Il Fascismo, una dittatura?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Il Fascismo, una dittatura?

Messaggio  Admin il Mer 16 Set 2009, 23:02


IL LIBERISMO E LA MORALE DEMOCRATICA.

Il Fascismo non avrebbe coinvolto il popolo se la corruzione, le menzogne, l’intrigo, la retorica non si fosse tanto esercitata ieri (come oggi), in pieno regime democratico – capitalista di fatto creando una vera e propria << casta >> politica, che ha persino una sua morale specialissima ed immoralissima, come quando ammette la coesistenza di due opinioni, di due personalità, privata l’una, e pubblica l’altra, nel singolo individuo.

Al disotto di tale corruzione spirituale sta poi, stimolante e sfruttatrice, una vasta e nascosta corruzione finanziaria, grazie alla quale, direttamente o indirettamente, si comperano i politicanti, i giornali, l’opinione pubblica e il governo: nei paesi ove manca un istituto ereditario sottratto alla lotta dei partiti, si realizza pienamente la definizione di Anatole France, secondo cui
<< la democrazia è quel regime che consegna il potere a quattro finanzieri >>.


IL
GOVERNO FASCISTA, LEGGITTIMO COSTITUZIONALMENTE.

Lo Stato è un’autorità suprema alla quale è affidata la direzione della società, ed il cui esercizio è dato al << Governo >> che regola il buon andamento dello Stato e ne promuove il benessere e la potenza mediante apposite leggi (attività legislativa) e mediante l’opera degli organi della pubblica amministrazione (attività esecutiva).
In senso ristretto, colla parola << Governo >> si indica il potere centrale costituito dai vari Ministri e fiancheggiato dal Parlamento, azione che i governi “sovversivo - liberali” non hanno saputo garantire.

Il fascismo, al contrario della democrazia – capitalista, se configurato come un buon padre di famiglia, che provvede continuamente alla protezione, alla cura ed al benessere dei suoi figli.
Senza di esso, non sarebbe possibile una società ordinata e tranquilla, poiché essa cadrebbe in mano dell’arbitrio dei malvagi e dei prepotenti, che la trascinerebbero a sicura rovina.

Nell’ottobre del 1922, il Governo Mussolini è nato nel rispetto delle istituzioni,
Il Suo Governo è monarchico costituzionale rappresentativo.
La sua forma è stabilita dallo Statuto (promulgato dal Re Carlo Alberto il 14 marzo 1948), che è la legge fondamentale dello Stato, e che determina altresì la prerogative della Corona, i poteri dello Stato, i diritti e i doveri del cittadino; il quale recita.
Il Re è il capo supremo dello Stato. La Sua Persona è sacra ed inviolabile: sanziona (conferma), Promulga (bandisce), pubblica (fa conoscere) le leggi: dichiara la guerra: comanda tutte le forze armate di terra, del mare e dell’aria.

I ministri rappresentano il Re nell’esercizio dei poteri dello Stato.
Essi sono nominati e revocati dal RE stesso. Nel loro insieme, costituiscono il Gabinetto o Consiglio dei Ministri, presieduto e rappresentato, nella sua costituzione unitaria, dal << Primo Ministro Capo del Governo >>.

Il << parlamento >> è costituito dalla Camera dei Deputati e da quella dei Senatori.

I deputati ed i senatori hanno la prerogativa di non poter essere arrestati – eccetto che in caso di fragrante reato – per tutta la durata delle sessioni, senza previo consenso della Camera.

Per << sessioni >> si intendono i periodi di tempo in cui le due Camere si radunano per legiferare. Le leggi approvate dal Parlamento, vengono sanzionate dal Re, il quale vi appone la sua firma insieme a quella del Ministro responsabile, e poscia le promulga, ordinando alle autorità competenti di osservarle e di farle osservare.

Se un cittadino viola la legge, viene condotto davanti all’Autorità Giudiziaria che, prendendo in esame l’azione contraria alla legge, stabilisce la pena da infliggere al colpevole e, nei casi possibili, le modalità per riparare il danno da lui cagionato.

I servi dei padroni di quale dittatura fascista parlano?
Ogni azione veniva avvallata dal regime monarchico, il quale in molte occasioni ha utilizzato tutti gli strumenti per rallentare l’attività del governo Mussolini.

Admin

Numero di messaggi : 776
Data d'iscrizione : 23.09.08

http://liberapresenza.forumattivo.eu

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum