maternità e Infanzia (O.N.M.I.): e l’unione degli Ufficiali in Concedo e l’opera Nazionale Combattenti.
31 – Viene istituito il Governatore dell’urbe.
31 - S’insedia in Campidoglio Filippo Cremonese, primo <<Governatore>>, di Roma.
L’anno 1925, sbalorditivo per tutte le realizzazioni, per la seria panificazione e per la effettiva ed organica difesa finanziaria viene chiamato <<l’anno della battaglia della lira>> e si chiude con un attivissimo Bilancio su tutti i campi, risultato che suscita l’ammirazione e ancor più l’invidia dei governi del mondo intero.

Admin

Numero di messaggi : 776
Data d'iscrizione : 23.09.08

http://liberapresenza.forumattivo.eu

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cronologia del ventennio fascista

Messaggio  Admin il Mar 25 Mag 2010, 22:50

Segue
1926

GENNAIO (1926)
In Tripolitania e in Pirenaica continuano le azioni di riconquista e di civilizzazione.
01 - Il nuovo ordinamento dell' Esercito approvato dal Consiglio dei Ministri.
04 – Si spegne a Bordighera la Regina madre, Margherita di Savoia.
07 - Istituzione dell'Accademia d'Italia.
17- Condizioni del Governo agli << aventiniani >>.
23 -Mussolini celebra al Senato Margherita di Savoia.

FEBBRAIO (1926)
Il problema dell’alto Adige viene ripreso da Mussolini con energia.
Il prefetto Mori, in Sicilia completa la difficilissima repressione della mafia.
La provincia di Aversa viene liberata dalla delinquenza dei << mazzoni >>.
07 – Accordo italo-egiziano per le frontiere libiche.
15 - Prima mostra del << 900 italiano >> a Milano
26 – A Sestri Ponente, varo del transatlantico Roma, il più grande della mercantile italiana e l’0ttavo del mondo.

MARZO (1926)
12 - Istituzione della Milizia portuaria.
16 – Si conclude alla Corte d’Assisi di Chieti il processo per il delitto Matteotti.
25 - Fondato l'Istituto di previdenza dei giornalisti.
- Istituita la Reale Accademia d’Italia.
30 – Alla segreteria generale del P.N.F. Augusto Turati sostituisce Roberto Farinacci.

APRILE (1926)
03 – Pubblicazione della legge sulla disciplina giuridica dei rapporti di lavoro che affida allo Stato l’arbitraggio dei rapporti fra le categorie. La stessa legge vieta gli scioperi e le serrate.
04 – Si pubblica la legge che istituisce l'Opera Nazionale Balilla.
06 – Istituzione dei Cappellani per l’Opera Nazionale Balilla.
07 – Mussolini dopo aver inaugurato il Congresso Internazionale di chirurgia, all’uscita dell’Ateneo, viene ferito di striscio al naso da una revolverata sparatagli dall’Irlandese Violet Gibson.
08 – Mussolini consegna solennemente ad Amundse il dirigibile Norge, pronto per l’impresa polare. Nello stesso giorno parte per visitare la Libia.
10 – A Roma, dall’aeroporto di Ciampino Umberto Nobile e Roald Amundsen partono a bordo del dirigibile Norge, per il Polo Nord che sarà sorvolato nei giorni 11 e 12. il Norge atterrerà a Teller (Alaska) il giorno 15.
11-12-13-14- Mussolini sbarca a Tripoli accolto trionfalmente dalle autorità italiane e dalle popolazioni libiche. Visita Cabrata, Zuara, Garian, Suk el Giuma, Suk el Gisma, Tagiura, Homs e Leptis Magna.
18 – La gazzetta Ufficiale pubblica la legge che istituisce i Consigli provinciali dell’economia, che assorbiscono tutte le funzioni delle Camere di commercio, i Consigli agrari provinciali, i Comitati forestali, le Commissioni, le commissioni provinciali di agricoltura e i Consorzi agrari. Quattro le sezioni dei consigli provinciali dell’economia: agricolo e forestale, industriale, commerciale, lavoro e previdenza sociale.
20 – Inaugurata la XV Biennale di Venezia da Vittorio Emanuele III°, mentre vengono aperti al pubblico i due musei del Campidoglio.

MAGGO (1926)
02 – Istituzione del Ministero delle Corporazioni.
05 – Il più grande piroscafo italiano, il transatlantico <<Roma>>, viene varato a Sestri Ponente.
08 - Provvidenze per i familiari dei Caduti per la causa nazionale
16 - Istituzione della Milizia Forestale
18 – La meravigliosa impresa polare di Umberto Nobile col dirigibile <<Norge>> riempie d’orgoglio tutti gli italiani in Patria e all’Estero.
27 – L’Italia prende possesso dell’Oasi di Giarabub.
28 – Mussolini illustra al Senato il Trattato di Locarno.

GIUGNO (1926)
02 - Istituito il ruolo dei cappellani militari
03 – Il Governo ordina di ripristinare il Crocefisso nelle aule giudiziarie. Si dà inizio alla crociata contro la bestemmia.
18 - Istituzione dell'Unione Nazionale ufficiali in concedo
20 – Mussolini riceve Paul Morand e Paul Valéry.
24 – Si crea l’Istituto nazionale per i cambi e si risolve l’insoluto trentennale problema della emissione della carta moneta che viene affidata solo alla Banca d’Italia.
26 – Viene pubblicato il testo unico che regola definitivamente il Consiglio di Stato (organo consultivo dello Stato e nello stesso tempo il massimo organo di giustizia amministrativa), in sei sezioni , in cui tre con funzioni consultive e tre con funzioni giurisdizionali.
30 – la gazzetta Ufficiale del Regno conferma l’istituzione della Milizia forestale per la salvaguardia dei boschi e soprattutto dalle speculazioni. Comandate dal Generale Giuseppe Boriani.

LUGLIO (1926)
02 – Istituito il Ministero delle Corporazioni.
08 – Vengono istituiti l’Istituto centrale per le esportazioni e l’Azienda Italiana per il petrolio.
14 – Si stabilisce la pubblicazione della importante Enciclopedia Treccani.
17 – Nominati marescialli d’Italia il duca D’Aosta ed i generali Caviglia, Giardino, Pecori, Girali e Badoglio.
20 – Il Foro d’Augusto e i mercati Traiani vengono ridati alla civiltà romana.
31 - Inaugurazione del Ministero delle Corporazioni

AGOSTO (1926)
02- Istituzione della Milizia portuale
L’Asso dell’area, maggiore De Bernardi, vince a Norfolk, in Virginia, la <<Coppa schneider>> realizzando il record mondiale di velocità in 396 chilometri all’ora.
18 – Mussolini parla a Pesaro: la lira a quota 90.
26 – Balilla e avanguardisti albanesi ricevuti da Mussolini.

SETTEMBRE (1926)
11 – Terzo attentato alla vita di Mussolini: mentre Egli sta percorrendo in auto la via Nomentana, l’anarchico Lucetti, fuoriuscito, ritornato dalla Francia appositamente, gli scaglia contro una bomba, che colpita la macchina ricade a terra esplodendo quando la macchinina si era allontanata. Il popolo di Roma chiama varie volte al balcone Mussolini per sincerarsi della sua incolumità.
16 – Si firma col Primo ministro rumeno, generale Averescu, un trattato di amicizia e di arbitrato italo-romeno.
22 – Gli operai torinesi, coscienti della necessità del momento, rinunciano spontaneamente all’aumento salariale.
30 – incontro Mussolini-Chamberlain a Livorno.

OTTOBRE (1926)
02 – Dal consiglio dei ministri, viene decisa la pena di morte contro gli attentati al re, al reggente, alla regina, al principe ereditario e al capo del governo.
05 – La riforma dello Statuto del Partito Fascista viene approvata dal Gran Consiglio.
10 – Premiazione dei vincitori del secondo concorso per la battaglia del grano.
14 – Mussolini riceve una commissione di giuristi francesi.
28 – La disoccupazione è quasi completamente eliminata: il popolo italiano è polarizzato attorno alla << Battaglia del grano >>per la maggiore produzione, e la <<battaglia della lira>> per la riabilitazione monetaria; si inaugurano grandi opere stradali e ferroviarie nel Mezzogiorno;si allargano e si riattivano i porti di Trieste, Venezia, Palermo, Ancona, Civitavecchia, Cagliari e Genova; si costruiscono scuole, ospedali, palestre; si completano acquedotti, laghi e dighe; si rimarginano torrenti; si intensificano le bonifiche; si danno nuovi impulsi alla organizzazione dell’aeronautica e della marina mercantile che raggiunge il secondo posto nei valori mercantili europei. Tutto ciò mentre il Governo incorpora nelle attività del Partito il Comitato Olimpico Nazionale Italiano (C.O.N.I.) ed istituisce i Gruppi Universitari Fascisti (G.U.F.).
30 – A Reggio Emilia, Mussolini tra le altre cose, afferma: << Fra dieci anni l’Italia sarà irriconoscibile; noi l’avremo trasformata, ne avremo fatta un’altra. Dalle montagne che avremo ricoperto della loro necessaria chioma verde, ai campi che avremo completamente bonificato, alle ferrovie che avremo aumentate, ai porti che avremo attrezzato, perciò l’Italia deve ritrovare la sua anima marinara>>.
31 – A Bologna quarto attentato alla vita di Mussolini. Un proiettile, sparatogli a bruciapelo, fora il cordone del SS. Maurizio e Lazzaro, che gli fascia il petto, lasciandolo miracolosamente illeso. L’attentatore, Anteo Zamboni bolognese, è linciato dal popolo sul posto.

NOVEMBRE (1926)
05 – Il Governo nomina Teruzzi governatore della Cirenaica.
– Il Consiglio dei Ministri, e, a malincuore da Mussolini, vengono approvate le leggi eccezionali per la difesa dello Stato e viene istituito il Tribunale speciale. Nella stessa seduta vengono dichiarati decaduti dal mandato i 129 deputati dell’Aventino. Mussolini riassume il Ministero degli Interni.
11 – A Roma, altro attentato contro Mussolini. L’anarchico Gino Lucetti lancia una bomba, che scoppia in ritardo, contro l’auto del <<Duce>>.
25 – Viene introdotta in Italia la pena di morte per tutte le attività contrarie al fascismo.
27 – Si Stipula il <<Patto di Tirana>> col quale l’Italia ottiene il protettorato sull’Albania.

DICEMBRE (1926)
10 – Tra Stato e il Vaticano si aprono le trattative ufficiali per regolarizzare la Questione Romana.
- Il Governo italiano vieta le pubblicazioni pornografiche e anticlericali.
30 – Il re firma il decreto con il quale il << Fascio Littorio>> è dichiarato emblema dello stato.

1927

GENNAIO (1927)
Il Governo emana i decreti-legge atti a riequilibrare l’economia nazionale.
Il Partito Fascista potenzia i Fasci, i Dopolavori e l’Opera Nazionale Balilla.
02 - Il Governo istituisce una speciale tassa sulle capre, al fine di disciplinare l’allevamento del bestiame caprino, in relazione alla necessità della difesa e dell’aumento del patrimonio boschivo nazionale.
03 – Il Partito Fascista istituisce la <<Leva Fascista>>
05 – Mussolini precisa che il Prefetto rappresenta lo Stato e come tale non deve accettare né consentire ingerenze dal Partito che è al servizio dello Stato stesso.
06 - Il gran Consiglio incarica Bottai, Costamagna e Turati per elaborare coi ministri competenti la << Carta del lavoro >>.
15 – Mussolini riceve la visita del cancelliere dello scacchiere inglese Winston Churchill.

FEBBRAIO (1927)
03 – Istituzione dei Vicariati Apostolici della Pirenaica e della Tripolitania.
11 – Inizia la sua attività il tribunale speciale per la difesa dello stato.
13 – il Governo decide la << tassa sugli scapoli>>.

MARZO (1927)
11 – Alla stazione di Firenze, nonostante i documenti personali falsi, viene arrestato e denunciato per tentato espatrio clandestino, l’ex segretario del Partito Popolare Alice De Gasperi.
20 – Lo Stato acquista il palazzo della Farnesina e lo cede all’Accademia d’Italia.

APRILE (1927)
02 – Mussolini riceve la visita del conte Bethlen, giunto a Roma per la firma del trattato d’amicizia italo-ungherese.
05 – Istituzione dei Consorzi Provinciali Antitubercolari.
21 – Viene approvata e promulgata la <<carta del Lavoro>>, punto basilare dello Stato Corporativo. Essa, tra l’altro, prevede la collaborazione dei diversi fattori della produzione nel quadro del benessere della Nazione; il coordinamento delle leggi per la previdenza e l’assistenza ai lavoratori e l’aggiornamento delle leggi protettive del lavoro. La <<Carta del Lavoro>>, mentre innalza l’Italia al primo posto rispetto le altre nazioni del mondo per i provvedimenti sociali, provoca una violente reazione da parte dei comunisti russi.

MAGGIO (1927)
15 – Il Consiglio dei Ministri, sotto la presidenza di Mussolini, stabiliste che vengano istituiti i <<Consigli provinciali dell’economia >>. Che sostituiranno le Camere di commercio e tutte le loro attività.
22 – Mussolini invia all’ambasciatore degli stati Uniti un messaggio di rallegramenti per la trasvolata atlantica compiuta dall’americano Lindberg.
24 – Su disposizione del segretario del partito Turati, tutti gli stipendi e i salari vengono ridotti del 10%.
26 – Mussolini pronuncia alla Camera il discorso dell’Ascensione.
28 – Mussolini istituisce il << bosco del littorio >> che dovrà sorgere in ogni comune italiano. Il rimboschimento, il verde e l’albero, sono stati tra i programmi del fascismo.
30 – A Bologna, Re Vittorio Emanuele inaugura, deponendovi una corona d’alloro e accendendovi una lampada votiva, la cappella dedicata ai caduti fascisti.

GIUGNO (1927)
01 – La III° internazionale, in risposta alla <<Carta del Lavoro>>, rivolgendosi ai contadini, gli operai e ai militari di tutto il mondo, lancia un manifesto contro il Fascismo,
13 - Istituita la discoteca di Stato.
16 – Mussolini, ad Ostia, saluta De Pinedo e Del Prete di ritorno dalla crociera atlantica Sesto Calende – Buenos Aires – New York.
- Viene emanata la legge che affida all'O.N.C. la bonifica agricola.
28 – Mussolini riceve a villa Torlonia una missione Yemenita.

LUGLIO (1927)
Il bilancio dell’esercizio 1926-1927 risulta attivo di 405 milioni.
01 - Il Fascismo decreta il << blocco degli affitti >>.
30 – Il Consiglio delibera il riordinamento generale della Croce Rossa e la sistemazione di tutti i cimiteri di guerra

AGOSTO (1927)
Mussolini riceve le visite del re di Bulgaria, degli sceriffi di Londra e del ministro degli Esteri argentino.

SETTEMBRE (1927)
07 - Stanziamento dei fondi per la bonifica integrale.
08 – Al Terzo Congresso Internazionale per l’organizzazione scientifica del lavoro, Mussolini pronuncia il discorso in tedesco, in francese e in inglese.
09 - Prima mostra nazionale del grano a Roma.
14 - Mussolini a conclusione della firma di un trattato di commercio itali-lituano, offre un ricevimento in onore del Presidente lituano Valdemars.
27 – Nasce, a villa Carpene, in Romagna, il quartogenito di Mussolini, Romano

OTTOBRE (1927)
09 – Premiazione dei vincitori del concorso annuale per la <<battaglia del Grano>>.
28 – Quinto anniversario della marcia su Roma. Si inaugurano 1486 opere pubbliche. Nella graduatoria per nazioni ai <<Giochi mondiali universitari>> l’Italia si classifica al primo posto.
30 – Una divisione navale italiana, comandata dal principe di Udine, entra nel porto di Tangeri per manifestare la decisa volontà del Governo italiano di far parte dell’amministrazione internazionale de quella città.

NOVEMBRE (1927)
In Somalia si completa la pacificazione con la sottomissione dell’ex sultano dei Migiurtini. In Cirenaica s’inaugura la nuova ferrovia Bendasi-Barce. Ospite di Ras Tafari, il duca degli Abruzzi si reca in Etiopia a capo di una missione.
10 – Il premio Nobel per la letteratura viene assegnato alla scrittrice italiana Grazia Deledda.
12 – Giunge a Roma Re Fuad d’Egitto.
23 – In risposta all’alleanza franco-jugoslava, Mussolini firma con il Presidente Ahmed Bej Zogu un trattato di alleanza difensiva italo-albanese.

DICEMBRE (1927)
02 – Il direttore generale della Pubblica Sicurezza Bocchini crea l’ispettorato per la vigilanza sui movimenti politici clandestini che viene contrassegnato con la sigla <<Ovra>>.
15- Istituzione Vicariato di Mogadiscio.
20 – Mussolini ordina il rilascio di duecentocinquanta (su seicento) confinati.
21 – Si conclude la battaglia finanziaria con la stabilizzazione della lira e la abolizione del suo corso forzato.

1928

GENNAIO (1928)
06 - Iniziativa della Befana Fascista
15 – Il pilota Donati conquista il record mondiale d’altezza superando i dodicimila metri.
- Il Consiglio dei ministri approva un disegno di legge per la riforma della Camera dei deputati: il numero dei rappresentanti del popolo viene ridotto da 560 a 400.
Durante il mese Mussolini riceve le visite del re dell’Afghanistan, del ministro romeno Titulescu e dei rappresentanti dell’Uruguay.
29 – (l’anno è bisestile) Mussolini, richiama l’attenzione dei prefetti del Regno <<sull’importanza e sulla necessità del rimboschimento, invitandoli nello stesso tempo a svolgere un’azione concreta e organica presso gli enti locali per integrare l’opera governativa provvedendo all’arboramento delle strade comunali e provinciali, con il concorso dei proprietari dei fondi rustici>>.
In oltre viene disposto l’arboramento degli apprezzamenti di proprietà comunali.

FEBBRAIO (1928)
Le Oasi di Angilo e di Gialo, in Cirenaica, vengono occupate dalle truppe italiane.
20 – La Camera approva i provvedimenti di esenzioni tributarie in favore delle famiglie numerose.
29 – Muore a Roma il Maresciallo d’Italia Armando Diaz, Duca della Vittoria.

MARZO (1928)
15 – Il Gran Consiglio viene trasformato in organo costituzionale con funzione consultiva.
16 – La Camera dei deputati approva la nuova legge elettorale maggioritaria.
18 – Il principe Umberto e il duca degli Abruzzi presenziano all’inaugurazione della Cattedrale di Mogadiscio.
29 – L’educazione di tutta la gioventù italiana viene affidata all0opera Nazionale Balilla.

APRILE (1928)
3-5 – Mussolini riceve il ministro degli Esteri turco, Tewefik ruschi Bey e il ministro degli esteri greco, Micalacopulos.
07 – Mussolini fa grazia a cinquecento confinati o ammoniti antifascisti.
09 – Il pilota De Bernardi, su apparecchio italiano, conquista il primato mondiale di velocità aerea, superando i cinquecento chilometri orari.
12 – A Milano, attentato alla Fiera campionaria. Poco prima che giungesse il corteo reale una bomba esplode, nel largo della Fiera, che provoca la morte di 18 persone e il ferimento di altre 40. Il Re Vittorio Emanuele III° resta illeso.
14 – Mussolini riceve il ministro degli Esteri polacco Zaleski.
16 – A Milano, partenza del dirigibile Italia, al comando del Generale Umberto Nobile, per la trasvolata del Polo Nord,che viene sorvolato il 24 maggio. Il giorno dopo perde quota e cade sul pack. 7 membri della spedizione perdono la vita. I nove superstiti, guidati da Nobile, issano la famosa << tenda rossa >>, che permetterà di ritrovarli in vita.
25 – Istituzione dei Comitati Intersindacali che costituiscono la premessa dello Stato Corporativo.

MAGGIO (1928)
06 – Terzo Congresso Nazionale dei Sindacati Fascisti,Inaugurato alla presenza dell’esponente della seconda Internazionale e direttore dell’Ufficio ginevrino del lavoro, Albert Thomas.
29 – i piloti Ferrarin e del Prete conquistano i due primati mondiali di durata e di distanza su circuito chiuso.
30 – Viene firmato un trattato di amicizia italo-turco.

GIUGNO (1928)
03 – Mussolini si reca a Orbetello ove accoglie Balbo e i suoi piloti reduci dalla crociera mediterranea.

LUGLIO (1928)
Nel corso del mese il Governo fascista firma un trattato di commercio con l’Ungheria, un accordo con la Persia, addiviene ad un accordo internazionale per Tangeri e inizia conversazioni col Governo cinese di Nanchino.
01 – Mussolini riceve i mutilati allogeni dell’Alto Adige.
03 - 05 – Arturo Ferrarin ( 1895 – 1941) e Carlo Del Prete ( 1897 – 1928) a bordo di una Savoia - Marchetti S.64 percorrono il tragitto Roma Porto Natal (Brasile), superando di oltre 300 chilometri il record mondiale di distanza in linea retta.
17 – a Cavour muore l’ex Presidente del Consiglio Giovanni Giolitti.
24 - Ordinamento dell'istituto Nazionale Luce.

AGOSTO (1928)
04 – firma di un trattato italo-abissino.
15 – Gli atleti universitari italiani conquistano a Parigi, per la seconda volta, il primo posto ai <<giochi mondiali>>.
27 – A Parigi la firma dello <<storico >> patto Briand – Kellog che condanna il ricorso alla guerra per la risoluzione delle controversie tra gli Stati. Vi aderiscono 24 nazioni che poi saliranno a sessante.

SETTEMBRE (1928)
20 – Rocco riferisce al Gran Consiglio sulla riforma dei codici.
– Costanzo Ciano annuncia un avanzo di 220 milioni circa nell’esercizio delle ferrovie, delle poste, dei telegrafi e dei telefoni 1927-1928.
23 – Firma di un trattato di amicizia italo-greco.

OTTOBRE (1928)
28 – Anniversario della marcia su Roma. Si inaugurano 2940 opere-pubbliche e si bruciano titoli del debito pubblico offerti all’erario dai cittadini italiani, per 281 milioni di lire.

NOVEMBRE (1928)
01 – Si iniziano gli scavi del circo Massimo e della Domus augustiniana.
04 – Vittorio Emanuele III° e Mussolini inaugurano la Casa dei Mutilati.

DICEMBRE (1928)
01 - Istituzione della Milizia della Strada
09 - Il Gran Consiglio diviene organo costituzionale
23 – Muore a Bordighera il Maresciallo d’Italia Cadorna.
24 – Si vota la legge per la <<bonifica integrale>>.
Continuano nel massimo segreto le trattative tra Chiesa e lo Stato per la soluzione della <<Questione Romana>>.

1929

GENNAIO (1929)
Il Consiglio dei ministri approva i seguenti provvedimenti: preferenza ai coniugi con figli nell’assunzione agli impieghi e nell’assegnazione delle case popolari; tutela per le impiegate e le operaie durante la gravidanza. Approva lo statuto dell’accademia d’Italia e un piano di costruzioni navali e crea una fondazione per i figli degli italiani all’estero.
Baglio viene nominato governatore della Libia, mentre graziani passa al comando delle truppe.

FEBBRAIO (1929)
2 – Si insedia sotto la presidenza di Guglielmo Marconi il Consiglio nazionale delle ricerche
11 – Al palazzo del Laterano in Roma Mussolini, capo del Governo italiano, e il Cardinale Pietro Gasparri, Segretario di stato di Sua Santità Pio XI, sottoscrivono il trattato che chiude definitivamente la Questione Romana, e il Concordato, che regolarizza i rapporti tra lo Stato e la Chiesa, col quale il Re riconosce la sovranità del Papa sulla città del Vaticano, e il Pontefice quella del Re sullo Stato italiano con capitale Roma.
Il popolo italiano felice per l’avvenimento acclama il Papa, il Re e Mussolini, mentre tutto il mondo riconosce il grande merito del fascismo per aver risolto il problema che invano avevano cercato di risolvere i più grandi uomini della Storia d’Italia.

MARZO (1929)

10 - Prima Assemblea quinquennale dell'Italia Fascista al Teatro dell’Opera, nel corso della quale Mussolini, comunica che dei 5.046 imputati, in virtù delle leggi speciali emanate dal Consiglio dei ministri il 5 novembre 1926, al tribunale speciale, ne sono stati assolti 4.000, di aver concesso 60.000 udienze, di aver avviate 1.887.112 pratiche di cittadini pervenute alla sua segreteria particolare.
11 – Ordinamento delle legioni libiche della Milizia.
24 – elezioni plebiscitarie a favore del Fascismo. I risultati sono: su 9.673.000 elettori votano 8.663.412 di cui 8.519.559 favorevoli al governo, 135.761 contrari, voti nulli o contestati 8.092.
All’inaugurazione della XXVIII Legislatura il Re Vittorio Emanuele III dirà ai senatori e deputati riuniti in sessione unica, il 20 aprile: << Le elezioni plebiscitarie del 24 marzo hanno dimostrato su quali forze vaste e disciplina possa contare il Governo Fascista! >>.

APRILE (1929)
02 – Mussolini s’incontra con Chamberlain a Firenze.
20 – s’inaugura la XXVIII Legislatura, il Re Vittorio Emanuele III dirà ai senatori e deputati riuniti in sessione unica, il 20 aprile: << Le elezioni plebiscitarie del 24 marzo hanno dimostrato su quali forze vaste e disciplina possa contare il Governo Fascista! >>.
- Si inaugura la Fiera di Tripoli.
26 - L'Opera Nazionale Balilla, dà inizio ai campi DUX, che sorgono ovunque.

MAGGIO (1929)
25 – Mussolini Parla al Senato sui Patti Lateranesi.
29 - Istituzione della Milizia Universitaria.

GIUGNO (1929)
18 – Il Consiglio dei ministri delibera l’istituzione dell’Opera Nazionale per gli orfani di guerra.
- Partecipano al <<Campo Dux>> realizzato A Roma, dall’Opera Nazionale Balilla 15.000 avanguardisti mentre altre mille s’imbarcano sul <<Cesare Battisti>> per la crociera mediterranea.
19 – All’Aja, conferenza per ridurre le riparazioni imposte alla Germania dopo la prima Guerra Mondiale.

LUGLIO (1929)
01 – Entra in vigore la legge per la bonifica integrale.
03 – Mussolini presiede la Corporazione dei cereali.
25 – Il Papa Pio XI (Achille Ratti) esce per la prima volta, dopo il 1870, dal Vaticano, ponendo fine alla clausura dei pontefici, e benedice la folla in piazza S. Pietro.

AGOSTO (1929)
18 - La lira raggiunge quota 90

SETTEMBRE (1929)
03 – Nasce a villa Carpene Anna Maria Mussolini.
06 - Prima Fiera del Levante a Bari.
12 – Su disposizione del Governo, il Ministero della pubblica istruzione prende il nome di << ministero dell’educazione nazionale >> e il conte Cesare Maria De Vecchi di Val Cimon ne diventa il titolare.
14 – Gran rapporto del Fascismo a Roma.
16 – L’ufficio personale di Mussolini viene trasferito da palazzo Chigi a palazzo Venezia.
24 – Mussolini riceve a villa Torlonia 400 <<Figli d’Italia>> venuti dagli Stati Uniti, e ricorda loro di essere sempre leali e fedeli cittadini americani, senza scordare la patria d’origine.

OTTOBRE (1929)
24 – Fallisce l’attentato contro la vita del principe Umberto di Savoia compiuto dal fuoruscito De Rosa a Bruxelles.
27 – Mussolini inaugura in Campidoglio l’Accademia d’Italia che annovera tra le sue fila Guglielmo Marconi.
28 - Anniversario della Marcia su Roma. S’inaugurano 9.697 opere pubbliche per l’importo complessivo di 3 miliardi 740 milioni.
Vengono istituiti i Provveditori alle opere pubbliche per il Mezzogiorno, l’Alto Commissario a Napoli, l’Ispettorato speciale per la Maremma, l’Ufficio Centrale di Statistica, l’Archivio Storico Fotografico, l’Azienda e Milizia della Strada.

NOVEMBRE (1929)
15 – Dalla Romagna si trasferisce a Roma la Famiglia di Benito Mussolini.
27 - Si concludono le operazioni per la conquista del Fezzan.

DICEMBRE (1929)
05 – I Sovrani d’Italia si recano per la prima volta in visita ufficiale al Pontefice.

1930

GENNAIO (1930)
Il 1930 si apre con una serie di atti terroristici nella Venezia Giulia, provocati dalla banda Orjuna, su istigazione dei fuorusciti di Francia.
Alcune bombe scoppiano al Faro della Vittoria a Trieste: il Fascista Blasina viene assassinato sul Carso: tre operai e Guido Nevi periscono investiti da una bomba che distrugge la sede de <<Il popolo di Trieste>>.
Omicidi, aggressioni armate, rapine, incendi, spionaggi, sabotaggi etc. a danno dell’Italia sono il triste risultato dell’attività antifascista in Francia.
03 – A Roma, muore il quadrunviro Michele Bianchi, ministro dei lavori pubblici.
08 – Umberto Primo di Savoia sposa la principessa Maria Josè del Belgio.
20 – Tra i governi del Belgio, Francia, Germania, Italia, Giappone, Gran Bretagna e Svizzera, viene creata la BRI (Banca dei regolamenti internazionali). La sede è a Basilea. L’atto costitutivo e lo statuto verranno ratificati a Roma il 27 febbraio 1930 dai Governanti delle Banche centrali dei Paesi fondatori e dai rappresentanti di un gruppo di Banche americane.
21 – Si apre in Inghilterra la <<Conferenza Navale di Londra>> nella quale l’Italia chiede parità navale con la Francia in riconoscimento della reale potenza raggiunta nel Mediterraneo e in Europa.

FEBBRAIO (1930)
03 – Muore a Roma il quadrunviro della Rivoluzione, Michele Bianchi.
05 – Mussolini unitamente al cancelliere Schober firma un trattato d’amicizia italo-austriaco.
07 – Il Segretario del Partito Fascista, Augusto Turati, si reca in visita al Papa ricevuto con grande solennità di cerimoniale.
10 – A Trieste, attentato contro il giornale <<Il popolo di Trieste>>. Il giornalista Guido Neri muore per le ferite riportate.

MARZO (1930)
01 – Il Governo italiano protesta ed esige ampie riparazioni dal Governo di Nanchino per l’assassinio dei Missionari salesiani, Monsignor Versiglia e Don Caravario.
08 – Graziani assume il comando delle truppa in Cirenaica.
15 – Viene inaugurata a Roma la scuola di giornalismo.
27 – Grande successo degli esperimenti di Guglielmo Marconi che a bordo dell’ <<Elettra>> riesce a comunicare per radio telefono da Genova con l’Australia e accende le lampade della esposizione di Sidney a 9.700 miglia di distanza.

APRILE (1930)
22 – Mussolini inaugura in Campidoglio il nuovo Consiglio Nazionale delle corporazioni.
24 – Si celebrano le nozze tra Galeazzo Ciano ed Edda Mussolini.
27 – Vengono varati contemporaneamente quattro incrociatori: <<Zara>>, <<Fiume>>, <<Alberto da Giussano>>, <<Giovanni dalle Bande Nere>> e il sommergibile <<Delfino>>.
30 – Il Consiglio dei ministri approva un piano navale per il potenziamento della flotta.

MAGGIO (1930)
11 – Mussolini parla all’Accademia navale di Livorno.
22 – I mutilati di Milano offrono a Mussolini un bastone di comando.
- il Governo per fronteggiare la crisi economica che da tempo si è abbattuta su tutto il mondo, interviene soccorrendo le imprese pericolanti con una serie di provvedimenti di carattere finanziario.

GIUGNO (1930)
15 – Mussolini propone la soppressione della ricchezza mobile sui salari degli operai.

LUGLIO (1930)
Un tremendo terremoto si abbatte su Potenza, Foggia e Avellino causando la morte di 1.400 persone.
28 - Il Governo provvede tempestivamente ai soccorsi urgenti e alla ricostruzione dei paesi distrutti.

AGOSTO (1930)
20 - Muore a Cesenatico Sandrino Mussolini figlio di Arnaldo. Il popolo tutto partecipa al dolore della famiglia Mussolini.

SETTEMBRE (1930)
14 – Augusto Turati si dimette da Segretario del P.N.F. e gli succede Giovanni Giurati.
28 – Il negus Hailé Selassié conferisce a Mussolini il gran Cordone di Salomone, massima onorificenza etiopica.

OTTOBRE (1930)
16 - Approvato lo stato giuridico della Milizia.
17 - Affidata ai Fasci all'estero l'assistenza agli emigrati.
25 – Ad Assisi la principessa Giovanna di Savoia sposa Boris III, Zar di Bulgaria.
28 – Si inaugurano, in occasione dell’Anniversario della Marcia su Roma,2338 opere stradali, ferroviarie, idrauliche, idroelettriche, edili e di bonifica. Vengono ridati alla luce i templi di Vesta e della Fortuna, l’Esedra dei mercati Traiani e il teatro Marcello.
- Per la terza volta gli atleti del G.U.F. realizzano il primato ai giochi mondiali disputati a Darmstadt, mentre un altro primato raggiunto dagli atleti italiani a Davos per gli sport invernali riempie d’orgoglio gli ambienti sportivi italiani.

NOVEMBRE (1930)
Vengono pubblicati i nuovi codici penali e di procedura penale.
Le cifre dei tesserati pubblicati dal Fascismo denunziano il potenziamento del partito con questi dati: Fasci maschili 1.046.923; Fasci femminili 99.975; gruppi universitari fascisti 25.440; gruppi assistenti e professori 2.523;totali 1.176.183. L’Opera Nazionale Balilla: Avanguardisti 335.044: Balilla 903.324. nelle 661 Associazioni Sindacali dei Lavoratori. Professionisti ed artisti assommano a 76.692 tesserati mentre gli artigiani a 206.000 collegati in 1.222 associazioni.

DICEMBRE (1930)
1 - La crisi economica induce il governo a riduce del 12% gli stipendi degli statali.
12 – Mussolini parla alla Camera sulla celebrazione della Conciliazione.
17 – Partono da Orbetello agli ordini di Italo Balbo 12 idrovolanti <<S 55>> dando inizio alla crociera Italia-Brasile.
20 – Al teatro Argentino in Roma la prima del dramma <<Campo di Maggio>> di G. Forzano e B. Mussolini.

Admin

Numero di messaggi : 776
Data d'iscrizione : 23.09.08

http://liberapresenza.forumattivo.eu

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cronologia del ventennio fascista

Messaggio  Admin il Mar 25 Mag 2010, 22:59

Segue
1931

Gennaio (1931)
01 – Mussolini trasmette via radio e in lingua inglese un messaggio augurale al popolo americano.
- Vengono ridotte le tariffe per i trasporti a mezzo ferrovie dello Stato.
07 – I 12 idrovolanti italiani giungono felicemente a Porto Natal. Le entusiastiche accoglienze tributate dai brasiliani ai piloti di Italo Balbo dopo la trasvolata oceanica, dicono chiaramente al mondo intero come il Fascismo goda dell’ammirazione universale.
18 – Mussolini firma a Roma con Venizelos un patto d’amicizia italo-greco.
19 - In Cirenaica, vittoriose azioni militari consentano a Graziani di occupare l’oasi di Cufra.
26 – Approvato il primo piano regolatore della Città di Roma.

Febbraio (1931)
03 – a Roma viene arrestato l’anarchico Michele Scirru, venuto da New York con l’intento d’assassinare Mussolini.
07 – L’Italia propone a Ginevra una tregua degli armamenti.
22 - Varo della nave scuola << Amerigo Vespucci >>

Marzo (1931)
01 – Viene stipulato un accordo provvisorio per gli armamenti navali tra Italia e Francia.
02 – Il Consiglio dei ministri crea il <<Maggio musicale fiorentino>>e istituisce il Commissariato del turismo.
05 - Il Gran Consiglio delibera sulle competenze del Tribunale Speciale.
09 – Germania e Austria propongono l’unione doganale tra i due Stati.
L’Italia si rifiuta d’appoggiare la proposta. Il Governo inglese di Mac Donald elogia l’azione del Governo Fascista.
10 - Ha inizio il dissidio tra Azione Cattolica e fascismo. Elementi ostili alla conciliazione fomentano tale dissidio e lo estendono fino a dargli proporzioni allarmanti. La polemica sorge circa i doveri e le responsabilità dello Stato Italiano e dello Stato Vaticano per l’educazione dei giovani.

Aprile (1931)
01 - Censimento generale della popolazione che risulta, oltre gli italiani delle colonie a dell’estero di 41.176.671.
09 – Il negus Hailé Selassié invia un leone in regalo a Mussolini.
26 – aspro contrasto tra Santa Sede e il governo italiano per l’Azione Cattolica, che svolgeva attività politica.

Maggio (1931)
30 – il Governo ordina lo scioglimento di tutte le organizzazioni giovanili che non fanno capo al partito nazionale fascista o all’opera nazionale balilla.

Giugno (1931)
20 – Mussolini aderisce alla proposta del Presidente americano Hoover tendente a concedere una moratoria di un anno per i reciproci pagamenti dei debiti di guerra.
26 – Sempre per combattere la crisi economica, Mussolini, invece di accogliere le proposte di nuovi dazi e di contingentamenti, fa attuare altri provvedimenti in favore degli agricoltori.

Luglio (1931)
04 – Muore a Torino Emanuele Filiberto di Savoia, Duca d’Aosta, comandante dell’invitta terza Armata nella guerra mondiale.
05 – La polemica tra Azione Cattolica e Fascismo si trascina ancora anzi si aggrava e raggiunge la punta massima dell’urto con il personale in del Papa che dichiara di non condividere l’intenzione di Mussolini di avocare a sé il dovere dell’educazione dei giovani. Viene pubblicata l’enciclica <<Non abbiamo bisogno>>.
12 – Mussolini riceve a Roma il segretario di Stato americano Stimson.
13 – A Milano, il Re Vittorio Emanuele inaugura la nuova Stazione ferroviaria, i cui lavori erano iniziati nel 1911.
24 – Mussolini a mezzo del gesuita padre Tacchi Venturi inizia le trattative col Vaticano per arrivare ad un accordo.

Agosto (1931)
03 - Istituzione dei treni popolari
07 – Mussolini riceve in visita a Roma il Cancelliere tedesco Bruning e il ministro degli Esteri Curtius.

Settembre (1931)
02 – Si raggiunge l’accordo per la ricomposizione della polemica tra Azione Cattolica e Fascismo soprattutto per la concorde volontà di pacificazione delle due parti.

Ottobre (1931)
12 – Anniversario della scoperta dell’America, Guglielmo Marconi, da Roma, accende un faro che illumina la statua di Cristo Re a Rio de Janeiro, sulla cima del Corcovaldo, stupendo il mondo.
28 – Anniversario della marcia su Roma. Migliaia di opere pubbliche vengono inaugurate. Per la prima volta dalla Reale Accademia d’Italia vengono assegnati a
scienziati, letterati e artisti i <<Premi Mussolini>> costituiti con denaro offerto dal <<Corriere della Sera>>.
- Mussolini riceve in visita a Roma il Mahatma indiano Gandhi.

Novembre (1931)
07 - inizia la bonifica dell'Agro Pontino.

Dicembre (1931)
07 – Achille Starace sostituisce Giovanni Giurati alla segreteria del Partito Nazionale Fascista.
12- Mussolini impartisce precise disposizioni perché il partito acceleri la sua attività per superare la crisi che si ripercuote negativamente su tutti i settori merceologici. Il Duce conclude che va combatto il disfattismo, causa prima della pesante situazione economica.
15 – Prima rappresentazione al <<Lirico>> di Milano del dramma <<Villafranca>> di G. Forzano e B. Mussolini.
21 – Si spegne a Milano Arnaldo Mussolini, fratello del Duce. Direttore del <<Popolo d’Italia>>, fervente cattolico e preziosissimo collaboratore del Capo del Governo.

1932

Gennaio (1932)
01 – Il Partito Nazionale Fascista riapre le Iscrizioni.
07 – Sua Santità Pio XI fa consegnare a Mussolini le insegne dell’Ordine dello <<Speron d’Oro>>, altissima onorificenza fino allora concessa solo a Capi di Stato.
26 – Il Governatore della Libia, Pietro Badoglio, annuncia definitivamente soffocata la ribellione in Cirenaica.
28 – Mussolini riceve a Roma il principe ereditario d’Etiopia.

Febbraio (1932)
11 – Benito Mussolini, nell’anniversario della Conciliazione, si reca in visita al Santo Padre in Vaticano.
19 – Alla Conferenza per il disarmo di Losanna la Delegazione italiana propone decisivi progetti per la limitazione degli armamenti e l’abolizione delle armi chimiche e battereologiche.
27 – Mussolini riceve la visita del Presidente del Consiglio ungherese Muscianov.

Marzo (1932)
23 – Mussolini riceve lo scrittore Emil Ludwig.

Aprile (1932)
08 – Il Gran Consiglio approva l’Ordine del giorno che sostiene il <<Colpo di spugna>> per i debiti di guerra.

Maggio (1932)
L’Italia, con un discorso del ministro degli Esteri Grandi, alla Camera, denuncia alle grandi potenze le difficoltà del popolo italiano sempre in continuo aumento e privo delle necessarie materie prime a causa della deficienza coloniale. Chiede che gli altri Stati sentano questa esigenza e l’aiutino a risolverla nel miglior dei modi.
Prima edizione a Bologna dei <<Littori dello Sport>> organizzati dal G.U.F..
Torino conquista il titolo di Littore.
22 – Mussolini riceva in Campidoglio gli <<Atlantici>>
28 – Mussolini firma la proroga del trattato d’amicizia italo-turco col Presidente Ismet Pascià

Giugno (1932)
06 – Viene arrestato a Roma l’anarchico Angelo Sbardellotto, inviato dal fuoruscitismo italiano per assassinare Mussolini.
30 – Mussolini inaugura Littoria, al centro della bonifica delle paludi pontine.

Luglio (1932)
20 – Mussolini assume i ministri degli esteri e delle Corporazioni.

Agosto (1932)
Trionfo assoluto di Luigi Beccali nella corsa dei 1.500 metri. Alle olimpiadi di Los Angeles gli atleti italiani conquistano il secondo posto nella classifica per nazioni.
L’Italia apre le porte ai fuggiaschi <<Ustascia>> di Paverich, ferocemente perseguitati dal Governo Jugoslavo.

Settembre (1932)
10 – Nella Repubblica di San Marino con voto plebiscitario vengono eletti nel Consiglio dei Sessanta tutti i candidati del Partito Fascista locale.
19 –Inaugurato a Roma il monumento al Bersagliere.

Ottobre (1932)
17 – Mussolini riceve una delegazione ungherese, condotta dal ministro De Pekar.
- In tutta Italia con entusiastica manifestazione di solidarietà da parte delle masse, si celebra il decennale della marcia su Roma. Vengono inaugurate innumerevoli opere pubbliche tra le quali gli acquedotti di Monferato, di Perugia, del Velletrano; l’autostrada Torino-Milano; la via dell’Impero a Roma. In dieci anni il Fascismo ha bonificato 5.880.769 ettari di terra.
- Si apre a Roma la mostra della Rivoluzione che illustra i sacrifici e le realizzazioni del Fascismo.

Novembre (1932)
14 – Mussolini, alla presenza dei più eminenti intellettuali europei, inaugura, in Campidoglio, il Convegno internazionale <<Volta>> indetto dalla Accademia d’Italia.
24 – Mussolini riceve in visita il presidente del Consiglio Ungherese Gombos.

Dicembre (1932)
06 – Crociera Balbo- De Pinedo nel Mediterraneo orientale.
30 – Mussolini inaugura la città di Littoria sorta dalle zone paludose mercé la costanza e il lavoro dell’operaio italiano.
- Il Governo fascista, per combattere gli effetti disastrosi della crisi mondiale, fa emettere dalla Banca d’Italia un prestito con una serie di sottoscrizioni per un miliardo. Emesso la mattina, il prestito è coperto la stessa sera, mentre in pochi giorni pervengono alla stessa banca donazioni in oro per 200 milioni.
- Con questa imponente e incredibile manifestazione di fiducia del popolo al suo regime, slancio che impressiona favorevolmente tutto il mondo finanziario, si chiude fieramente il 1932.

1933

Gennaio (1933)
14 – Mussolini riceve l’ambasciatore straordinario di Francia De Jouvenal.
21 – il Governo delibera la creazione dell’Iri (Istituto per la ricostruzione industriale), per il risanamento delle industrie in crisi.
30 – L’elezioni di Adolfo Hitler a Cancelliere del Reich tedesco risuscita le preoccupazioni per la difficile situazione europea.

Febbraio (1933)
01 – Si celebra il primo decennio della fondazione della Milizia.
18 – La nazionale di calcio vince a Bruxelles.

Marzo (1933)
02 – Mussolini ritorna a ricevere l’ambasciatore francese De Jouvenal.
Intanto il generale francese Weygand continua a patrocinare una guerra preventiva della Francia contro l’Italia, mentre Belgrado con le stesse intenzioni si accorda con Praga e Bucarest.
12 – Mussolini al fine di eliminare i motivi di contrasto tra Italia, Inghilterra, Francia e Germania fa proporre dall’ambasciatore Aloisi l’idea del <<Patto a quattro>> subito accettata dal Primo ministro inglese Mac Donald e dal ministro degli Esteri Simon.
18 – Mac Donald e Simon arrivano a Roma per definire con Mussolini il progetto della <<Conferenza a Quattro>>.
19 - Muore a Mogadiscio in Somalia Luigi di Savoia. Duca degli Abruzzi.
20 – Colloqui tra Mussolini, Mac Donald e Simon.

Aprile (1933)
10 – Agello conquista il primato di velocità a Madrid.
13 – Vengono a Roma Goering, presidente del Reichstag e il vicecancelliere tedesco Von Papen per caldeggiare una più stretta unione italo–tedesca.
15 – Arriva a Roma il Cancelliere austriaco Dolfuss per assicurare la protezione dell’Italia alla sua politica.
16 – I fiorettisti italiani vincono a Montecarlo.
25 – A Venezia Mussolini inaugura il <<Ponte del Littorio>>. Il ponte translagunare unisce cosi il vecchio porto commerciale della Marittima al nuovo porto industriale di Marghera. Sono presenti il principe Ereditario Umberto e i ministri Di Crollanza e Ciano.

Maggio (1933)
01 – Mussolini riceve l’ambasciatore americano Giorgio Nelson Page.
06 – A Palazzo Venezia di Roma firma degli accordi italo-sovietici tra Mussolini e Levenson.
07 – La nazionale di calcio vince a Praga.
09 – Mentre Hitler parla in favore della conferenza proposta da Mussolini arriva a Roma Goering.
10 – Mac Donald e Roosevelt incoraggiano con messaggi l’iniziativa di Mussolini.
14 – Milano conquista il titolo di Littore ai << Littoriali dello Sport>> di Torino.
20 – Arriva a Roma il ministro della propaganda tedesca Goebbels
21 – Viene posta nell’Agro Pontino la prima pietra della Città di Sabaudia.
- Il Duce premia a Palazzo Venezia i Littori della cultura e dello sport.

Giugno (1933)
07 – Van Hassel per la Germania, Mussolini per l’Italia, Graham per l’Inghilterra e De Jouvenal per la Francia siglano a palazzo Venezia il <<Patto a quattro>>, ideato da Mussolini per "dare all'Europa dieci anni di pace".
09 – Mussolini annuncia al Senato il Patto a Quattro.
29 – Primo Carnera conquista il Campionato mondiale di Pugilato.

Luglio (1933)
01 – Inizia da Orbetello la seconda Crociera Atlantica condotta da Balbo con 25 apparecchi.
14 - Istituzione dell'Azienda autonoma della strada
15 – A palazzo Venezia ha luogo la firma ufficiale del <<Patto a quattro>>.
22 – Mussolini assume il ministero della Guerra.
25 – Ritorna a Roma Gombos per ridiscutere sulla unione austro-ungherese attraverso la restaurazione absburgica. Mussolini esclude tale ipotesi.

Agosto (1933)
05 - Mussolini pone la prima pietra per la fondazione di Sabaudia.
12 – Reduci del trionfo di Cicalo, i trasvolatori atlantici arrivano ad Ostia accolti trionfalmente da Mussolini e dal Popolo.
13 – Discorso di Mussolini agli <<atlantici>> sul Palatino.
15 – Cattaneo conquista il primato di velocità per motoscafi.
16 – Nella traversata dell’Atlantico, il transatlantico <<Rex>> conquista il nastro azzurro.
20 – Mussolini riceve il Cancelliere Dolfuss a Riccione.

Settembre (1933)
02 – A Roma Mussolini e l’ambasciatore sovietico Potenkin firmano un trattato italo-russo di amicizia, non aggressione e neutralità.
08 – Mussolini riceve in visita il principe Starbemberg pretendente al trono d’Austria.
09 – Mussolini incontra per la prima volta Claretta Setacci.
15 – 32 nazioni partecipano ai <<Giochi mondiali universitari>> disputati a Torino: gli atleti italiani ancora una volta conquistano il primato assoluto.
17 – L’atleta Beccali, ritorna a realizzare il primato mondiale sui 1.500 metri in 3’48”.

Ottobre (1933)
08 – Il pilota Cassinelli conquista il primato mondiale per aereo sui 100 Km.
19 – Mussolini riceve in udienza il Capo dei Falangiste spagnoli, Josè Antonio Primo De Rivera.
28 – Anniversario della Marcia su Roma. S’inaugurano la via dei Trionfi a Roma, 6.000 Km di nuove strade, 517 nuovi raccordi ferroviari, 2000 edifici pubblici, 11.000 nuove aule scolastiche, 6.000 fabbricati popolare con 193.000 vani. Inoltre sono stati trasformati 87 porti, 2.193 Comuni sono stati muniti di acquedotti, la potenza delle stazioni idroelettriche è stata quadruplicata.

Novembre (1933)
06 – Mussolini assume i ministeri della Marina e dell’Aeronautica. Italo Balbo viene nominato Governatore della Libia.
07 – Mussolini riceve una nuova vista di Goering.
08 - Assemblea generale del Consiglio delle Corporazioni.
14 – Mussolini definisce i compiti delle Corporazioni.
21 – Mussolini annuncia la vittoria della <<battaglia del grano>>; la produzione dai quaranta milioni di quintali del 1926 è salita a ottantuno milioni.
- Si costituisce l’<< Ente nazionale Risi >>.

Dicembre (1933)
04 – Mussolini riceve in visita il commissario del popolo agli affari esteri della Russia, Litvinov.

1934

Gennaio (1934)
L’anno si apre con una <<rivoluzione>> nelle Confederazioni fasciste.
– Mussolini si incontra, a Roma con il ministro degli Esteri britannico Simon.
6 – Il Consiglio dei Ministri approva la creazione del Parco Nazionale del Circeo, lasciando a bosco quella parte dell’antica selva di Terracina, recentemente acquistata dall’Agenzia di Stato per le foreste demaniali.
11 - Costituzione dell'Istituto di Sanità.
13 – Mussolini presenta la legge sulle Corporazioni.
18 – la 28° legislatura della Camera vie sciolta. Entro il 9 febbraio gli enti competenti dovranno presentare proposte di candidati alla segreteria del Gran Consiglio del Fascismo e per il 25 marzo è convocato il collegio unico nazionale per l’approvazione della lista dei deputati designati, formata dal Gran Consiglio. Il senato e la nuova camera saranno convocati il 28 aprile.
22 – l’ambasciatore del Brasile consegna a Mussolini le insegne dell’ordine
23 – Il Senato, come il Consiglio dei ministri il giorno 6, approva il disegno di legge per le Corporazioni.

Febbraio (1934)
02 – Mussolini fa presentare a Ginevra dal rappresentante italiano , un memorandum sul disarmo e sul divieto della guerra chimica e dei bombardamenti delle popolazioni.
06 – Mussolini riceve il delegato austriaco a Ginevra, barone Pfugel, venuto espressamente a Roma per smentire alcune frasi di Otto d’Asburgo contro il fascismo.
13 – A Roma si incontrano Dollfuss con mussolini, che gli promette di difendere l’Austria da qualsiasi mira annessionistica di Hitler.
16 - La settimana di 40 ore dichiarata << permanente >> dal Gran Consiglio
20 – Mussolini lancia l’idea di risolvere il problema ebraico creando uno Stato israelita in Palestina.
25 – A Roma Mussolini concorda col lord del Sigillo privato britannico Antony Eden, un piano d’azione per il disarmo.

Marzo (1934)
07 – A palazzo Venezia Mussolini, Gombos e Dollfuss firmano i <<Protocolli di Roma >>.
02 - Elevato alle glorie degli altari Don Giovanni Bosco.
23 – Il secondo plebiscito decreta un totale successo al regime Fascista.

Aprile (1934)
01 – Il Re inaugura Sabaudia, sorta nell’agro redento. Si inaugurano centinaia di opere pubbliche e vengono varate navi da guerra.
26 – A Firenze si svolge la prima edizione dei << Litorali della cultura e dell’arte>>.
30 – Sentito il parere del Comitato corporativo Centrale, Mussolini firma i decreti istitutivi delle prime otto corporazioni a ciclo produttivo dell’agricoltura, dell’industria e del commercio.

Maggio (1934)
04 – A Milano, ai <<Littoriali dello Sport>>, il G.U.F. milanese si riconferma Littore.
26 – Mussolini rigetta la richiesta di Delcroix che vuole proporlo alla candidatura del premio Nobel per la Pace.

Giugno (1934)
10 – 823 membri dei Consigli delle Corporazioni s’insediano in Campidoglio.
- La squadra nazionale di calcio vince i campionati del mondo, battento la Cecoslovacchia per 2 a 1.
14 – A Venezia incontro tra Mussolini e Hitler. I quali non si capiscono, il Duce manterrà i rapporti freddi e staccati per un pò di tempo.

Luglio (1934)
25 – Il Cancelliere austriaco Dollfuss viene assassinato a Vienna.
Quattro divisioni italiane vengono tempestivamente schierate alla frontiera austriaca per vietare l’Anscluss. Francia e Inghilterra, che pur avevano l’impegno d’intervenire, non si muovono.

Agosto (1934)
6 – Mussolini inaugura la V Fiera del Levante di Bari, dove è anche in atto la terza mostra forestale e montana << Arnaldo Mussolini>>.
21 - Mussolini si incontra a Firenze con Kurt Schuschnigg nuovo cancelliere austriaco.

Settembre (1934)
10 – A Bagni di Lucca per la prima volta viene assegnato il premio <<Poeti del Tempo di Mussolini>>.
- Il Re visita la Somalia.
18 – Il Consiglio dei ministri istituisce l’istruzione pre e post-militare obbligatoria.
Articolo di Mussolini << La razza bianca Muore?>>

Ottobre (1934)
09 – Assassinati a Marsiglia da un rivoluzionario macedone, Alessandro I° Re di Jugoslavia e il ministro degli esteri francese jean Luis Barthon.
21 - Il Re Vittorio Emanuele si reca in Somalia. Mussolini è invece a Milano per un’adunata <<oceanica>> in piazza del Duomo.
28 – Anniversario della marcia su Roma in tutta Italia si inaugurano migliaia di opere pubbliche tra le quali la via del Circo Massimo a Roma; la nuova stazione marittima a Trieste; il nuovo serbatoio di Porto Corsini a Ravenna; l’impianto idrovoro di Maccarese; il Littoriale di Bologna; la diga di Belice; la diga di Tirso; la diga e il <<polmone>> di Vannino; Il palazzo di giustizia di Bari; le nuove case coloniali di San Cataldo di Lecce. Si sono completate oltre la bonifica di Meteponto, quella parmigiana e quella ferrarese. Si vara l’incrociatore <<Montecuccoli>> mentre nei cantieri di Genova e di Trieste s’impostano le due corazzate di 35.000 tonnellate <<Littorio>> e <<Vittorio Veneto>>.

Novembre (1934)
04 – Il Consolato italiano di Gondar viene assalito ingiustificatamente da una banda di abissini armati.
07 – Mussolini si incontra con Gombos a Roma.
08 - nomina dei Consigli delle 22 corporazioni che verranno solennemente insediati il 10 nella sala Giulio Cesare in Campidoglio da Mussolini.
19 – Funerali del cardinale Gasparri a Roma

Dicembre (1934)
03 – Costituita ufficialmente la colonia della Libia.
05 - incidente di Ual-Ual. Una guarnigione italiana posta sul confine tra la Somalia e l'impero etiopico è attaccata.
Viene assegnato il premio Nobel per la letteratura allo scrittore Luigi Pirandello:
08 – In difesa della lira, il Consiglio dei Ministri fa obbligo a tutti i possessori di valuta estera di cederla immediatamente all’Istituto nazionale per i cambi. In oltre è fatto rigoroso obbligo a ogni cittadino italiano, e a tutte le banche, banchieri, ditte società e alle persone giuridiche di qualsiasi natura di nazionalità italiana, avente sede nel Regno e nei possedimenti di dichiarare i titoli esteri e i titoli italiani emessi all’estero da loro posseduti, anche se depositati all’estero.
19 – Mussolini, nell’agro redento, pone la prima pietra di Pontinia mentre dichiara costituita la provincia Littoria.

1935

Gennaio (1935)
07 - A Roma Mussolini e Laval firmano gli accordi italo-francesi.
29 – Mussolini invita il Governo inglese alla discussione circa la questione abissina.

Febbraio (1935)
- Compromessi gli accordi di Roma del patto franco-inglese che Laval e Fladin firmarono a Londra con Mac Donald.
- La Gran Bretagna fa presidiare il porto di Gibilterra da una sua squadra navale.
11 – Inizia la mobilitazione dell’esercito italiano in vista della spedizione in Africa Orientale.
12 – Giunge in Italia, dono degli italiani di San Francisco (California), una antenna eccezionale tratta dal fusto di uno dei secolari alberi delle foreste californiane, perché venga issata nel Foro Mussolini. L’antenna è alta cento metri!
23 – Da Messina partono le prime truppe dirette in Etiopia.
- Il Consiglio dei ministri delibera la costituzione del parco nazionale del Circeo.

Marzo (1935)
07 – Il generale Rodolfo Graziani viene nominato governatore della Somalia.
09 - Una grave preoccupazione pesa sul mondo: Hitler, sfidando le condizioni di Versailles, costituisce un’aviazione militare e stabilisce la coscrizione obbligatoria.
16 – L’Etiopia sottopone la vertenza con l’Italia alla Società delle Nazioni,
- L’Esercito ordina la mobilitazione della classe 1911 per l’A.O.I.
28 – Il Generale Emilio De Bono viene nominata comandante delle truppe italiane in Africa Orientale.

Aprile (1935)
11 – Le truppe italiane occupano Ocrida sul Fronte greco-albanese.
11 – 14 - a Stresa, Conferenza internazionale tra Italia, Francia e Inghilterra per la ricerca di un accordo comune contro l’espansionismo tedesco.
16 – Mussolini riceve a Roma il ministro degli Esteri austriaco principe Starbemberg.
21 – entra in vigore il <<Sabato Fascista>>, in forza dell’art. 5 della legge n. 370 del 22 febbraio 1934.
- Assegnati a Roma i <<Littoriali della cultura e dell’arte>>.
28 - Il Governo fonda Guidonia.

Maggio (1935)
Mussolini preannuncia in Senato l’impresa etiopica.
01 - Mussolini riceve i rappresentanti della conferenza internazionale degli studenti d’ogni parte del mondo.
02 – Mussolini s’incontra a Roma col ministro degli Esteri ungherese, Suvich.
04 – Si dà inizio alla costruzione di una grande strada che fiancheggia il litorale libico, dal confine egiziano a quello tunisino.
07 – Il Governo dispone energici provvedimenti in risposta alla mobilitazione abissina e al traffico di armi fra Inghilterra e Etiopia.
24 – La società delle Nazioni decide di sollecitare la procedura arbitrale tra Italia e Etiopia.
Il G.U.F. milanese ancora una volta viene proclamato Littore ai <<Littoriali dello sport>> svoltisi a Milano.

Giugno (1935)
02 – A Ginevra vengono inclusi nelle varie commissioni della Conferenza internazionale del lavoro. I rappresentanti delle organizzazioni sindacali italiane i quali fanno subito approvare la loro proposta di stabilire la settimana delle quaranta ore lavorative.
19 – L’Etiopia chiede alla Società delle Nazioni l’invio di osservatori neutrali alle due frontiere.
25 - Incontro Mussolini-Eden, per la questione etiopica. I colloqui non portano ad alcun accordo.
27 – Mussolini trebbia il primo grano di Sabaudia.

Luglio (1935)
Fallita l’assurda missione Eden, in Inghilterra la chiesa anglicana si scaglia contro l’Italia e spinge il Governo e i gruppi politici inglesi a predisporre le sanzioni contro l’Italia, mentre il Negus indice la guerra santa.
- Il Governo etiopico ordina la mobilitazione generale.

Agosto (1935)
07 – Muore Luigi Razza, in volo verso l’A.O.I.
20 – Si svolge a Bagni di Lucca, la seconda edizione del premi <<Poeti del tempo di Mussolini>>.
24 – Vittorio e Bruno Mussolini partono per l’Africa.

Settembre (1935)
12 – La Gran Bretagna disloca, a titolo intimidatorio, la sua flotta nel Mediterraneo.
14 – Il Governo rafforza la difesa della Libia, particolarmente al confine egiziano.
15 – Pietro Ingrao vince il premio <<poeti del tempo di Mussolini>>
18 – Fallito l’arbitrato ginevrino, il Governo inglese riporta la questione al Consiglio di Ginevra.
26 – Alla Società delle Nazioni, dopo il nulla di fatto del Comitato dei Cinque, il consiglio dei Tredici stabilisce l’applicazione delle sanzioni contro l’Italia.

Ottobre (1935)
02 – Mussolini annuncia la Guerra contro l’Etiopia. Il Popolo italiano raccolto in tutte le piazze d’Italia accoglie la notizia con grande entusiasmo.
03 – Scoppia la guerra d’Africa, le truppe italiane varcano da nord e da sud le frontiere abissine; sono prese subito Adua e Adigrat.
10-11 – A Ginevra, la Società delle nazioni decide di applicare le sanzioni economiche e finanziarie nei confronti dell’Italia. Cinquantuno nazioni, asservite alla volontà inglese, votano contro l’italia, Si astengono i delegati dell’Austria e dell’Ungheria.
12 – Il fuoruscitismo italiano, unitamente ai rappresentanti dell’antifacismo italiano e a favore delle sanzioni.
14 – De Bono sopprime la schiavitù nei territori occupati.
15 – Ras Gugsà con le sue truppe passa dalla parte italiana.
16 - Le truppe italiane occupano Axum.
28 – L’anniversario della marcia su Roma si celebra in un clima di guerra.
29 – Il Governo Fascista, in previsione dell’entrata in vigore delle sanzioni, decide misure di limitazione e di restrizione di molti generi di consumo…
31 - Inaugurazione della Città Universitaria a Roma

Novembre (1935)
08 - Occupati Makallè e il nodo di Gorahei.
16 – Emilio De Bono viene nominato maresciallo d’Italia, e richiamato in patria.
18 - Una data storica per il fascismo. Entrano in vigore le sanzioni economiche contro l'Italia. Il paese reagisce di slancio contro le "inique sanzioni": E’ autarchia.
26 - Il Maresciallo Pietro Badoglio succede a De Bono nella carica di Alto Commissario dell’Africa Orientale e Comandante supremo.
30 – Achille Starace emana norme rigorose per l’abolizione dell’albero di natale. I Segretari federali dovranno fare osservare questa disposizione a scanso di pesanti sanzioni.

Dicembre (1935)
02 -Adunata a Roma delle Madri e Vedove dei Caduti.
07 – Discorso di mussolini sulle sanzioni.
08 – Parecchi vescovi offrono alla Patria le loro collane pastorali d’oro.
11 – Il progetto di conciliazione, presentato da Hoara e Laval, prontamente accettato da Mussolini viene respinto dal Negus.
18 – Si celebra << La Giornata della Fede>>. Il plebiscitario concorso di popolo sbalordisce il mondo. Tutte le donne d’Italia, con in testa la Regina Elena, offrono i propri anelli nuziali alla Patria.
- Mussolini Inaugura la città di Pontinia.

Admin

Numero di messaggi : 776
Data d'iscrizione : 23.09.08

http://liberapresenza.forumattivo.eu

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cronologia del ventennio fascista

Messaggio  Admin il Mar 25 Mag 2010, 23:07

Segue
1936

Gennaio (1936)
01 – Mussolini riceve il giornalista francese Le Crix:
15-22 – Il Generale Rodolfo Graziani sconfigge ras Destà ed occupa Neghelli. Il gen. Dall’Ora, disubbidendo all’ordine del gen. Badoglio di sgomberare l’Uarien, affronta le truppe abissine di Cassa Darghiè, le mette in fuga e consolida la posizione.
30 - Istituita la Mostra d'Arte cinematografica di Venezia

Febbraio (1936)
05 – Mentre la Ely Brothers, col consenso del Governo inglese, fabbrica e fornisce agli abissini le pallottole dum dum, Lloyd George, Salter e Lanabury riconoscono ai Comuni le ingiustizie di Versailles e i vitali bisogni dell’Italia, nazione proletaria.
- Approvata dal Gran Consiglio la << Carta della Scuola >>
08 – Occupazione di Malaga da parte dei volontari italiani.
10-16-28 – in Etiopia , con la battaglia dell’Endertà sconfitta delle l’esercito del ras Mulughietà. Conquista dell’Ambra Aradam. Battaglia del Tembien e sconfitta dei ras Cassa e Sajum. Alpini e legionari conquistano Amba Alagi.
- A Venezia i <<Littoriali della Cultura e dell’arte>>.
29 – Nello Scirè sconfitta del ras Innirù

Marzo (1936)
02 – Di fronte la smagliante eroica vittoria delle truppe italiane in Africa, mentre gli Stati <<sanzionasti>> offrono sottomano la loro merce, Eden chiede a Ginevra l’applicazione contro l’Italia dell’<<Embargo>> sul petrolio.
03 – Mussolini accetta di discutere un piano di accordo presentato da Flandin alla Società di Ginevra.
07 – La germania approfittando della firma di un trattato franco-russo che viola il patto di Locarno, rioccupa militarmente la Renania.
13 – Bruno e Vittorio Mussolini si guadagnano la medagli d’argendo <<per prove assolute di valore contro il nemico>>.
22 – Discorso di Mussolini sulla nuova economia italiana.
23 – Mussolini riceve Schuschnigg e Gombos coi rispettivi ministri degli Esteri; vengono firmati nuovi accordi.
25 – Nuovi accordi economici italo-albanesi.
30 – Sconfitte le truppe del Negus nella zona del Lago Ascianghi.

Aprile (1936)
07 – L’Equatore revoca le sanzioni contro l’Italia.
- continuano vittoriosi i combattimenti in Africa.
15-13 - si combatte la battaglia dell’Ogaden.
24 - Fondazione di Aprilia.

Maggio (1936)
03 – L’imperatore d’Etiopia, Hailè Selassiè lascia il paese con i suoi familiari per Gibuti.
05-08 – Occupate Dessiè, Gianagobo, Sessabeth, Dagabur, Giggica.
- Graziani occupa Harar.
Il Maresciallo d’Italia, Pietro Badoglio del Sabotino, al comando delle truppe italiane, entra trionfalmente ad Addis Abeba. L’Italia ha conquistati il suo Impero!
05 – Mussolini dal balcone di palazzo Venezia annuncia la fine vittoriosa della guerra di Etiopia
09 – Si incontrano a Dire Daua i due eserciti del Sud e del Nord.
– Mussolini annuncia al popolo italiano e al mondo la proclamazione dell’Impero e l’assunzione del titolo do Imperatore d’Etiopia da parte di Vittorio Emanuele III.
- A Bologna e a Napoli i <<Littoriali dello sport>>. Il G.U.F. di Milano si riplocama <<Littore>>.
14-16 – La Camera e il Senato ratificano la legge dell’Impero.
- L’Austria riconosce l’Impero Italiano d’Etiopia.
19 – Le truppe del generale Rodolfo Graziani, raggiungono Addis Abeba.
30 – Riordinamento ruoli personale amministrazione coloniale.

Giugno (1936)
01 - Decreto istitutivo dell'A.O.I.
03 - L’imperatore d’Etiopia, Hailè Selassiè raggiunge Londra ospite del governo inglese.
05 – Mussolini Riceve il Cancelliere austriaco Schuschnigg.
09 – Galeazzo Ciano 8Livorno 1903- Verona 1944) viene nominato ministro per gli affari esteri.
11 – Badoglio chiede di essere esonerato dalla carica di Vicerè d’Etiopia; lo sostituisce il Maresciallo d’Italia Rodolfo Graziani.
12 – Graziani nominato Viceré d’Etiopia.
22 – Mussolini riceve l’ex ministro francese Malvy.

Luglio (1936)
04 – La Società delle Nazioni revoca le sanzioni contro l’Italia.
10 – La gran Bretagna ritira la << Homm Fleet>> dal Maditeraneo.
12 – I nazionalisti spagnoli formano un governo provvisorio attraverso un <<un comitato di difesa nazionale>>.
15 - Fine delle sanzioni dopo 241 giorni di assedio economico.
18 - Scoppia la guerra civile spagnola. La Francia di Blum manda aeroplani e soccorsi alle truppe repubblicane. Mussolini invia i volontari fascisti per sconfiggere la barbarie dei Governo bolscevico Spagnolo.
30 – Fransisco Franco stabilisce la sede del governo provvisorio a Burgos.
- Mussolini visita i lavori stradali e forestali in corso nella provincia di Forli e Arezzo.

Agosto (1936)
05 – Mussolini riceve in visita di omaggio Ras Gugsa.
19 – Mussolini firma del patto colonico con i contadino dell'Agro pontino.
20- Terza edizione del <<Premio Poeti del tempo di Mussolini>>.
22 - Istituzione degli << assegni familiari >> obbligatori.
25 – Mussolini riceve gli equipaggi vincitori della gara Parigi-Damasco.
31 – Alle Olimpiadi di Berlino, l’Italia su cinquanta nazioni, conquista il terzo posto preceduta dall’America e dalla Germania.

Settembre (1936)
03 – Il Fascista bolognese Arconovaldo Bonaccorsi con un colpo di mano libera dai rossi l’isola di Maiorca e la cede ai nazionalisti.
23 – Mussolini riceve il ministro tedesco della Giustizia, Hans Frank.
30 – Mussolini rivede Claretta Setacci., già separata dal marito e inizia la relazione.

Ottobre (1936)
02 – Mussolini riceve in visita di omaggio il romanziere ungherese Kormendi.
20 – La Germania riconosce l’impero d’Etiopia.
25 – Nasce il <<patto italo-tedesco>> .
28 – Anniversario della Marcia su Roma con l’inaugurazione di 2232 opere pubbliche.

Novembre (1936)
01 – A Milano Mussolini annuncia al popolo italiano la costituzione dell’asse Roma-Berlino.
08 – Mussolini visita i lavori di rimboschimento dell’alta Valle del Tevere.
9-12 – A Vienna si svolge la conferenza Ciano-Schuschnigg-Gombos.
18 – Mussolini riconosce il Governo di Fransisco Franco.
- in tutti i Comuni italiani vengono scoperte lapidi che ricordano l’assedio economico votarono dalla Società delle Nazioni, contro l’Italia.
24 – In visita ufficiale a Roma il Reggente d’Ungheria Horty.
26 – Il Giappone riconosce l’impero italiano d’Etiopia.

Dicembre (1936)
01 – Morte del camerata, premio Nobel Luigi Pirandello.
14 – La <<spada d’onore>> consegnata in Senato a Mussolini.
22 – sbarca a Cadice il primo contingente di tremila volontari, per la guerra spagnola contro i comunisti.

1937

Gennaio (1937)
02 – Firmato a Roma il <<Gentlemen’s aggreement>> l’accordo Mediterraneo Italo-inglese per il rispetto tra i due Paesi dei rispettivi interressi nel Mediterraneo.
09 - Con decreto reale il segretario del P.N.F. assume anche il titolo e le funzioni di Ministro di Stato.
13-18 – Mussolini riceve a Roma in visita ufficiale il generale tedesco Herman Goering, presidente del consiglio prussiano.
23 – Mussolini ritorna ad incontrare Goering a Capri.

Febbraio (1937)
08 – In Spagna il Corpo Volontari italiano in aiuto dei nazionalisti occupa Malaga.
12 – Nasce a Napoli l’erede al trono, principe Vittorio Emanuele.
- Con i nuovi invii i volontari di Spagna raggiungono il numero di 50.000.
18 – Mussolini riceve a palazzo Venezia le espressioni di fedeltà da parte di ras e degiac abissini tra cui Sajum e Kebbedè.
19 – Ad Addis Abeba, il maresciallo Graziani resta ferito in un attentato.
20 – Mussolini raccomanda calorosamente a Franco di non inferire, nel corso delle rappresagli, contro gli avversari italiani delle zone occupate.
24 - Mussolini presiede il comitato corporativo centrale
26 – Mussolini riceve a palazzo Venezia un gruppo di intellettuali inglesi guidati da lord Rennel Rodd e dal poeta Alfred Noyes.

Marzo (1937)
08 – In Spagna ha inizio la tremenda battaglia di Guadalajara.
10 -21 – Mussolini va in Libia.
14 – Mussolini parla agli italiani di Bendasi.
15 – Mussolini inaugura l’Arco della <<Grande Sirte>> in Libia.
17 – Viaggio di Mussolini in Libia; discorso di Tripoli.
18 – Mussolini riceve dagli arabi la << Spada dell’Islam>>.
21 – Mussolini Salpa da Tripoli sul <<Pola>>.
24 – Firma del <<Patto Adriatico>> tra il ministro degli esteri italiano Galeazzo Ciano e il Collega jugoslavo Sojadinovic. L’accordo riguarda principalmente i confini marittimi.
25 – Si istituiscono i Vicariati Apostolici dell’Harar e di Addis Abeba, e le Prefetture del Tigrai, di Gondar, di Dessiè e di Neghelli.
- A Guadalajara, i << legionari>> italiani subiscono una grave sconfitta. Le forze bolsceviche spagnole appoggiate dalle brigate internazionali, tra cui le colonne Matteotti e Garibaldi, hanno .la meglio.

Aprile (1937)
08 – Mussolini riceve da una delegazione dell’Università di Losanna il diploma di dottore honoris causa in scienze sociali.
15 – Mussolini riceve l’omaggio di una delegazione della British Legion venuta appositamente dall’Inghilterra.
22 – Incontro a Venezia tra Mussolini e il cancelliere austriaco Schuschnigg.
28 – Mussolini riceve a Roma Goering e Von Neurath. 29 – Mussolini presenzia alla piantagione dei pini dove sorgeranno i palazzi dell’Esposizione Universale del 1941. 29 – Mussolini presenzia alla piantagione dei pini dove sorgeranno i palazzi dell’Esposizione Universale del 1941.
- Al Quadraro, Mussolini inaugura <<Cinecittà!>>.

Maggio (1937)
08 – Il Governo vieta l’entrata in Italia ai giornalisti inglesi per protesta ad una ingiustificata e scandalosa campagna antitaliana.
15 - Mussolini presiede la Terza Assemblea delle Corporazioni.
24 – Rito della leva Fascista.

Giugno (1937)
02 – Mussolini riceve Von Blomberg, ministro della guerra tedesco.
20 – Mussolini firma un accordo commerciale tra l’Italia e la Lettonia
24 – Il Governo decide la creazione della Finsider (Società finanziaria siderurgica), che farà parte dell’IRI. Lo scopo è quello di cordinare i finanziamenti alle imprese siderurgiche a partecipazione statale.

Luglio (1937)
12 – Mussolini riceve in udienza lord Lanabury.
20 – Muore improvvisamente a Roma il Premio Nobel, Guglielmo Marconi (1987- 1937). Nel 1930, assume la carica di presidente dell’Accademia d’Italia.

Agosto (1937)
I combattenti italiani conquistano Santander alla Spagna.
10 – Mussolini visita le città della Sicilia orientale.
15 – Mussolini visita le città della Sicilia occidentale.
17 – Mussolini e Vittorio Emanuele III alle grandi manovre in Sicilia.
21 – Vince l’Italia nella gara aerea Istrea-Damasco.Parigi.
23 – Vengono varata due corazzata <<Littoria>> e <<Vittorio Veneto>>.

Settembre (1937)
Quarta edizione del <<Premio Poeti del tempo di Mussolini>>.
3 – Hitler invita Mussolini a Berlino.
23 – Inaugurata la Mostra della Rivoluzione a Villa Giulia.
24 – Mussolini si reca in Germania: dove viene accolto da oltre un milione di tedeschi con manifestazioni spettacolari.
28 – Discorso (in lingua tedesca) di Mussolini al Campo di Maggio a Berlino.

Ottobre (1937)
19 - Nasce l'Unione Famiglie numerose.
22 – Arrivano a Roma Himmler e Von Ribbentrop.
27 - Mussolini inaugura i lavori per l'isolamento dell'Augusteo.
28 – Anniversario della marcia su Roma con l’inaugurazione di migliaia di opere pubbliche.
29 - Mussolini Inaugura il comune di Aprilia.
- Viene istituita la GIL (Gioventù Italiana del Littorio), che comprende tutte le organizzazioni giovanili fasciste.

Novembre (1937)
06 – L’Italia aderisce al patto antikomintern.
10 – Mussolini riceve in udienza il presentente al trono di Stagna, don Juan.
20 - Mussolini inaugura la sede del Consiglio delle Ricerche
-In Etiopia, Amedeo di Savoia, assume la carica di Viceré, al posto del maresciallo Graziani.

Dicembre (1937)
04 – Provvedimenti di Italo Balbo in favore delle province libiche.
05 – Mussolini riceve il capo del Governo jugoslavo, Stojadinovich.
11 - Il Gran Consiglio decide l’abbandono dalla Società delle Nazioni da parte dell’Italia..
13 - Inaugurata a Roma la Mostra del tessile.
23 – Amedeo d’Aosta giunge all’Asmara come viceré.
27 – Il Duca d’Aosta entra in Addis Abeba.

1938

Gennaio (1938)
04-10 – Mussolini si incontra con l’ungherese conte Bethlen, il tedesco Von Hassel e l’inglese lord Perth.
12 – Mussolini riceve una rappresentanza romene guidata da Manoilescu.
24 – Bruno Mussolini con Biseo e Moscatelli parte per la trasvolata oceanica, detta dei <<Sorci Verdi>>, via Dakar e Natal fino a Rio de Janeiro.

Febbraio (1938)
04 – Il Gran Consiglio esalta l’alleanza con la Germania.
08 – Mussolini riceve la vedova di austen Chamberlain che gli reca un messaggio del cognato Neville.

Marzo (1938)
01 - A Gardone Riviera, muore Gabriele D'Annunzio. Poeta e scrittore chiamato anche il <<Poeta soldato>>.
09 – Mussolini riceve il ministro degli esteri polacco, Beck.
12 – Le truppe tedesche entrano in Austria effettuando l’Anschluss (annessione).
13 - Il Governo stabilisce una medaglia per le madri prolifiche.
20 Mussolini riceve il duca di sassonia Coburgo con cinquecento ex combattenti tedeschi.
31 – Vittorio Emanuele III e Benito Mussolini vengono nominati dal Gran Consiglio primi Marescialli dell’impero.

Aprile (1938)
16 – Si firmano a Roma <<gli accordi di Pasqua>> Italo-inglese, integrativi del Gentlemen’s, (1937) che si estendono al Medio Oriente e All’Africa Orientale.
21 – Mussolini riceve l’ambasciatore tedesco Von Mackensen e i ministri inglesi Amery e Hore Belisha

Maggio (1938)
<<Littoriali della cultura e dell’arte>> a Palermo; <<Littoriali dello sport>> maschili e femminile a Napoli: <<Littoriali del lavoro>>.
03 – Il Cancelliere del Reich, Adolf Hitler viene in visita ufficiale a Roma, per ricambiate la visita che gli aveva fatto Mussolini in Germania, L'asse si rafforza.
24 – Mussolini riceve una missione spagnola guidata dal gen. Astray.

Giugno (1938)
08 – Il re Vittorio Emanuele visita la casa natale di Mussolini.
19 – La squadra di calcio vince il campionato del mondo.

Luglio (1938)
Mussolini riceve una delegazione di studenti universitari jugoslavi.
04 – Discorso di Mussolini ai coloni di Aprilia.
13 – Viene abbolito il <<lei>> è di rigore solo il <<voi>> e il <<tu>>.
14 – Viene pubblicato il <<Manifesto della Razza>>.
22 – Vengono a Roma in visita ufficiale il ministro degli Esteri polacco Col Beck e gli ungheresi presidente del consiglio, Imredy, e il ministro degli Esteri, De Kanya.

Agosto (1938)
01- Mussolini riceve dal Col. Ciryl Rocke un messaggio di simpatia firmato da sessanta parlamentari inglesi.
03 – Il Governo pur vietando agli ebrei di frequentare le scuole degli italiani, garantisce loro lo studio nelle scuole pubbliche,
08 - Nota della <<Informazione diplomatica>> sul razzismo italiano

Settembre (1938)
01 – Estesa all’A.O.I. le norme sulla previdenza sociale.
03 - la "Gazzetta del Popolo" annuncia le prime misure razziali adottate dal Gran Consiglio del Fascismo.
10 – Mussolini presiede il comitato permanente del grano.
11 – Quinta edizione del << Premio Poeti del tempo di Mussolini>>.
12 – Violento discorso di Hitler sulla questione dei sudeti a Norimberga.
15 – Ultimato di Hitler a Bener.
26 – Richiamo alle armi di 300.000uomini in Germania.
- Mobilitazione di truppe in Cecoslovacchia.
- Chamberlain chiede l’intervento di Mussolini presso Hitler.
29 – Incontro a Monaco di Baviera, Tra Germania (Hitler), Italia (Mussolini), Inghilterra (Chamberlain) e Francia Deladier che <<si ritengono reciprocamente responsabili per l’adozione delle misure necessarie atte ad assicurare l’adempimento della cessione da parte della Ceoslovacchia; del territorio dei Sudeti>>. La pace è salva.
30 – Mussolini acclamato da tutti i popoli come il salvatore della pace.
- La forza numerica della M.V.S.N. (Milizia Volontaria per la Sicurezza Nazionale). Raggiunse 763.904 uomini. La milizia forestale era composta si 4.216 unità.

Ottobre (1938)
06-08 – L’Italia sempre più legata al destino della Germania. Il Gran Consiglio del Fascismo, delibera le misure per la difesa della Razza.
07 - Deliberata la creazione della Camera dei Fasci e delle Corporazioni
08 - Istituzione dei Fasci giovanili di combattimento.
10 – Rientrano diecimila combattenti dalla Spagna.
25 – Il Gran Consiglio del Fascismo, proclama la Libia territorio Nazionale.
28 – Anniversario della marcia su Roma e inaugurazione di migliaia di opere pubbliche.
30 - Mussolini inaugura Pomezia

Novembre (1938)
Ventimila italiani si recano in Libia per colonizzarla.
10 – Viene emanata la <<legge sulla razza>>. Enrico Fermi, la cui moglie è ebrea, si trasferisce in America.
15 - il governo dispone che l’Esposizione Universale si svolgerà non più nel 1941, ma nel 1942.
30 – Con decisione del Governo la Libia viene suddivisa in quattro province, che saranno equiparate a tutti gli effetti a quelle italiane.
Il Ministero della Colonie viene modificato in Ministero dell’Africa Italiana, con ministro il generale della milizia Attilio Teruzzi.

Dicembre (1938)
Il premio Nobel per la fisica dell’anno 1938, viene assegnato all’accademico italiano Enrico Fermi.
14 – Approvata la legge per l’istituzione della Camera dei Fasci e delle Corporazioni.
17 – Il Governo italiano presenta una nota alla Francia con la quale dichiara decaduti gli accordi del 1935 per la Tunisia, Suez e Gibuti.
18 – Inaugurazione di Carbonia in Sardegna.
22 - Mussolini inaugura la mostra della bonifica

1939

Gennaio (1939)
La Camera dei deputati è sostituita dalla Camera dei fasci e delle corporazioni. Scompare la separazione tra potere legislativo ed esecutivo.
11-14 – L’Agenzia Stefani comunica al mondo che l’incontro tra Mussolini e il primo ministro inglese Chamberlain alla presenza dei rispettivi ministri per gli affari esteri, Ciano e Halifax, si è concluso nella <<volontà dell’Italia e della Gran Bretagna di perseguire una politica che mira efficacemente al mantenimento della pace…>>.
26 – I legionari italiani, assieme ai franchismi, durante la battaglia della Catatonia, occupano Barcellona.

Febbraio (1939)
10 – Muore Sua Santità Achille Ratti (Papa Pio XI).
15 – La <<Cara della scuola>> che afferma il concetto di <<scuola politica>> viene approvata.

Marzo (1939)
02 – Il Cardinale Eugenio Pacelli viene eletto Papa e assume il nome di Pio XII.
15 – Le truppe tedesche occupano la Boemia e la Moravia.
23 – Vittorio Emanuele III inaugura la Camera dei Fasci e dalle corporazioni.
26 – Adunata degli squadristi a Roma.
28 – Il corpo dei volontarie italiane, alza il Tricolore sul municipio di Guadalajara.
31 – Hitler chiede alla Polonia la restituzione di Danzica. La Gran Bretagna garantisce alla Polonia il suo aiuto nel caso venisse attaccata dalla Gremania.

Aprile (1939)
01 – I legionari italiani che si sono distinti in terra di Spagna per ardimento spirito di sacrificio e eroismo, entrano a Madrid. Sconfitto il Soviet spagnolo. Si conclude la guerra di Spagna.
07 – l’Esercito italiano occupa l’Albania. Vittorio Emanuele III assume il titolo di Re di Albania.
18 – Mussolini riceve il nuovo presidente del Consiglio ungherese, Teleki, e il ministro degli esteri, Csaky.
19 – Rapporto in Campidoglio per l’E. 42.
20 – Mussolini annuncia l’Esposizione Universale del 1942.
30 - <<Litorali della Cultura e dell’Arte>> a Trieste; <<Littoriali dello Sport>> maschili e femminile a Firenze. Si conferma Littore il G.U.F. di Milano.
- Seconda edizione del <<Littoriale del Lavoro>>.
- Mussolini riceve il capo dell’esercito tedesco, generale Von Braichitsch

Maggio (1939)
01 – Mussolini riceve il ministro degli Esteri romeno, Gafeneu.
05 – Gli universitari italiani riconquistano la vittoria ai <<Giochi mondiali Universitari>> svoltisi a Vienna
10 – Mussolini riceve il principe Paolo, reggente di Jugoslavia..
22 – A Berlino Galeazzo Ciano e Joachim Von Ribbentrop firmano il <<Patto d'acciaio>> tra Italia e Germania.
31 - I Licei sono fusi nell'Accademia d'Italia

Giugno (1939)
06 – Mussolini riceve il ministro dell’Interno Spagnolo, Serrano Sufier.
07 – Accolti trionfalmente ritornano i legionari italiani dalla Spagna.
22 – Istituzione dei Vicariati Apostolici di Tripoli, Derna e Bendasi.
26 – A Ponte a Moriano (Lucca), muore Cortellazzo Costanzo Ciano che era nato a Livorno nel 1876. Fu combattente in varie azioni nella prima guerra mondiale e comandò i mas, cui partecipò anche D’Annunzio che violarono il porto austriaco di Buccari. Fu ministro delle comunicazioni nel 1924. nel 1934 fu nominato presidente della Camera dei Deputati.

Luglio (1939)
20 – Il Governo abolisce il latifondo siciliano.

Agosto (1939)
Si concludono a Torino le grandi manovre dell’Esercito.
23 – A Mosca, Germania e Urss firmano il patto gemano-sovietico. Per la Germania il ministro degli esteri Joachim von Ribbentrop e per la Russia Vjachim Michailovic. Il <<patto>> di non aggressione include un protocollo segreto sulla spartizione della Polonia tra Germania e Russia.
24 – Accorato appello per la pace do Pio XII al mondo.
31 – La Gran Bretagna rompe le relazioni con l’Italia.

Settembre (1939)
01 – Alle ore 4.40 del mattino, 58 divisioni tedesche iniziano l’occupazione della Polonia.
La Polonia è distrutta e in serata cade Danzica.
- Mussolini con la formula delle <<non belligeranza>> annuncia agli Italiani che l’Italia non avrebbe preso l’iniziativa di operazioni militari.
- Estese all'A.O.I. le norme sulla previdenza sociale
03 – Dichiarazione di guerra anglo-francese alla Germania: l’aggressione sovietica della Polonia non produrrà lo stesso effetto.
10 – Sesta edizione del <<Premio Poeti del Tempo di Mussolini>>.
17 – L’Urss invade da Est la polonia
18 – I Russi si congiungono con le truppe Tedesche.
27 – Il 27 le truppe tedesche occupano Varsavia. I polacchi perdono 130.000 uomini, in 27 giorni.
28 – A Mosca, Germania e Urss firmano il patto della spartizione del suolo polacco.

Ottobre (1939)
21 - Inizio della bonifica nel latifondo siciliano
- Vengono firmati a Roma gli accordo per il trasferimento dei cittadini tedeschi e allogeni, pure tedeschi, dell’Alto Adige in Germania.
28 –Anniversario della marcia su Roma con inaugurazione di migliaia di opere pubbliche e l’inizio dei lavori di fortificazione del Brennero.
31 – Ettore Muti sostituisce Starace alla Direzione del Partito.

Novembre (1939)

Dicembre (1939)
Scambio di visite ufficiali fra il Re Imperatore e Papa Pio XII.
14 – A Torino il maresciallo d’Italia Pietro Badoglio (1871-1956), inaugura il laboratorio sperimentale della Cartiera Burgo, per l’autarchia, nel settore della cellulosa.
16 – Ciano tiene alla Camera un discorso col quale denuncia la malafede della Germania e dichiara rotto il <<Patto d’acciaio>>.
20 – Mussolini riceve il capo della polizia tedesca, Himmler.

1940
Gennaio (1940)
9 – Il Governo istituisce la nuova imposta generale sull’entrata (IGE). L’imposta del 2% è dovuta per ogni scambio di merce che avvenga nel Regno tra Commercianti, industriale e consumatori.
20 – Provocazioni inglesi contro navi italiane nel Mediterraneo.
31- Direttive di Mussolini per la riforma dei Codici

Febbraio (1940)

Marzo (1940)
10 – Ribbentrop porta a Mussolini l’invito di Hitler per un incontro.
18 – Al passo del Brennero, incontro Mussolini – Hitler.
Summer Welles, inviato particolare e personale di Roosevelt arriva a Roma.

Aprile (1940)
03 - Il re Vittorio Emanuele III visita il <<covo>> di via Paolo da Cannobio.
09 – le truppe tedesche invadono Norvegia e Danimarca.
- << Litorali della cultura e dell’arte>>. <<Littoriali dello Sport>< e Littoriali del lavoro>> rispettivamente a Bologna, Torino, Genova.

Maggio (1940)
10 - la Germania invade l’Olanda. Il Belgio e il Lussemburgo.
13 – I Tedeschi entrano in Francia.
14 – L’Olanda si arrende alla Germania
16 – Mentre il controllo vessatorio e arbitrario dell’Inghilterra sulle navi italiane nel Mediterraneo continua, Winston Churchill rivolge a Mussolini un appello mirante solo a rompere i rapporti italo-tedeschi e non promettendo la soluzione mediterranea che sta a cuore del popolo italiano.
22 – Per la quarta volta Roosevelt interviene presso Mussolini con un linguaggio lusinghiero e intimidatorio, per consigliarlo o diffidarlo a non rispettare il patto con la Germania.
27 - Mussolini premia i << fedeli alla terra >>.
28 – il Belgio si arrende alla Germania.
30 – Daladier, mentre la Francia sta per essere invasa completamente, si rivolge a Mussolini.

Giugno (1940)
07 – Capitolazione della Norvegia.
10 - Mussolini, dopo il consenso di S.M. il Re, fa consegnare agli ambasciatori d’Inghilterra e di Francia la dichiarazione di guerra.
- Il Duce comunica la decisione dal balcone di palazzo Venezia.
14 – Le orde tedesche occupano Parigi.
17 – Brillanti e vittoriose azioni sulle Alpi Occidentali delle truppe italiane al comando del maresciallo Rodolfo Graziani sono fermate dall’armistizio chiesto dalla francia alla Germania.
19 – Incontro Mussolini-Hitler a Monaco per l’armistizio con la Francia.
22 – A Roma, a Villa Incisa, Firma dell’armistizio tra Italia e Francia.
28 – A causa di un incidente aereo muore a Tobruk il maresciallo dell’area Italo Balbo, .

Luglio (1940)
05 – Occupazione di cassala da parte delle truppe italiane.
06 - Deliberata la legge sui danni di guerra.
08 - Inaugurato l'Istituto Nazionale Esportazioni.
09 – Vittoriosa Battaglia navale di punta Stilo.
19 – Battaglia di Capo Spada.
26 – Aerei Italiani bombardano Gibilterra.
27 - Mussolini mediatore tra Romania e Ungheria.
30 – Mussolini riceve il presidente del Consiglio romeno, Gigurtu e il ministro degli Esteri, Manollescu.
- Il Governo blocca i prezzi delle merci e dei servizi.

Agosto (1940)
04 – Le valorose truppe italiane invadono la Somalia inglese.
12 - Mussolini Inaugura il drizzagno del Tevere.
29 – Aerei italiani bombardano il Canale di Suez.
30 – Arbitrato italiano a Vienna per definire i confini tra Ungheria e Romania.

Settembre (1940)
9 – Prima offensiva di Graziani in A.S.
16 – Le truppe italiane, comandate da R. Graziani occupano Sidi El Barrani .
28 - Italia, Germania e Giappone firmano il Patto Tripartito (RO.BER.TO.: Roma-Berlino-Tokyo).

Ottobre (1940)
2 – Serrano Suner parla con Mussolini sul possibile intervento spagnolo.
4 – Incontro tra Mussolini e Hitler al Brennero.
12 – Al comando del generale Rodolfo Graziani (1893-1953), le Truppe italiane invadono l’Egitto e arrivano fino a Side-el Barrani.
13 – Battaglia navale nel Canale di Sicilia.
15 -: Mussolini, Badoglio,Sodda, Roatta, Visconti, Prasca, Iacomone e Ciano decidono di dare inizia alla campagna contro la Grecia.
20 – Volo senza scalo dall’Italia alle isole Bahrein.
28 – Incontro tra Mussolini e Hitler a Firenze.
- Truppe italiane penetrano in Epiro. Vano sacrificio della divisione julia in Grecia dove le truppe italiane sono costrette a lasciare il territorio occupato.

Novembre (1940)
05 – Ettore Muti, segretario del Partito, rinuncia all’incarico per dedicarsi alla guerra come ufficiale dell’aeronautica militare.
- nominato segretario del P.N.F. Adelchi Serena, ministro dei lavori pubblici. A questo dicastero passa Giuseppe Gorla.
11 – Nella notte un formidabile attacco di aerosiluranti si abbatte su Taranto. Le <<Littorio>>, <<Duilio>> e <<Cavour>> per provato tradimento lasciate indifese nel mar Grande, facili bersaglio del nemico, vengono gravemente danneggiate.
14 – Mussolini riceve il Conducator romeno, generale Autonescu.
27 – Nostre navi incrociano forze superiori a Capo Teulada e, nonostante lo eroico valore, vengano battute.
28 - Battaglia navale a sud della Sardegna.

Dicembre (1940)
4 – A seguito delle gravi critichr che gli vengono mosse per la campagna di Grecia, il Gen. Petro Badoglio si dimette da Capo di Stato Maggiore, al suo posto viene nominato il Gen. Ugo Cavallero.
9 - Gli inglesi attaccano violentemente in Marmarica, travolgendo le nostre linee. Dopo una sovrumana resistenza le truppe italiane sono costrette a ritirarsi.

Admin

Numero di messaggi : 776
Data d'iscrizione : 23.09.08

http://liberapresenza.forumattivo.eu

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cronologia del ventennio fascista

Messaggio  Admin il Ven 28 Mag 2010, 22:22

1941

Gennaio (1941)
Continua la travolgente avanzata inglese in Libia.
05 – Dopo eroica resistenza a corto di viveri e munizioni, Bardia si arrende.
12 – Battaglia nel Canale di Sicilia.
16 – Gli inglesi ammettono l’affondamento del <<Southampton>>
19 – mussolini e Hitler si incontrano a Berchtesgaden.
29 – Cade tobruk dopo diciannove giorni di tremendo assedio.
- Resiste eroicamente il presidio di Giarabub comandato dal colonnello Castagna.

Febbraio (1941)
03 – Hitler invia in Libia l’Afrikakorpos, al comando del maresciallo Romel.
05 – Ha inizio la grande offensiva inglese in Africa Orientale, eroicamente contrastata dalle nostre truppe.
06 – Bengasi viene occupata dagli inglesi.
09 – Ancora un accertato tradimento causa il feroce bombardamento navale di Genova.
10 – Il Maresciallo R. Graziani è richiamato in Italia dall’Africa. Lo sostituisce il generale Gariboldi. Con che cosa combatteva Graziani (Accertati i tradimenti, monarchici contro l’Esercito e le Milizie italiane in Africa)? Solo uomini (a questo punto mal ridotti). Né carburante, né acqua, né carri armati, ne pane, né munizioni. Non basta essere dei <<veri>> soldati o dei <<grandi>> marescialli, se non si ha nulla, non diciamo per combattere, ma almeno per difendersi, o meglio per non morire.
12 – Mussolini si incontra a Bordighera con il generalissimo Francisco Franco, ma senza l’esito sperato. La Spagna resta neutrale.
17 – Truppe britanniche invadono la Somalia italiana.
18 - Il Duca d’Aosta promosso generale d’Armata Aerea.
21 – In Libia, l’oasi di Giarabub viene presa dalle truppe australiane.
26 - Le forze italiane sgomberano la Somalia.
27 – Accordo commerciale italo-tedesco

Marzo (1941)
02 – Le truppe del fronte albanese accolgono Mussolini calorosamente.
15-26 – Un nuovo violento attacco delle forze inglesi in A.O. nonostante la disperata resistenza delle truppe italiane, porta il nemico a Cheren.
23 -Il maresciallo tedesco Rommel, che ha assunto il comando del fronte africano, inizia la riconquista la Cirenaica, escluso Tobruk.
28 – La sconfitta della battaglia navale di Capo Matapan con la perdita degli incrociatori <<Fiume>>, <<Pola>> e <<Zara>> e il grave danneggiamento della <<Vittorio Veneto>> denunziano la cattiva condotta del comando della Marina.
- Nella notte l’Italia perde anche i cacciatorpedinieri <<Alfieri>> e <<Carducci>>!
31 – Sul fronte albanese, conquistata quota 731.

Aprile (1941)
1-10 – dopo un eroica resistenza italiana, le truppe nemiche , occupano Adua e Adigrat.
03 - Sull’Amba Alagi, dopo eroica e accanita resistenza Amedeo di Savoia, duca d’Aosta, privo di munizioni, vitto e medicinali, si arrende alle truppe inglese, che gli lasciano l’onore delle armi. L’indomani cade nelle mani nemiche anche Dessiè.
05 – Adelchi Serena sostituisce Muti alla Segreteria del Partito Fascista.
– Le truppe inglesi sgombrano Bengasi.
06 – Hitler attacca la Jugoslavia e dichiara guerra alla Grecia.
- Gli inglesi entrano in Addis Abeba.
08 – Colonne italo-tedesche entrano a Barce
09 – Derna occupata dalle truppe dell’Asse.
13 – Le truppe dell’Asse occupano Bardia.
16 – Le truppe italiane entrano in Carniola, in Croazia, in Dalmazia e occupano Cattaro e Spalato.
18 – L’esercito jugoslavo depone le armi e firma l’armistizio con la Germania.
24 – L’Armata greca dell’Epiro capitola a Salonicco, quattro giorni dopo le truppe tedesche occupano Atene. La Grecia depone le armi.
27 – Le truppe italiane occupano Corfù
<<Littoriali femminili dello sport>> a Firenze.

Maggio (1941)
Forze italo-tedesche occupano l’isola di Creta. L’Italia occupa Lubiana, la Croazia viene consegnata agli ustascia di Pavelic, e la Dalmazia unitamente a Spalato.
05 – L’imperatore Hailè Sellassiè rientra ad Addis Abeba.
10 - Vittorio Emanuele III si reca in Albania.
18 – L’ustascia Pavelic offre la corona di Croazia al Duca Aimone di Savoia.
19 – L’onore delle armi al presidio dell’Amba Alagi.
20 – Viene conferita la Medaglia d’Oro al V.M. al Duca d’Aosta.

Giugno (1941)
Le Forze italo-tedesche riconquistano Sollum Halfaia.
02 –Incontro di Mussolini e Hitler al Brennero.
05 – Mussolini riceve il nuovo presidente del Consiglio ungherese, Bardissy.
6 - L'opera orfani di guerra inquadrata nella G.I.L.
17 – Ritirata inglese sul fronte egiziano.
22-27 – La Germania dichiara guerra alla Russia iniziando subito le operazioni che in pochissimo tempo la portano a Leningrado. Italia e Romania dichiarano anche loro guerra all’Urss, mentre la Filanda attacca i russi sul fronte scandinavo e l’Ungheria si allinea con la Germania e L’italia.

Luglio (1941)
Bande abissine, riccamente armati e sussidiati dell’Inghilterra, si impossessano di Gimmi e del Gala Sidamo.
01 – Le truppe tedesche conquistano Riga, la Russia abbandona la Polonia e gli Stati Baltici.
- I russi, in ritirata dalla Lettonia, perché incalzati dell’Esercito Tedesco incendiano la città di Riga.
07 - Mussolini ispeziona la << Tridentina>> nelle Puglie.
07 –Italia e Germania si spartiscono la Jugoslavia .
11 – L’Italia invia i primi reparti italiani, del C.S.I.R., in Russia..
23 – Mussolini riceve il presidente del Consiglio bulgaro, Filov, e il ministro degli Esteri, Popov.

Agosto (1941)
07 – All’aeroporto militare di Pisa, precipita con l’aereo che pilotava Il Capitano Bruno Mussolini.
- Mussolini e Hitler si incontrano sul fronte orientale.
- Vengono inviate in Russia tre divisioni <<Pasubio>>,<<Torino>> e <<Celere>> alla lotta contro il bolscevismo.
24 – Mussolini si reca al fronte russo.
28 – Colloqui Mussolini –Hitler al O.G. tedesco.

Settembre (1941)
15 – Inizia l’assedio di Leningrado e il 19 capitola kiev, capitale dell’Ucraina.
26 - costituito l'Ente previdenziale dipendenti statali

Ottobre (1941)
01 – Mussolini Riceve a Roma l’omaggio di una storica spada dalle mani del segretario del partito croato ustascia, Lorkovic.
16 – Sul fronte russo capitola Odessa.
20 – Le truppe italiane in Russia occupano Stalino e successivamente i nodi di Gorlooka e di Rykovo. Mosca assediata. Il governo sovietico abbandona la capitale e si rifugia a Kubishev

Novembre (1941)
03 - Inaugurazione dell'ossario garibaldino a Roma.
16 – Inizia la battaglia di Mosca.
18 – Gli inglesi scatenano una imponente offensiva in Cirenaica.
23 – Le truppe della Marmarica poste agli ordini di Rommel.
27- Dopo la resa del duca Amedeo d'Aosta sull'Amba Alagi cadono le ultime forze italiane a Gondar, nell'Africa Orientale, segnando dopo 6 anni e 4 mesi, la fine dell'Impero.
29 – Primo volo Milano-Roma a reazione.

Dicembre (1941)
06 – A Mosca, inizia la grande e furiosa battaglia tra l’armata tedesca e le truppe russe.
08-11 – Guerra fra Stati Uniti e Giappone. Germania e Italia dichiarano guerra agli Stati Uniti.
18-19 – Sei sommozzatori della <<X Mas>> con leggendario coraggio penetrano nel porto di Alessandria d’Egitto e vi affondano le corazzate <<Queen Elisabeth>> e <<Valiant>> unitamente ad una grossa petroliera.
28 – Le valorose truppe di Rimmel arrestano la travolgente avanzata inglese a El Agheila.
- La Medaglia d’oro Aldo Vidussoni assume la segreteria del Partito Fascista.

1942

Gennaio (1942)
02 – Il segretario del P.N.F. Adelchi Serena viene sostituito da Aldo Vidussoni, medaglia d’oro, nato a Fogliano di Trieste nel 1915.
– Le truppe italiane in Russia affrontano la lunga battaglia di Isjum.
- Controffensiva dell’asse in Cirenaica, sotto la guida di Rommel e di Bastico. Riconquista di Bendasi e Derna.
27 – I rovesciamenti militari costringono Churchill a chiedere la fiducia ai Comuni.
28 – Goering riferisce a Mussolini sul piano per l’assalto a Malta.

Febbraio (1942)
13 - Mussolini riceve il capo delle forze armate croate, maresciallo Kvaternik.
17 . Mussolini riceve il presidente del Consiglio albanese, Kruja
18 – Si incontra con Mussolini a Roma l’ex presidente del Consiglio dell’Iraq El Gailani.

Marzo (1942)
03 – Il Duca Amedeo d’Aosta, prigioniero degli inglesi, morirà a Nairobi il 3 marzo 1942.

Aprile (1942)
30 - Incontro Mussolini- Hitler a Salisburgo:

Maggio (1942)
05 – Mussolini Riceve in udienza il capo dei nazionalisti Indiani, Chandra Bose.
6 - Completata la riforma del Codice Civile
14 - Due convogli inglesi provenienti da Alessandria e da Gibilterra sono distrutti.
15 – Un convoglio inglese diretto a Malta viene gravissimamente danneggiato. Dalle forze italiane.
16 – Le truppe italo-germaniche, partendo da Ain Gazala, scatenano la controffensiva nella Marmarica, conquistando Bir Hacheim e Tobruk e distruggono l ‘VIII Armata Inglese.
24 – Continua l’avanzata delle truppe italo-tedesche che conquistano Sidi El Barrani,Marsa Matruk e Futa.

Giugno (1942)
11 - Si costituisce, in piena clandestinità, il Partito d'Azione, (un’accozzaglia di traditori) in futuro serbatoio del movimento partigiano.
15 – In Africa, le truppe dell’Asse riconquistano Giarabub.
28 – Comincia per i tedeschi la <<campagna di Stalingrado>>

Luglio (1942)
02 – Superato il confine egiziano le truppe dell’Asse raggiungono El Alamein.
- Mussolini si reca in Cirenaica.
- Le forze dell’asse, in Russia conquistano sul Don il Bacino Carbonifero di Krsni Luch, vicino a Serafinovich e fermano l’esercito sovietico a Labuscevski.
- I sommergibili italiani di Bordeaux operano vittoriosamente nell’Atlantico.
- la salute di Mussolini desta preoccupazioni per il riacutizzarsi dell’ulcera duodenale.
09 – Il corpo di spedizione in Russia viene rafforzato, e posto al comando del Generale Itali Gariboldi.

Agosto (1942)
Le truppe dell’Asse dominano in cielo, in terra e sul mare. Sono sul Volga e alle porte di Alessandria. Nel mediterraneo e nell’Atlantico i convogli Inglesi e americani vengono sistematicamente affondati o gravemente danneggiati, mentre i porti nemici vengono violati dagli eroici sommergibili italiani.
08 – Forze aeronavali dell’Asse distruggono un convoglio Inglese proveniente da Gibilterra, unitamente a una grande portaerei, tre incrociatori e ad alcuni caccia.

Settembre (1942)
14 – Truppe italiane respingono violenti attacchi inglesi a Tobruk.
- le forze dell’Asse raggiungono Staingrado.

Ottobre (1942)
20 – Furiosa battagliaaerea e gli inglesi subiranno perdite massice.
23 – Ha inizio la terza grande battaglia di El Alamein scatenata dalle truppe alleate.
24 - Inaugurazione del Palazzo della Provincia di Muzio. Mezz'ora dopo c'è il primo grande bombardamento a Milano: 140 morti saliti a 171 nelle settimane successive. La popolazione comincia a sfollare dalla città. Vengono colpiti l'Ospedale Maggiore e Fatebenefratelli, l'Università, il Cimitero Monumentale e molti altri edifici.
28 – Anniversario della marcia su Roma con l’inaugurazione di parecchie opere pubbliche.
- Viene elargita un’ampia amnistia della quale beneficiano 42.000 persone e si emanano una serie di provvedimenti a carattere sociale.
- Tutte le donne d’Italia offrono lana alla Patria per i soldati.
- Umberto di Savoia elevato a Maresciallo d’Italia.

Novembre (1942)
03 – Volge alla fine la battaglia di El Alamein. Rommel, privo di automezzi, benzina e munizioni, dopo una valorosissima disperata battaglia, alle porte di Alessandria d’Egitto, è costretto a ritirarsi a Fuka.
7-8 – Poderose forze anglo-americane, trasportate da 500 navi e protette da 350 navi armate, sbarcano in marocco e in Algeria.
9 – Fine della Battaglia di El Alamein
15 – Le forze dell’Asse occupano la Francia Meridionale, la Corsica e la Tunisia,
- Le truppe italo-germaniche abbandonano Fuka, Marsa Matruk, Sidi El Barrani, Sollum e El Agheila.
30 – A Torino, viene formato un Comitato per il <<Fronte Nazionale>> composto da democristiani,socialisti e comunisti ( Comitato che opererà contro l’Italia).

Dicembre (1942)
2 - Mussolini rompe il silenzio tenuto dalle autorità sin dall'inizio del conflitto con uno storico rapporto. Dopo aver lanciato dure accuse contro Roosevelt e Churchill, il Duce traccia un bilancio dei costi sinora pagati dall'Italia: 42.000 caduti, 232.000 prigionieri.
Inizia il Massiccio attacco russo contro le forze italiane che dopo sei giorni di eroica resistenza sono costrette ad intraprendere la disgraziata ritirata.

1943

Gennaio (1943)
Badiglio, Ambrosio e Roatta, spinti da un basso ritorno di antifascismo, Iniziano i contatti con il Doca Acqurone per la Real Casa.
02 – Rommel ripiega sulla linea Horus Debibat.
19 – Rommel ripiega sulla linea del Mareth in Tunisia.
23 – Le truppe inglesi occupano Tripoli.
31 – A Stalingrado , il Feldmaresciallo Von Paulus, comandante della IV Armata tedesca, si arrende.
– La resa senza condizioni proclamata, alla Conferenza di Casablanca, come base della trattazione di un eventuale armistizio.
- Il gen. Ambrosio sostituisce il maresciallo Cavallero nella carica di Capo di Stato Maggiore.

Febbraio (1943)
02 – In Russia, l’Esercito tedesco capitola definitivamente.
05 – Mussolini esonera Galeazzo Ciano da ministero degli Esteri, e lo nominaambasciatore d’Italia presso la Santa Sede. Vengono esclusi dal nuovo Governo Bottai, Pavolini, Grandi e buffarini.
14 - Grande bombardamento Americano con 459 morti
25 – Mussolini incontra Ribbentrop.

Marzo (1943)
03 – Inizia per i soldati dell’ARM.I.R. in Russia la disordinata ritirata, dopo la controffensiva sovietica. Che da Stalingrado porterà l’esercito russo a Berlino e a Vienna.
16 – L’VIII Armata inglese attacca la linea del Mareth in Tunisia e nonostante la strapotenza dei mezzi viene respinta ripetutamente per 15 giorni dalle truppe del gen. Messe.

Aprile (1943)
01 – Mussolini riceve il presidente del Consiglio ungherese Kallay.
07 – Il gen. Messe si ritira a Scotta Akarit.
11 – Un decreto legge proroga fino a << sei mesi dopo la fine della guerra>> il blocco dei fitti, dei prezzi, dei servizi, delle costruzioni edili e degli impianti industriali.
12 – Il gen. Messe fa ritirare le truppe a Enfidaville.
- Carlo Scorza sostituisce Vidussone alla Segreteria del Partito Fascista

Maggio (1943)
05 – Il popolo esprime a Mussolini il suo incondizionato amore in una grande adunata a Piazza Venezia.
07 – in Africa Settentrionale, offensiva finale alleata.
13 – Dopo la caduta dell’Armata tedesca di Von Arnim, la resa del Deutsch Africa Korpa, l’Armata italiana di Messe, scoperta da tutte le parti, ubbidendo all’ordine di Roma, si arrende.

Giugno (1943)
11 – L’ammiraglio Pavese con un presidio di 12.000 uomini, senza aver sparato un colpo, pur essendovi in piena efficienza i collegamenti per i rifornimenti, e prima ancora di ricevere l’ordine da Roma, cede la fortificatissima isola di Pantelleria agli inglesi.
24 – Il Re va in Sicilia per rincuorare quella popolazione provata dalla guerra e dai bombardamenti.

Luglio (1943)
10 –gli anglo-americani sbarcano in Sicilia contrastati solo da isolati episodi di eroismo. A Gela, un valoroso reggimento di bersaglieri, formato tutto da siciliani, oppone un’accanita resistenza fino alla propria semidistruzione riconvalidando ancora l’eroismo siciliano.
15 – Il Re convoca Batoglio e lo invita ad assumere la successione di Mussolini.
Per accertatissimo tradimento i due sottomarini <<Romolo e <<Remo>> all’uscita da Taranto per la prima missione s’imbattono in un agguato inglese e vengono affondati.
19 – Gli anglo-americani bombardano criminosamente Roma. L’obiettivo era lo scalo ferroviario di San Lorenzo. Ma intere zone popolose della città hanno subito gravissimi danni. Il Papa Pio XII 8Eugenio Pacelli) si reca subito nella zona bombardata.
- Incontro Mussolini Hitler a Feltre.
20 il duca Acquarone informa i congiurati che nell’udienza del 26 il Re concederà Mussolini.
24 – Vittorio Emanuele Orlando scrive il proclama da leggere alla radio dopo la destituzione di Mussolini e lo fa consegnare da gen. Ambrosio al Maresciallo Badoglio.
25 – Drammatica riunione del Gran Consiglio. Mussolini fa una lunga esposizione della situazione dopo la quale viene attaccato violentemente da De Stefani, De Marsico, Acerbo, Bastioni, Albini, Bignardi e Alfieri.
Dieci ore dopo l’inizio viene accolta una mozione presentata da Grandi appoggiata da Ciano con diciannove voti favorevoli, sette contrari e due astenuti. << Voi avete provocato la crisi del regime>> esclama Mussolini nel togliere la seduta. La mattina dopo il maresciallo Graziani si mette a disposizione di Mussolini.
- Mussolini riceve l’ambasciatore giapponese Hidaka.
- Alle dieci Mussolini si reca dal Re il quale dopo il colloquio, lo fa arrestare sulla soglia di casa sua, suscitando lo sdegno della regina che non approva quell’atto disonorante. Mussolini, col pretesto di tutelarne la vita da un attentato, viene trasportato con un’ambulanza alla Caserma dei Carabinieri di via Legnano. Subito dopo viene diramato il comunicato di Vittorio Emanuele III che dice: << Sua maestà il Re ha accettato le dimissioni dalla carica di Capo del Governo, Primo Ministro Segretario di Stato, presentate da sua Eccellenza il Cavaliere Benito Mussolini ed ha nominato Capo del Governo, Primo Ministro Segretario di Stato Sua eccellenza il Cavaliere maresciallo l’Italia Pietro Badoglio>>.
Il Re assume il comando delle Forze Armate.
In alcune città d’Italia il popolo convinto che con la caduta di Mussolini finesse la guerra, saluta con giubilo l’evento. Il Comandante della Milizia, Galbini si mette a disposizione di Badiglio, mentre il Segretario del Partito Fascista Scorza ordina ai fascisti di <<non muoversi, ed attendere gli eventi>>.
Badoglio incorpora la Milizia nelle Forze Armate della Nazione.
27 – Badoglio .forma un nuovo Governo, ordina lo stato d’assedio e il coprifuoco, scioglie il Partito Fascista, il Gran Consiglio e la Camera dei Fasci e delle Corporazioni, Libera i condannati politici e fa arrestare molti gerarchi e il maresciallo d’Italia Cavallero. Mentre le forze di sinistra si organizzano, Mussolini viene condotto, accompagnato da Polito e Maugeri, all’isola di Ponza.
Ha inizio il tremendo calvario delle truppe italiane, abbandonate a se stesse in terra straniera e in Patria. Le città italiane vengono sottoposte ai più terrificanti bombardamenti.:

Agosto (1943)
02 – Il governo italiano intraprende i contatti con gli anglo-americani.
04 – Alcuni uomini della <<X mas>> entrano nel porto di Gibilterra e vi affondano tre navi nemiche.
05 – Dopo venti giorni di eroici combattimenti contro forze predominanti le truppe Italo –tedesche sgomberano Catania.
06 – Incontro tra Ribbentropp, Keitel, Ambrosio e Guariglia a Tarvisio.
07 - Mussolini Viene trasferito dall’Isola di Ponza all’Isola della Maddalena (Sassari).
10- Roosevelt e Churchill a Quebec riconfermano la resa incondizionata per l’Italia.
12 – Il gen. Castellano su incarico di Ambrosio si reca a Lisbona per trattare con gli Alleati la resa. Come primo servizio Castellano rivela segreti militari italiani.
13 – Massiccio bombardamento su Milano
14 - Badoglio dichiara Roma "città aperta".
15 – Altro massiccio bombardamento americano su Milano.
16 – Le truppe inglesi occupano Messina.
24 – A fregene (Roma), su ordine di Badoglio, viene assassinato l’eroe Ettore Muti.
28 - Mussolini viene trasferito a Campo Imperatore, sul Gran Sasso, sede anche di un osservatorio astronomico..
29 – Badoglio, Guariglia e Ambrosio si riuniscono per discutere su quanto riferito dal gen. Castellano, tornato a Roma.
- Galeazzo Ciano viene arrestato dai tedeschi.

Settembre (1943
03 – Alle ore 17,15 A Cassibile (Siragusa) si conclude quello che Elsenhower definì <<uno sporco affare>>: il gen. Aldo Castellano firma la resa incondizionata per l’Italia.
06 – Nonostante l’armistizio, la guerra continua più terrificante che mai. Migliaia i morti provocati dai bombardamenti su Napoli e Frascati.
08 – Sua Maestà il re Vittorio Emanuele e il Capo del Governo Badoglio rinnovano ai tedeschi le espressioni di solidarietà nell’alleanza appena alcune ore prima di radiotrasmettere il <<proclama>> che annuncia la cessazione delle ostilità, registrato da Badoglio in precedenza. Il re, la famiglia reale, Badiglio, ministri e più di cento tra generali e alti ufficiali lasciano Roma indifesa e fuggono verso Pescara, dove si imbarcheranno per Brindisi dove giungeranno la mattina dopo..
09 – Il Comandante delle forze navali alleate del Mediterraneo, Cunningham ordina alle navi italiane di recarsi immediatamente nei porti di Gibilterra, Tripoli, Malta, Haifa, ed Alessandria.
- A Salerno, sbarco delle truppe Alleate.
- si costituisce a Roma il <<Comitato di Liberazione Nazionale>> (C.N.L.).
10 – Le forze armate tedesche occupano Roma. Il gen. Calvi di Bergolo assume il comando della città.
11 – Mentre i partigiani di Tito massacrano e deportano gli italiani dell’Istria e dalla Dalmazia e i bolscevichi costringono gli ex militari italiani disarmati,in Jugoslavia, Albania e Grecia ai lavori più abietti, sorge a Trieste il primo fascio.
12 - Benito Mussolini viene liberato dai paracadutisti di Gerlach (Capo spedizione) a Capo Imperatore. Su uno degli aerei era ospitato anche il Col. Skorzeny. Ad organizzare la liberazione su ordine di Hitler, fu il generale Studet , che trasporto Mussolini a Monaco.
- Sorgono nelle Venezia Giulia e nella Dalmazia i primi Comitati pubblici tricolore per la difesa dello Stato e delle popolazioni contro gli slavi che dopo lo sfacelo dell’esercito italiano hanno sottoposto le popolazioni ad ogni sorta di terrorismo.
- Gli alleati sbarcano a Salerno..
15 – Mussolini riassume la suprema direzione del Fascismo. Nomina Tavolini segretario provvisorio del Partito Fascista Repubblicano; ordina che le autorità militari e civili riprendano il loro posto: ripristina tutte le istituzioni del partito: ricostituisce la mIlizia.
18 – Mussolini parla da radio Monaco agli Italiani. Si ricostituiscono i fasci in tutta l’Italia non occupata.
23 - Mussolini rientra in Italia e forma un nuovo governo della Repubblica D’Italia, con sede a Salò. Il colonnello Rodolfo Graziani assume il dicastero della difesa nazionale.
25 – Graziani nominato ministro della Difesa Nazionale, pronuncia alla radio un caloroso discorso per richiamare la gioventù alle armi.
27 - Prima seduta del nuovo Governo della Repubblica d’Italia. Alla rocca delle Caminate.
28 – Germania, Giappone, Romania, Bulgaria, Croazia e Slovacchia riconoscono il nuovo Stato fascista repubblicano.

Ottobre (1943)
Istituzione dei Cappellani delle FF.AA. della R.S.I. dipendenti dall’Ordinario Militare.
01 – Le truppe Anglo –americane occupano Napoli. Grandioso discorso di Graziani al teatro Adriano di Roma.
5 – Mussolini riceve Borghese ed Enzo Grossi alla Rocca delle Caminate.
13 - Da Brindisi, il maresciallo Badoglio dichiara guerra alla Germania .
14 – Mussolini e Graziani si incontrano a Gargnano.
A Mosca si decide la spartizione tra gli alleati della flotta italiana.
26 - A Salo, Mussolini proclama ufficialmente lo Stato nazionale repubblicano d’Italia, di cui diviene il presidente.

Novembre (1943)
14 – Primo congresso Nazionale del Partito Fascista Repubblicano a Verona, che ha come segretario Alessandro Pavolini.
16 – Pubblicazione del Manifesto (con i 18 punti) di Verona programma politico-sociale del partito fascista repubblicano.
19 – Vengono istituite la Guardia Nazionale Repubblicana (G.N.R.) e la Polizia repubblicana. Costituita la Confederazione del Lavoro, della Tecnica e delle Arti.
22 – Gentile nominato Presidente dell’Accademia d’Italia.

Dicembre (1943)
8 – Il Ministro degli Affari Esteri della R.S.I. e l’ambasciatore del Giappone ratificano l’accordo commerciale fra i due paesi.
- Sotto il Tricolore e agli ordini di R. Graziani, di Ricci e di Borghese si ricostituisce l’Esercito italiano.
29 – La Spagna riconosce il Governo della R.S.I.

1944

Gennaio (1944)
02 - Angelo Tarchi sostituisce Silvio Gai quale Ministro per l’economia corporativa di Salò.
03 – Il Consiglio dei ministri repubblicano decreta l’assorbimento e la trasformazione delle Milizie speciali in una <<unitaria>> azione di comando, per evitare dispersione di energie.
8 - Ha inizio il processo a carico dei 19 membri del Gran Consiglio accusati di <<tradimento ed aiuto al nemico >>.
10 – Il Tribunale Straordinario di Verona pronuncia la sentenza contro i componenti del Gran Consiglio Fascista. I cospiratori del 25 luglio ’43, vengono condannati alla pena capitale, Tulio Cianetti a 30 anni di reclusione.
11 - De Bono, Ciano, Pareschi, Marinelli e Gottardi, alle 9,30, vengono fucilati al poligono di San Procolo (Verona),
17 – Dopo accaniti combattimenti le truppe americane passano il Garigliano.
22 – Ad Anzio, sbarco degli Alleati che aprono così un secondo fronte contro le armate tedesche. Otto giorni dopo l’appostamento inglese viene distrutto dai tiri tedeschi.

Febbraio (1944)
02 – Eroica battaglia a Cassino sostenuta dalle truppe tedesche e dai battaglioni italiani <<Nembo>> e <<Barberigo>>. Gli anglo-americani costretti a segnare il passo, per barbara reazione distruggono l’Abbazia di Monte Cassino, che fu fondata da Benedetto Norcia nel 529.
09 - Costituiti i gruppi giovanili << Onore e combattimento >> della R.S.I.
12 – Il Consiglio dei Ministri, approva il disegno di legge sulla socializzazione delle imprese secondo le direttive impartite ai ministri dell’economia corporativa, finanze e giustizia! Il Fascismo libero dalla monarca, accelera la concezione mussoliniano di una più alta giustizia sociale e per una più equa distribuzione della ricchezza; contrapponendo alla concezione del capitalismo privato e di Stato la collaborazione del capitale e del lavoro alla vita dello Stato.
Mentre il Re si trasferisce a Ravello e il Governo Badoglio a Salerno, nel porto di Brindisi 7000 soldati e marinai vengono utilizzati, dal esercito occupante, in servizi di facchinaggio.
19 - Onoranze alla salma di Ettore Muti a Raverna.

Marzo (1944)
13 – Il Governo Badoglio ristabilisce le relazioni diplomatiche con la Russia.
28 - Proveniente dalla Russia sbarca a Napoli Palmiro Togliatti.
Rosario Bentivegna, Alfio Marchiani e Franco Calamandrei per ordine di Giorgio Amendola pongono una bomba in una pattumiera di via Rasella che scoppia mentre passa un plotone di soldati tedeschi. L’attentato costa la vita a trentatre tedeschi e ad alcuni civili. I tedeschi per rappresaglia ordinano la fucilazione di 335 carcerati politici italiani. la vigliaccheria degli attentatori, che non risposero all’invito di presentarsi prima dello scadere dell’ultimatum per la rappresaglia, provoca il massacro delle fosse Ardiatine.
29 - La caccia della R.S.I. abbatte nel Veneto 14 aeri nemici.

Aprile (1944)
02 – Palmiro togliatti parla per la prima volta ai comunisti italiani trasmettendo gli ordini di Mosca.
10 – I delegati degli alleati, Badoglio e i capi comunisti intimano al re di abdicare.
12 – Il Re investe della Luogotenenza generale il Principe Umberto.
15 – A Firenze viene assassinato il filosofo Giovanni Gentile. Mussolini pur rilevando che 1023 fascisti e 535 ufficiali e militi della G.N.R. erano caduti in imboscate, proibisce le rappresaglie.
22 – Mussolini s’incontra in Germania con Hitler. Ispeziona le divisioni italiane e, accolto da deliranti manifestazioni di entusiasmo, consegna le bandiere della Patria.
Per tutto il mese e precedentemente massicco e terribili bombardamenti anglo-americani hanno colpito ripetutamente Padova, Viterbo, Livorno, Verona, Fano, Rimini, Pesaro, Firenze, Bologna, Milano Torino, e Roma.

Maggio (1944)
11 – gli anglo-americani sorretti da feroci bombardamenti scatenano una grande offensiva contro le truppe di Kcsserling che dopo alcuni giorni di accanito combattimento, inferiori di numero, si ritirano sulla linea Gotica.
19 – gli anglo-americani occupano Gaeta.

Giugno (1944)
04 – Sfilano per la via dell’Impero di Roma, occupata, inglesi, americani, francesi, polacchi, algerini, marocchini, indiani e neozelandesi.
05 - Aerosiluranti della R.S.I. violano Gibilterra.
06 – alle ore 01,00 scatta l’operazione <<Overrload>> guidata dal generale Dwight Elsenhower. L’oro, butta nella mischia contro il sangue, 5.000 mezzi navali da sbarco, undicimila aerei e due milioni di uomini.
08 – Il principe Umberto e Badoglio riformano il Governo.
11 – Primo Gabinetto Bonomi.
18 – Gli anglo-americani dopo Orvieto occupano Perugia.
21 – Per difendere i fascisti civili dalle crudeli violenze dalla guerra civile, Mussolini istituisce le <<Brigate Nere>>.

Luglio (1944)
02-18 – Le truppe occupano Siena, Ancona, Pisa. La guerra civile viene acuita maggiormente dalla propaganda anglo-russa-americana che incita agli assassini e alle stragi. Il C.N.L. Alta Italia ordina ai partigiani di unirsi alle bande di Tito.
16 – Gli anglo-americani occupano Arezzo.
20 – Mussolini in Germania visita Hitler scampato miracolosamente ad un attentato. - Le truppe italiane accolgono Mussolini con grande entusiasmo.
22 – Gli anglo-americani occupano Firenze.
27 – Il Governo del Sud approva la legge contro il fascismo. Il principio della retroattività adottato in contrasto col diritto, suggerisce e giustifica la persecuzione e la strage.

Agosto (1944)
06 – Gli ex internati in Germania diventano <<lavoratori liberi>>
11 –14 - Decreto per la costituzione della Guardia Nazionale Repubblicana

Settembre (1944)
Oltre un milione di uomini si sono schierati in difesa dell’onore dell’Italia, sottola bandiera tricolore della R.S.I.: 143.000 nell’Esercito, 26.000 nella Marina, 79.000 nell’Aviazione, 122.000 in formazioni volontarie, 150.000 nella Guardia Nazionale Repubblicana, 38.000 nelle formazioni della X Mas, 100.000 volontari aggregati ad unità tedesche, 36.000 Camice Nere operanti in territori jugoslavi, accani e a Rodi, 260.000 lavoratori militarizzati e 200.000 operai specializzati.
03 – Zara, vinta dagli numerosi bombardamenti anglo-americani, capitola e viene occupata dai comunisti di Tito.
17 - Socializzazione di aziende grafiche e meccaniche nella R.S.I.

Ottobre (1944)
Alcuni reparti dell’Esercito, i marinai della X Mas, la G.N.R. e il Battaglione dè Bersaglieri << Mussolini>> dando prova d’imparegiabile valore riconquistano la Venezia Giulia e l’Alta Valle dell’Isinzo togliendole agli slavi comunisti.
Il C.N.L. invita gli italiani a cedere tutto il territoro italiano fino al Tagliamento al IX corpus jugoslavo di Tito. La feroce repressione improntata allo spirito delle più bestiali vendette dilaga nei territori occupati dagli anglo-americani.
23 – Giorgio Pini Sottosegretario all’Interno della R.S.I..

Novembre (1944)
L’Italia badogliana, dichiara guerra al Giappone.

Dicembre (1944)
02 – A Milano muore F. T. Marinetti.
07 – Il Comando partigiano firma con gli alleati un contratto col quale si mette al loro ordine dietro compenso di 160.000.000 di lire mensili.
16-17-18 – Travolgenti dimostrazioni popolari vengono tributati a Mussolini.
Al Teatro Lirico di Milano ha luogo un'adunata fascista, in cui Mussolini pronuncia il "discorso della riscossa". E' questa l'ultima apparizione in pubblico del Duce.
27 – Nasce << L’Uomo Qualunque>> di Guglielmo Giannini.
Il 1944 si chiude con dolorose statistiche che riguardano tutto l’arco dei dodici mesi: 4541 bombardamenti effettuati dagli Alleati, 7852 abitazioni rase al suolo, 17.400 abitazioni inabilitabili, 850 altri edifici completamente distrutti di non abitazione.

1945

Gennaio (1945)
02 – Fallito tentativo di sbarco anglo-americano a sud di Lucca.
Ivano Bonomi sconcertato dall’avvilente situazione dei partigiani che simili a mercenari si sono posti al soldo dello straniero invasore, chiede invano agli alleati di lasciare all’Italia il compito di provvedere all’onere finanziario del loro sostentamento.
15 - Creato il Ministero del Lavoro nella R.S.I
22 – Vengono socializzate la F.I.A.T. e altre importanti aziende del Nord...

Febbraio (1945)
01 - Vengono socializzate la Pirelli, la Marelli, la Snia Viscosa, la Marzotto, i Lanifici Rossi.
02 – A Malta, Roosewelt e Churchill decidono di non ridare Trieste all’Italia .
- Mussolini visita la Divisione <<Italia>> al fronte.
04 – Stalin, Churchill e Roosewelt danno vita alla Conferenza di Yalta nella quale ignorano la <<Carta Atlantica>> si dividono i territori e le zone d’influenze

Marzo (1945)
Wolff e Rahn iniziano segretamente le trattative per la resa tedesca con gli alleati.

Aprile (1945)
02 – Mussolini riceve il letterato francese Pierre Pascal.
05 – a Salò, il consiglio dei ministri del R.S.I. decide la socializzazione di tutte le aziende che abbiano almeno un centinaio di operai e un capitale non inferiore a un milione di lire.
09 – Il gen. Viettinghof sostituisce il maresciallo Kesserling sul fronte italiano e mentre aderisce al piano di resa assicura Mussolini sul suo fermo proposito di resistere ad oltranza.
- La poderosa offensiva Alleata dopo Massa travolge Carrara.
12 – Il Governo Bonomi si dimette.
13 – Muore Frank Delano Roosewelt
14 -: a Gardone (BS) si valuta la possibilità di trasferire le restanti forze della Repubblica Sociale in Valtellina, ma Mussolini preferisce soltanto trasferire il governo a Milano.
17 – Mussolini si trasferisce da Gargano a Milano.
21 – Gli alleati occupano Bologna; i tedeschi si ritirano oltre il Po mentre i granatieri della <<Littorio>> respingono forti attacchi francesi sul colle della Mandalena. Il gen. Viettinghofdà, all’insaputa di Mussolini, l’ordine della resa per le truppe tedesche.
22-24 – Con la Resa tedesca i partigiani aumentano di numero e diventano più baldanzosi, la situazione nel Nord si aggrava improvvisamente e in modo disastroso. I fascisti continuano a combattere con grande coraggio, ma, rimasti soli contro un nemico più numeroso e più agguerrito, vengono via via massacrati.
24 – Mussolini riceve il ministro ungherese Szabò e il tenente Spoegler.
25 - Ancora il Colonnello tedesco Ranff smentisce la resa tedesca a Mussolini e si reputa offeso del fatto che qualcuno dubita della fedeltà tedesca.
- Mussolini dopo un tentativo d’incontrarsi all’Arcivescovato di Milano con i Capi del CLNAI ritorna in Prefettura e si unisce alla colonna fascista che parte per Como.
- Il CLNAI ordina l’insurrezione generale che porta al massacro dei fascisti,
28 – A Dongo, Mussolini viene catturato assieme a Claretta Petacci da una formazione partigiana.
- Alle ore 16,10, vengono assassinati a Gulino di Mezzagra da parte dei partigiani rossi Claretta Petacci e Benito Mussolini.
- A Dongo, senza alcuna sentenza, i partigiani assassinano Barracu, Bombacci, Calistri, Casalinuovo,Coppola, Daquanno, Gatti, Liverani, Mezzasoma, Nudi, Tavolini, Porta, Romano, Utimperghe e Zerbino.
- I cadaveri di Mussolini, Claretta Petacci e dei gerarchi assassinati a Dongo, vengono appesi per i piedi in piazza Lordo, a Milano. I corpi furono oggetto di violenze per tutta la giornata del 29
Maggio (1945)
01 – Le truppe titine occupano Trieste mentre le unità della R.S.I. continuano a contrastare palmo per palmo l’occupazione slava dell’Istria.
06 – L’ultimo reparto della Repubblica sociale Italiana ammaina l’ultima bandiera dell’onore nazionale e del sacrificio in nome d’Italia.

FINE DELLA REPUBBLICA SOCIALE ITALIANA (R.S.I.)

Giugno (1945)
11 – Gli alleati occupano Trieste mettendo fine al terrore e ai massacri che imperversavano nella città.
Nei mesi che seguono l’Italia viene consegnata nelle mani degli ex fuorusciti Togliatti, Treves, Colosso, Pacciardi, Don Struzzo, Nitti, Saragat e la caccia ai fascisti continua spietata e inumana.
Mentre nella Venezia Giulia occupata da Tito e dai partigiani rossi si massacrano e si deportano in massa i cittadini italiani e nei campi di concentramento del Chenzia, della Liberia, dell’Equadore, del Tibet, dell’Algeria, della Polonia e della Siberia centinaia di milizia di combattenti italiani soffrono in prigionia inenarrabili privazioni e maltrattamenti, in Italia si scatena la follia massacrante delle orde rosse, e non sempre solo rosse, che in breve con o senza le sentenze dei <<tribunali del popolo>> in eccidi e stragi orrende e bestiali porta il numero dei martiri fascisti ad oltre trecentomila.

Admin

Numero di messaggi : 776
Data d'iscrizione : 23.09.08

http://liberapresenza.forumattivo.eu

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cronologia del ventennio fascista

Messaggio  Contenuto sponsorizzato Oggi a 21:39


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum