COMPRAVENDITA VOTI ?, LA PROCURA INDAGA … FINI : “E’ INIZIATO IL CALCIO MERCATO”

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

COMPRAVENDITA VOTI ?, LA PROCURA INDAGA … FINI : “E’ INIZIATO IL CALCIO MERCATO”

Messaggio  Admin il Sab 11 Dic 2010, 21:41


Il voto di sfiducia del 14 dicembre 2010, trasformato in un’ulteriore dimostrazione del falso valore delle democrazie plutocratiche. Se a perdere pezzi è il partito di governo tutto va per il meglio, se avviene il contrario succede il finimondo.

Il settimanale parrocchiale fami-sgristiana scrive ” E’ peggio di tangentopoli”, il gruppo dei sinistrati e l’informazione ad esso asservita continuano ad attaccare il governo Berlusconi per presunte - compravendite - acquisizioni, i traditori finiani dichiarano, o dimissioni o sfiducia. Fini da presidente della Camera, ospite in una scuola di Isernia, rispondendo “all’imbocca al lupo” che due insegnanti le ponevano per il voto del 14 dicembre, giorno della sfiducia al governo Berlusconi, affermava “Da adesso inizia il calciomercato…”

Le stesse accuse vennero mosse lo scorso settembre quando Berlusconi intendeva dimostrare l’autosufficienza del suo governo affrancato dai finiani. In quella occasione fallì, restando impigliato. Il 14 dicembre, si dice sarà altra cosa.
Berlusconi, per molti, oltre che ricco è anche stupido, considerato che, se otterrà la fiducia; il voto di sfiducia, comunque, resterà sempre dietro la soglia, costringendo l’uomo che dovrebbe (non l’ha mai fatto) migliorare i destini dell’Italia, a trattare con singoli parlamentari su tutto.

Inspiegabili risultano le inchiesta che la procura di Roma ha aperto sulla presunta compravendita di deputati, la prima sulla base di notizie di stampa e, immediatamente dopo l’esposto presentato da Antonio Di Pietro, illustrato in circa un’ora di colloquio al procuratore Ferrara. A svolgere le indagini sarà il procuratore aggiunto Alberto Caperna, il reato ipotizzato nei confronti di chi acquista e di chi vende voti sarebbe quello di corruzione. Ma non è da escludere anche quello di concussione.
Di Pietro, afferma: << una democrazia non può basarsi su voti comprati, venduti o estorti>>.

Dopo la dichiarazione fatta alcuni giorni fa da Pier Luigi Bersani sull’ipotesi di un reato di corruzione, Procura, Fini, Di Pietro e ecc., hanno scordato che la democrazia italiana nata dal tradimento, costituzionalmente (scopiazzando l'articolo 41 dello Statuto albertino che diceva: "I Deputati rappresentano la Nazione in ...”) si dette l'articolo 67 che enunciata “ogni deputato, quale membro del Parlamento Italiano, rappresenta la Nazione nel suo insieme ed esercita le sue funzioni senza vincolo di mandato” inoltre i deputati godono del diritto di insindacabilità, sancito dall'art. 68, co.1, Cost quanto ai voti e alle opinioni espresse nell'esercizio delle loro funzioni.
La costituzione approvata da traditori, non poteva che produrre altri tradimenti. Lamentarsi non serve a nulla, in questi anni, di antifascismo, in nome della governabilità sono stati moltissimi i parlamentari prestatosi alla compra-vendita. A volte, ottenendo in cambio l’inimmaginabile.

Anche questa legislatura ha visto abbandoni e ripensamenti. Il Pdl è stato lasciato:
In data 9 giugno 2008 i deputati MELCHIORRE e TANONI, per aderire al gruppo Misto;
In data 2 settembre 2008 il deputato LA MALFA, per aderire al gruppo Misto;
In data 2 febbraio 2009 il deputato GUZZANTI, per aderire al gruppo Misto;
In data 29 luglio 2009 la deputata MONDELLO, per aderire al gruppo dell’ UdC.
In data 30 luglio 2010 i deputati ANGELI, BARBARESCHI, BARBARO, BELLOTTI, BOCCHINO, BONGIORNO, BRIGUGLIO, BUONFIGLIO, CONSOLO, CONTE, COSENZA, DELLA VEDOVA, DI BIAGIO, DIVELLA, GRANATA, LAMORTE, LO PRESTI, MENIA, MOFFA, NAPOLI Angela, PAGLIA, PATARINO, PERINA, POLIDORI, PROIETTI COSIMI, RAISI, RONCHI, RUBEN, SBAI, SCALIA, SILIQUINI, TREMAGLIA, URSO, per aderire al gruppo FLl;
In data 7 settembre 2010 la deputata MORONI, per aderire al gruppo FLI;
In data 8 settembre 2010 il deputato FINI, per aderire al gruppo FLI;
In data 23 settembre 2010 il deputato SCANDEREBECH, per aderire al gruppo dell’UdC;
In data 23 settembre 2010 il deputato CATONE, per aderire al gruppo FLl;
In data 4 novembre 2010 i deputati ROSSO TOTO, per aderire al gruppo FLI.

HANNO LASCIATO IL PD:
In data 27 marzo 2009 il deputato MANTINI, per aderire al gruppo UdC;
In data 6 aprile 2009 il deputato RIA, per aderire al gruppo Misto;
In data 5 ottobre 2009 il deputato GAGLIONE, per aderire al gruppo Misto;
In data 5 novembre 2009 il deputato CALEARO CIMAN, per aderire al gruppo Misto;
In data 10 novembre 2009 i deputati LANZILLOTTA e VERNETTI, per aderire al gruppo Misto;
In data 11 novembre 2009 i deputati CALGARO e MOSELLA, per aderire al gruppo Misto;
In data 23 novembre 2009 il deputato CESARIO, per aderire al gruppo Misto;
In data 14 gennaio 2010 i deputati CARRA e LUSETTI, per aderire al gruppo UdC;
In data 15 febbraio 2010 la deputata BINETTI, per aderire al gruppo UdC.

HANNO LASCIATO L’IDV:
Il 15 luglio 2008 il deputato TOUADI, per aderire al gruppo parlamentare Partito Democratico;
Il 7 gennaio 2009 il deputato PORFIDIA, per aderire al gruppo Misto;
In data 29 luglio 2009 il deputato GIULIETTI, per aderire al gruppo Misto;
In data 9 novembre 2009 i deputati PISICCHIO e MISITI, per aderire al gruppo Misto.

HANNO LASCIATO L’UDC:
Il 27 novembre 2008 il deputato PIONATI, per aderire al gruppo Misto;
In data 10 novembre 2009 il deputato TABACCI, per aderire al gruppo Misto;
In data 27 settembre 2010 il deputato PISACANE, per aderire al gruppo Misto;
In data 28 settembre 2010 i deputati DRAGO (in seguito costretto alle dimissioni da parlamentare), MANNINO, ROMANO, RUVOLO, per aderire al gruppo Misto.
In data 17 giugno 2010, il neo deputato GRASSANO, proclamato in sostituzione del deputato Roberto COTA, eletto nella Lega Nord, aderisce al gruppo Misto.
In data 17 novembre 2010, il neo deputato GIANNI, proclamato in sostituzione del deputato Giuseppe DRAGO, eletto nell’UdC, aderisce al gruppo Misto .
C’era stato detto che la legge maggioritaria (la porcata) avrebbe limitato il prolificare di gruppi politici. Tutto falso, sono gli stessi di prima, ma, meno consistenti, infatti, all’interno del gruppo Misto sono state autorizzate le seguenti componenti politiche:
In data 5 maggio 2008 è stata autorizzata la formazione politica: MPA - Movimento per l'Autonomia, Minoranze linguistiche.
In data 21 luglio 2008 è stata autorizzata la formazione politica: Liberal Democratici - Repubblicani.
In data 13 maggio 2009 è stata autorizzata la formazione politica Repubblicani, Regionalisti, Popolari.
In data 19 gennaio 2010 è stata autorizzata la formazione politica "Alleanza per l'Italia".
In data 22 gennaio 2010 è stata autorizzata la formazione politica denominata "Noi Sud/Lega Sud Ausonia", poi cessata in data 7 giugno 2010.
In data 7 giugno 2010 è stata autorizzata, nell'ambito del gruppo Misto, la formazione della componente politica denominata "Noi Sud Libertà e Autonomia - Partito Liberale Italiano".
In data 21 ottobre 2010 è stata autorizzata, nell'ambito del gruppo Misto, la formazione della componente politica denominata "Noi Sud Libertà e Autonomia, I Popolari di Italia Domani".
Ma, se da una parte solo il Pdl (partito che ha avuto il numero più elevato di parlamentari sleali con il proprio elettorato, definizione questa del Capo dell’Udc on. Casini) si scandalizza per l'inchiesta della magistratura, dall’altra vi é da gridare, vergogna! ad una sinistra capace di lodare le iniziative di un gruppo di traditori che fino a poco tempo addietro additava come fascista, ma incapace di proporre un vero progetto politico. Di Pietro il furbo, ex procuratore dalle manette facili, con la presentazione della denuncia ha intesso intimidire alcuni parlamentari, con la speranza che qualcuno di essi ricambi idea temendo di ritrovarsi i carabinieri in casa a verificare debiti ed entrate.

Per questo la decisione di piazzale Clodio di redigere un fascicolo, apre un nuovo conflitto tra la magistratura e il partito di governo. Immediata e irosa è stata, infatti, la reazione del capogruppo del Pdl alla Camera Fabrizio Cicchitto: "È un'intromissione gravissima".
Ignazio La Russa ministro della Difesa, ripete ''E' un atto dovuto, mi sembra però che sia una vicenda cui la magistratura non c'entra nulla, perché non c'è stata nessuna compravendita'', qualche volpe che ha capito che non riesce a prendere l'uva, cioè ad ottenere la sfiducia, e allora dice che l'uva è acerba. Ci sono molti parlamentari, anche non ex An, che hanno lasciato il Pdl dall'inizio della legislatura. Se qualcuno vuole indagare allora bisogna indagare su tutti quelli che hanno cambiato casacca, ha concluso La Russa.


L’Anm dal canto suo respinge le accuse del Pdl: «Ci troviamo, davanti alla solita mistificazione dell’operato della magistratura - ha detto il leader del sindacato delle toghe Luca Palamara - la quale svolge i compiti che la Costituzione e la legge le impongono».
Lo stesso fa Berlusconi, il quale rimanda al mittente qualsiasi insinuazione: «Ogni giorno mi gettano addosso calunnie e accuse. Mi dicono di tutto, che sono un mafioso, un corrotto, che faccio solo affari con Gheddafi, con la Russia. Ma sono tranquillo», perché «sono trasparente e una persona onesta», si mostra ottimista pure sul 14 dicembre: «Sono fiducioso per il risultato dei prossimi voti alla Camera e al Senato. La crisi è irragionevole e irresponsabile. Martedì sera avremo un risultato positivo, dobbiamo continuare a governare».

A noi risulta a quanto difficile che il governo il 14 dicembre 2010, possa ottenere la fiducia la conta fino ad ieri era 316 a 310 per l’opposizione, i nuovi qualificati e “disinteressati” ingressi tra le file dei berluscones porta a un pareggio a quota 313, considerando astenuti solo i due altoatesini, resta l’incognita delle tre deputate prossime al parto (tutte e 3 voterebbero la sfiducia).

Non resta che tornare al VOTO. Unico strumento per scacciare i traditori finiani, dei quali pochi torneranno in parlamento e solo a condizione che servano gli interressi che erano rappresentati dalla vecchia DC.

Noi Fascisti, sentiamo l’obbligo di lottare con ogni mezzo questi ulteriori traditori del popolo italiano.

Admin
Admin

Numero di messaggi : 777
Data d'iscrizione : 23.09.08

http://liberapresenza.forumattivo.eu

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum