I piccoli uomini passano, le nostre idee restano.

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

I piccoli uomini passano, le nostre idee restano.

Messaggio  Admin il Lun 08 Nov 2010, 22:01


Nel 1994 la temibile macchina da guerra, mossa dal comunista Achille Occhetto, e la conseguente, sciagurata, scesa in campo di Berlusconi ha permesso ad un traditore che era rospo di credersi un principe.
Fini (che non avrebbe preso nemmeno un caffè con Bossi), dopo aver imposto la trasformazione delle sezioni del MSI-DN in circoli di AN ha accettato uno strano accordo di coalizione, nel Nord, Lega – Forza Italia, al Sud, Alleanza Nazionale – Forza Italia che, inaspettatamente ha portato Berlusconi alla vittoria e di conseguenza alla formazione di quello che sarà il suo 1° governo, che cadrà grazie alla formidabile attività delle Procure (la più attiva quella milanese) che condiziono il secessionista Bossi a sfiduciare “il mafioso d’Arcore”, portando al governo gli allora sconfitti <<della macchina da guerra>>, ormai rottamata, capace di vincere l’elezioni politiche del 1996.

Probabilmente la stessa cosa accadrà nelle ormai inevitabili prossime elezioni.

La malattia finiana ha di fatto paralizzato l’attività di governo. Un governo portatore d’interessi personali, il cui Capo, un capitalista già iscritto ad una loggia massonica, con un solo interrese perseguitare i giudici, rispondendo agli atti d’accusa da questi istruiti con precisi riscontri, con atti approvati rapidamente a sua salvaguardia. Per sedici anni l’on. Fini è stato complice e subalterno a questi inrituali abusi, ottenendo in cambio poltrone e potere senza limite.
Da Bastia Umbra, questo approfittatore detta le condizioni a Berlusconi, invitandolo a “rassegnare le dimissioni, salire al Colle e dichiarare che la crisi è aperta di fatto, avviare la fase in cui rapidamente si ridiscutano agenda e programma, verificare la natura della coalizione e la composizione del Governo”.
Si vanta “ il Fli è diventato politicamente determinante, per le sorti del governo “, traccia la strada da percorrere, scopiazzando principi fascisti, quali:
- Il senso di appartenenza alla comunità;
- Il rispetto della legalità;
- La necessità di una politica diversa, pulita;
- Il rispetto della persona;
- L’esaltazione del lavoro in tutte le sue espressioni;
- La centralità della famiglia,cellula primaria della società;
- La necessità di risolvere il conflitto generazionale con un patto generazionale;

Caldeggia la camera delle autonomie, il senato delle regioni, esalta il federalismo fiscale promosso dalla Lega.
Denuncia: la caduta della coesione sociale; l’aumento delle disuguaglianze; l’impoverimento del ceto medio; l’eccessiva tolleranza nei confronti della cultura dell’arbitrio; il decadimento morale della nostra società, la progressiva perdita di decoro e rigore. Questo traditore parla come se in questi anni sia rimasto fuori dai giochi mentre ha le stesse, vergognose, responsabilità di Berlusconi

E’ tempo che i Fascisti si ritrovino nella lotta per fermare l’arroganza della “democrazia rappresentativa”.

Lottare per abbattere il sistema asservito agli Stati che da sessantasette anni occupa la nostra sacra terra imponendoci la cultura del disordine e del disonore. E’ l’ora di gridare al popolo italiano che è tempo di costruire la Repubblica presidenziale con una camera dei politicanti e la camera delle corporazioni, garantendo al Capitale, l’Intelligenza e la Forza la giusta remunerazione attraverso la SOCIALIZZAZIONE della ricchezza prodotta. PRIMA il LAVORO. Questo era il primo degli impegni che lo squallido Fini (to) doveva realizzare in questi anni.
All’Italia serve una politica che garantisca stabilità alle istituzioni per fermare il declino al quale politicanti senza ritegno l’hanno condannata. E necessario superare la fase delle divisioni in cui si deve stare di qua o di là, e tempo di riunirci in un solo Fascio.

Admin
Admin

Numero di messaggi : 777
Data d'iscrizione : 23.09.08

http://liberapresenza.forumattivo.eu

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum