Mare & Monti: Un'altro Governo contro il Popolo.

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Mare & Monti: Un'altro Governo contro il Popolo.

Messaggio  Admin il Mer 16 Nov 2011, 22:23


AUTORIZZATEMI A EMETTERE MONETA E A CONTROLLARE I SISTEMI MONETARI DI UN PAESE, E IO NON MI PREOCCUPO PIU’ DI CHI FA LE LEGGI”.
Mayer Amschel Rothschild



Il (compagno) presidente, Giorgio Napolitano, continua ad alimentare la casta, elevando a Senatore, a vitalizio, l’economista Mario Monti, con il non segreto proposito di nominarlo a Capo del Governo.
Di fatto, da ora in poi, il signor venticinquemilaeuro al mese (indennità, pari a cinquanta stipendi dei giovani precari nel Meridione) nel sostituire il massone Silvio Berlusconi, oltre ad avere un solo interrese il suo, dovrà servire i poteri forti del mondo, con l’appoggio determinante della sinistra, muovendosi esclusivamente su indicazione di quelle lobby che nel tempo ha già servito anche attraverso il potere occulto della “Trilateral commission”, alla quale si è sottomesso, cosi come ha fatto Romano Prodi.
I vermi rossi, infatti, i loro capi li scelgono sempre nello stesso ambiente, prima fu la volta del Prof. Romano Prodi, adesso del Prof. Mario Monti. L’uno vale l’altro, visto che entrambi valgono poco, ma hanno lo stesso proposito, impoverire il popolo italiano e arricchire i padroni del mondo.

Il berlusconismo, oggi, lo sta pagando l’intero popolo italiano.
La Presidenza Barack Hussein Obama, ha contrastato il nostro governo, di centro-destra, già dal suo insediamento. Il primo avvertimento a Silvio Berlusconi e alle forze che lo spingevano ad una politica estera indipendente è partito – ben chiaro, proprio da Obama, il quale soffriva l’amicizia e la collaborazione berlusconiana con la Libia di Mu'ammar Gheddafi e la Russia di Vladimir Vladimirovich Putin.
Pur assecondando in ogni modo le richieste dei degli anglo-americani e sionisti israeliani, il centro-destra, comunque si è sentito profferire dal padrone di sempre un assai poco democratico altolà.
Eppure il centro-destra ha assecondato tutte le richiesta formulate dall’occupante esercito americano, ricevendo persino l’elogio del precedente presidente George Walker Bush e di tutta la stampa ‘ indipendente ’.

E’ bastato che il profitto della nostra politica estera si stagliasse un pò e si differenziasse dalle direttive del supergoverno mondialista per determinare un improvviso e, apparentemente, inspiegabile, voltafaccia, che ha spinto la stabilità economica dell’Italia a traballare.

La colpa del centro destra è di essersi rifiutato di prostituire la dignità nazionale agli interessi dei signori della Trilateral Commission. La condivisione del progetto di Sergio Marchionne ad uso e consumo dell’industria automobilista americana non è bastato.
Il bacio dell’anello del libico Gheddafi, e le notti brave nella Russia di Putin non si perdonano.
Un simile comportamento è, per i padroni del mondo, del tutto inammissibile e, conseguentemente, va rimosso, prima che attorno ad esso si possa consolidare un blocco di forza disponibili per una politica di difesa degli interessi sociali e nazionali.

Alla luce di quanto accaduto in questa legislatura, appare estremamente chiaro l’origine internazionale e suo significato pesantemente ricattatorio verso l’Italia.
Le bordate confindustriali subito seguite in coro dai ben noti agit-prop del super-governo mondialista dimostrano, come accade dopo che il trilateralista Ugo La Malfa (padre di Giorgio) ricevuto l’investitura ufficiale di proconsole in Italia, immediatamente dette inizio a frenetiche e destabilizzanti manovre, come dimostrano eloquentemente le votazioni sulla finanziaria di quegli anni, costellate, come oggi, di agguati dei franchi tiratori e di dichiarazioni politiche di aperto disimpegno.
Le pressioni convergenti nella politica economica sul governo hanno dato il risultato voluto.
La ‘grande famiglia ‘, ancora una volta, ha obbedito al primo richiamo del padrone.


Non banalizziamo le attività della “Trilateral”

La lobby dell’informazione mantenuta con i finanziamenti concessi dai governi e notoriamente collegata con le organizzazioni mondialiste di vertice.
Ha messo in atto la più alta giustificazione dell’attività della “Trilateral” e di un altro super-gruppo., l’Aspen Institute e, di conseguenza, anche la presenza di tanti personaggi ‘illustri ’ nelle file di tali organizzazioni.
Ma ove queste impressionanti analogie con la “ P2 “, che vedeva socio lo stesso Silvio Berlusconi, non fossero sufficienti a far pensare sul ruolo di questi organismi, basti osservare che “ lavori “ tenuti da essi in Italia sono stati – com’è loro tradizione – rigorosamente a porte chiuse.
Cosi quello del palazzo dei potere ufficialmente su “ iniziative tecnologiche internazionali “, ma in realtà sul ben più scottante tema dello Strategic Defence Iniziative. Cosi per le riunione tenutasi dai membri della TRILATERAL COMMISSION, a confermare “ La condizione per la partnership nell’organizzazione economica internazionale “.
Come mai i soci si riuniscono a porte chiuse per discettare su argomenti di questo genere? Ha ragione chi dichiara che questi organismi sono importanti per quello che non dichiarano”.
La sinistra ha da sempre servito molti legami occulti fra affari e politica a livello non solo italiano ed europeo, ma mondiale, per questo sceglie personalità della TRILATERAL COMMISSION per formare il governo.

CHE COS’E’ LA TRILATERALE?
La Trilateral Commission è un’organizzazione d’origine statunitense la cui sede è 345 East 46th Street, New Yord. Essa ha una sede europea a Parigi, 151 Boulevard Haussmann essa è la piramide del potere occulto mondiale e riunisce personaggi per lo più affiliati anche ad altre organizzazioni segrete o semisegrete, come il B’nai B’rith, il Bilderberg Group ( Ricordiamo ai lettori che il Bilderberg Club è uno dei più misteriosi gruppi del potere mondiale, i cui lavori si svolgono nel più assoluto segreto) e il Council of Foreign Relations. La T.C. raccoglie, per cosi dire, la crema di queste organizzazioni e i suoi membri dell’alta finanza, della diplomazia, della politica e dell’alta burocrazia.
Il nome si rifà chiaramente al simbolismo del Triangolo, che, essotericamente, indica in questo caso al vertice gli USA e alla base l’Europa e il Giappone: l’organizzazione copre l’intero arco delle nazioni industrializzate del ’mondo’.
La sua attività è estremamente riservata e il poco che se ne conosce viene desunto dai documenti ufficiali che periodicamente appaiono e dalla rivista in lingua inglese “ Trialogue “.


ABBATTIAMO QUESTA FALSA DEMOCRAZIA!

Noi Fascisti condanniamo l’ammucchiata parlamentare, e continuiamo a lottare contro politici e burocrati, che vivono sulle spalle del popolo senza versare una sola goccia di sudore.

avatar
Admin
Admin

Numero di messaggi : 847
Data d'iscrizione : 23.09.08

http://liberapresenza.forumattivo.eu

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum