27 gennaio 1945 – 27 gennaio 2010 Giornata della memoria.

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

27 gennaio 1945 – 27 gennaio 2010 Giornata della memoria.

Messaggio  Admin il Dom 24 Gen 2010, 14:39


Ricordare il passato per scordare il presente:

-Noi non scordiamo, la follia di una guerra dichiarata nel settembre del 1939 da Francia e L’Inghilterra;
-Noi non scordiamo che, ad inventare i campi di concentramento furono gli inglesi, fra il 1900 e il 1902, per ordine del comandante Horatio Kitchener. Egli fece distruggere tutto ciò che poteva rifornire i soldati boeri, e quindi, deportare la popolazione. Intere famiglie vennero rinchiuse, la, dove si moriva lentamente per epidemie e per fame. L’uso dei campi, ebbe un ruolo primario nel garantire la vittoria ai britannici. In quei campi oltre a morire decine di migliaia di donne e bambini bianchi, vennero lasciati morire i loro schiavi neri.
-Noi non scordiamo, i campi (Gulag) dell’Unione Sovietica, dove vennero rinchiusi i “nemici di classe”. Dal 1918 divenuti campi di lavoro forzato. I comunisti ne fecero un massiccio uso internando dissidenti, anticomunisti e persone politicamente non affidabili, smisero di utilizzarli solo alla fine del 1970. Da questi campi milioni di internati non uscirono vivi;
-Noi non scordiamo, i campi che ospitarono i nostri soldati fatti prigionieri dagli eserciti degli imperi centrali austro-ungarici e tedeschi. Le difficili condizioni di prigionia e, la scarsità di cibo, furono la conseguenza di una elevata mortalità all’interno dei campi. Allora il Governo italiano abbandonò del tutto questi prigionieri;
-Noi non scordiamo che, nel 1942, il governo degli Stati Uniti d’America, dopo l’attacco dei giapponesi a Pearl Harbor, internò in campi di concentramento preventivo, la popolazione di origine giapponese residenti negli USA, indipendentemente dalla loro cittadinanza. Lo scopo dell’internamento fu quello di privare della libertà probabili spioni e partigiani traditori dalle coste occidentale. Furono migliaia i Giapponesi internati, due terzi cittadini americani, donne e bambini inclusi. Molti, finita la guerra non tornarono nelle propria città;
-Noi non scordiamo, i campi alleati che hanno recluso i valorosi soldati della Repubblica Sociale Italiana. I crimini commessi dagli alleati in questi campi di prigionia spaziano dalle violenze generiche, alle esecuzioni illegali mediante fucilazione, ed alle violazioni sulle norme dei prigionieri di guerra contenute nella Convenzione dell’Aja del 1907. A patire queste sofferenze vi fu pure il poeta americano Erza Pound (sottoposto al supplizio della fossa del fachiro), molti gli altri nomi famosi, che non riportiamo per riconoscere stessa dignità e valore ad ognuno di loro. Ricordiamo i luoghi del supplizio, Coltano (Pisa), Castelfiorentino, Fossoli, Sant’Andrea (Taranto), Afragola (Napoli), Mignagola (Treviso), Novara, Vercelli, Legino (Savona), Finalborgo (Finale Lugure), Segno e Varezze.
-Non ci scordiamo, del trattato di Versailles che, strappo ogni ricchezza alla Germania, e nulla frutto al tanto sangue versato dall’Esercito Italiano per la vittoria, delirante comportamento degli inglesi, francesi e americani che spinse il popolo germanico a portare al Governo una compagine di incapaci, irrazionali nelle scelte.
-Noi non scordiamo, di condannare questi crimini accaduti 70 fa, ma, pensiamo sia tempo di consegnarli alla storia.

Soprattutto non scordiamo i feroci bombardamenti che lo Stato Israeliano ha criminosamente eseguito su Gaza, colpendo donne e bambini, col solo fine di rubare altra terra al popolo palestinese.
NOI NON SCORDIAMO!

Admin

Numero di messaggi : 776
Data d'iscrizione : 23.09.08

http://liberapresenza.forumattivo.eu

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum