Da Mirabello (FE) a Novedrate (CO) il finito sempre più a fondo.

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Da Mirabello (FE) a Novedrate (CO) il finito sempre più a fondo.

Messaggio  Admin il Lun 19 Set 2011, 23:10


Avevamo ignorato quanto accaduto quest’anno a Mirabello (FE) considerando inconcludente la manifestazione del Fli.

Nel 2010 i traditori finiani aiutati dai partiti di sinistra hanno enfatizzato la bagarre tra il Fini(to) e Berlusconi, tanto che, dopo l’attesa mediatica mossa per la manifestazione, il fini(to) annunciava la nascita del Fli, un altro partito a sostegno di questa falsa democrazia. Un partito (contro il governo Berlusconi).
Dimostratosi incapace di raggiungere l’obbiettivo, su cui contava l’opposizione delle sinistre, sfiduciare il governo, venne da queste scaricato.
Lo scarsissimo risultato elettorale alle elezioni amministrative di quest’anno ha fatto il resto, affievolendo l’interesse dei medi, nessuna promozione, nessuna attesa, rendendo la manifestazione del 2011 a Mirabello, in una sagra di paese.
Un flop dovuto alla mancata capacità organizzativa? No di certo. Nessuno si è accorto dell’inaugurazione. Difficile scorgere sulla stampa nazionale titoli relativi alla kermesse di Fli, ancora più introvabili le dichiarazioni riprese dalle televisioni con lo scenario di Mirabello sullo sfondo.

Mirabello, mediaticamente non premia più. Vittorio Lodi, patron e fondatore della festa Tricolore nel 1982 aveva solennemente giurato a Giorgio Almirante “Finché avrò fiato questa festa si farà”. Una festa all’insegna dell’anticomunismo e l’impegno sociale. Trasformatosi in questi ultimi anni in una manifestazione di traditori, tanto che Lodi, legato mani e piedi ai traditori Finiani non ha saputo conservare la sede storica di piazza Primo Maggio, persa in favore del Pdl.

Lodi, dopo aver emigrato la manifestazione in mezzo ai suoi campi si è resoconto di aver perso l’entusiasmo (bastava guardare come si corrugava il suo sguardo di giorno in giorno in attesa che giungesse in fretta la domenica conclusiva), probabilmente ha preso coscienza d’aver tradito quel giuramento fatto a Almirante 29 anni prima chiedendosi cosa centrano gli obbiettivi del Fli con la storia del M.S.I..

Dal 1° settembre, giorno del taglio del nastro, al discorso di chiusura del capo dei traditore G. Fini dell’11 settembre (data infausta per i suoi protettori Usa), la festa di Mirabello si è fatta notare per non essersi notata.

I traditori vecchi e nuovi ad attendere il suo vociare sono poco più di mille, anche Vittorio Lodi, ha avuto il suo momento d’eloquenza: "Questa sarà la nostra location anche il prossimo anno speriamo di non avere più questo premier alla guida del Paese" (I traditori preferiscono un comunista al suo posto).

Fini (to), viene introdotto sul palco da Bocchino, il quale è costretto a farsi portavoce di nove sostenitori su dieci, tra quelli che hanno firmato per la cancellazione del porcellum (Legge elettorale votata nell’assoluto silenzio dai parlamentari ex An ), i quali chiedono a Fini di "dare le dimissioni da presidente della Camera per occuparsi più del partito" credendo che al Fli manchi appunto il proprio leader, ma Fini fa orecchie da mercante e promette che "fermo restando il mio dovere di imparzialità come presidente della Camera non c’è dubbio alcuno che ci incontreremo sempre più nelle piazze ", provocando il disappunto degli uditori che lo hanno contestato pesantemente.

Ma il fini (to) ha altri obbiettivi ed inizia il suo discorso con l’ormai solito disprezzo per Berlusconi. Un anno fa aveva sentenziato: “Il Pdl non esiste più”, quest’anno, costatato che il Pdl è ancora lì, anziché proporre idee nuove, attacca il governo, riprendendo (e citando in continuazione) proprio il discorso dell'anno scorso. Per gli organi d’informazione nulla di nuovo e d’interessante da racconta al mondo.

E’ bastata una settimana, e la fuga dai tribunali di nuove intercettazione su Berlusconi che, l’informazione ritrovasse nel vociare del finito nuovo interessante. La festa Tricolore di Mirabello (FE) è passata in sordina, al contrario, la festa futurista di Novedrate (CO) (dove la partecipazione di simpatizzanti ed iscritti è stata pari al nulla), ha permesso al finito di trovare un assist per tornare alla ribalta e ritrovare un po’ d’attenzione, le parole del traditore sulle intercettazioni mostrano tutto il suo odio nei confronti di Berlusconi : "Io non giudico ma dico che purtroppo l'immagine dell'Italia a livello internazionale si aggrava giorno dopo giorno. Nessuno capisce più quello che sta accadendo nel nostro paese e nessuno capisce per quale motivo il presidente del Consiglio dedichi buona parte del suo tempo a questioni che non sono relative alla crisi economica e al rilancio dell'economia". Di via d'uscita ce n'è solo una, il finito dice: "Auspico un altro governo che presuppone un altro presidente del Consiglio. Credo - ha aggiunto il traditore - che al di là delle dichiarazioni di questo o di quello gli italiani abbiano capito che così non si può andare avanti e fra questi anche tanti di loro che hanno votato per il centrodestra o per la Lega. Personalmente spero che anche nell'ambito della maggioranza prevalga il buon senso e la decisione di dare vita a un altro governo che abbia maggiore credibilità internazionale, si occupi dei problemi dell'economia e faccia uscire il Paese da questa crisi".

Dichiarazione gonfia dai media, che vede concorde Liberapresenza. Ricordano che l’inutile Berlusconi ricopre quella carica anche grazie ai traditori del Fascismo (ex M.S.I.) che miravano solo ad ottenere poltrone e potere, come, chiaramente dimostra il rifiuto del finito di dimettersi dalla carica di presidente della Camera dei Deputati, dopo aver tradito li Pdl e gli italiani che lo hanno eletto.

Admin
Admin

Numero di messaggi : 777
Data d'iscrizione : 23.09.08

http://liberapresenza.forumattivo.eu

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum