Hanno deciso di sporcare la storica data della Marcia su Roma

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Hanno deciso di sporcare la storica data della Marcia su Roma

Messaggio  Admin il Mer 24 Ott 2012, 23:12


28 ottobre 2012: novantesimo della storica data che dette inizio alla rivolta di popolo che portò alla marcia su Roma l’allora popolo Fascista che costrinse, il vile ed odiato monarca a chiamare B. Mussolini a Roma, per costituire il nuovo governo.

Un Governo consociativo, che escludeva solo la marmaglia social-comunista, che dopo la composizione voleva imporre la continuità politica, costringendo i fascisti attraverso il consenso popolare ad isolare definitivamente quei politicanti incapaci e corrotti.

Proprio il 28 ottobre il governo siciliano ha convocato le elezioni dell’Assemblea e del Presidente della regione Sicilia, da eleggere per l’ennesima volta anticipatamente. Ormai in Sicilia a dettare i tempi della politica è la magistratura, che accusa la politica di essere contigua alla mafia, questo voto vede ancora una volta molti ex DC affiancare un candidato D.S., deputato al parlamento europeo, con tendenze sessuali che contrastano con il dettato della religione cattolica, scelta che ha spaccato la sinistra al pari della destra, quest’ultima ormai in dissoluzione ha inteso candidare a sua volta quello che ormai è un Ex: ex presidente della provincia di Catania; ex deputato europeo: ex sottosegretario nel governo Berlusconi, un uomo che ha vissuto la sua gioventù nei consigli comunali in vari comuni etnei e nello stesso consiglio provinciale.

Passato con disinvoltura dal M.S.I. – D.N. ad Alleanza Nazionale, né usci per contrasti con l’on Fini, fondando un proprio movimento autonomistico, dall’inconfondibile nome “Alleanza Siciliana”, spingendosi a ricercare il consenso in tutte le aree tranne in quella Fascista, anzi ha fatto di tutto per romperne (la dove c’era) la compattezza di questi, al pari di tutta la vecchia classe dirigente del Msi, e di An, in seguito aderisce a “La Destra” di Storace, scelta che lo portato a ricoprire la carica di Vice segretario del piccolo partito, piccolo a tal punto da non essere presente col proprio simbolo alla competizione elettorale siciliana. Per questo motivo “ Liberapresenza” invita il popolo di destra e in particolare i Fascisti siciliani ad astenersi dal voto.

Come può un Fascista unire il proprio voto agli elettori del Pdl; o a quelli de “La destra” di Storace, che si nasconde dietro simboli civici, e che negli anni ha unito a se le più disperate sigle, senza tra l’altro raggiungere l’obbiettivo prepostosi.

Rafforzare questo candidato alla presidenza della regione Sicilia, per i Fascisti è un ulteriore rischio, che allungherebbe la diaspora fra gli ormai tanti inconcludenti gruppi e associazioni che si richiamano ai valori della tradizione, e del Fascismo.

No! I Fascisti, alle elezioni regionali della Sicilia non voteranno, non esprimeranno il proprio voto per eleggere dei TRADITORI!


Admin

Numero di messaggi : 776
Data d'iscrizione : 23.09.08

http://liberapresenza.forumattivo.eu

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum