L'Italia pronta a servire.

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

L'Italia pronta a servire.

Messaggio  Admin il Sab 16 Ott 2010, 01:40


Mentre il probabile “ladro”, del patrimonio Fascista, G. Fini, presidente della Camera, e il probabile “mafioso”, presidente del Senato, Schifani, si premurano a dare immediato riscontro ad un’ulteriore richiesta, formulata da Riccardo Pacifici presidente, dell’intoccabili, comunità ebraica di Roma, il quale ha proposto a deputati e senatori di pervenire a un testo condiviso entro la prossima giornata della Memoria, il 27 gennaio, che introduca anche in Italia il reato di negazionismo dell’Olocausto, degli “ebrei”. Mentre quello degli Indiani d’americani, e l’olocausto del popolo di Palestina per mano ebraica, si potranno negare senza alcuna preoccupazione.

Noi Fascisti di Liberapresenza condividiamo il principio della proposta, è importante che le attuali e future generazioni sappiano che, un capo di governo eletto democraticamente, dopo aver promesso al suo popolo che avrebbe cacciato gli “affamatori” ebrei dalla sua patria, non fu capace, nonostante tutto, di attuare il suo programma elettorale. Un insuccesso che deve essere ricordato nei secoli affinché sia da esempio.
Le promesse fatte al popolo debbono essere rispettate, sennò si finisce male!
Lo ha compreso persino il segretario del Pri Francesco Nucara, che si dice d’accordo con la proposta di Pacifici, proposta che mira a limitare ulteriormente la libertà di pensiero e d’espressione. Da fascisti del 2010, riteniamo che, una società dove anche la più immonda delle sciocchezze si può dire liberamente è preferibile a una dove non si possa dire. Per una semplice ragione in una vera democrazia: non può essere lo Stato a decidere cosa sia una sciocchezza e cosa non lo sia: deve essere l’individuo a farlo. Senza questa possibilità si è servi, non uomini liberi.
In Stati con regimi “democratici” come la Francia, si possono espellere i Rom con 300,00euro in tasca, ma, esiste una legge che limita le libertà individuali, cosi pure in Austria, Germania e Belgio, leggi formulate con lo scopo di venerare una razza che da sempre rifiuta di integrarsi con la popolazione indigena, alla quale ormai si concede con estrema facilità ogni cosa. Siamo sicuri che queste leggi siano servite a qualcosa?
La “democrazia” italiana può continuare a lastricare il paese di leggi repressive, a seguire le legge Scelba e Mancino, scordate dalle associazioni umanitarie o dei diritti dell’uomo, sempre pronti a difendere coloro che vogliono rimuovere i crocifissi dalle scuole.
Quando si ha paura delle verità si tenta con ogni mezzo di limitare le libertà; il pensiero Fascista è vissuto a se stesso è quanto prima tornerà a brillare. Sarete proprio voi liberali con le vostre leggi a spianargli la strada. I popoli europei sanno riconoscere il vero dal falso, il giusto dal malvagio, l’onesto dal delinquente.
E voi? Voi, vi lamentate per l’accoglienza che il popolo libanese ha riservato al presidente iraniano Mahmoud Ahmadinejad.

Admin

Numero di messaggi : 776
Data d'iscrizione : 23.09.08

http://liberapresenza.forumattivo.eu

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum