"LA DESTRA" 1° CONGRESSO VIDEO INTERVENTI

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

"LA DESTRA" 1° CONGRESSO VIDEO INTERVENTI

Messaggio  Admin il Sab 08 Nov 2008, 08:47

Noi gli anticipatori dell’avvenire
Come tutti noi ci aspettavano, Francesco Storace nella relazione introduttiva al primo congresso de La Destra ha affermato ''Noi non rinneghiamo il passato dei nostri padri, perchè sappiamo di dover lavorare al futuro dei nostri figli. Rivendichiamo il diritto che spetta ad una forza che si dice democratica senza l'obbligo di dichiararsi antifascista'' ponendo i paletti in profondita', ribadendo i confini entro cui intende operare e gli obbiettivi da raggiungere.

Noi crediamo che ''essere di Destra non vuol dire rimanere ghettizzati o ancorati ad un passato oramai lontano. Essere di Destra vuol dire arrivare a governare'', ma anche non ''dover governare a tutti i costi, svendendo se stessi, anima compresa''. ''Essere di Destra vuol dire avere una dignita' da difendere'' aggiunge Storace, senza rinunciare a ricordare che il presidente della Camera ''per ansia di legittimazione ha dovuto persino arrivare a vergognarsi in Aula di Giorgio Almirante''. E prosegue: ''La Destra e' nata proprio perche' c'e' chi ha lavorato per anni per svuotarla di senso e di natura, per liquefarla in un indistinto contenitore fatto di ideologie ottocentesche, per quanto di moda''.

Storace arringa il pubblico dei 1.200 delegati invitati al congresso e presenta il biglietto da visita: ''Il nostro cammino e' intrapreso. Indietro non si torna'', senza alcuna ''presunzione, risentimento o astio'', sottolinea, nei confronti di chicchessia. Pero' ora ''c'e' bisogno di un partito strutturato'', e anche se ''il Parlamento non ci manca'', se ''non ci interessa l'accoglienza nel salotto buono della politica'', realisticamente, per coltivare con qualche speranza ''l'ambizione entusiasta di essere capaci di mutare i riti della politica, di stare dalla parte di chi sta male e non di chi sta bene, per difendere i loro diritti, perche' questo e' il senso della politica'' servono le alleanze, politiche appunto.

Certo queste non devono essere ''il fine della nostra iniziativa'', vanno fatte ''in base agli obiettivi, dando spazio al territorio e alla condivisione delle decisioni, ma senza snaturare, sfumare nell'evanescenza il ruolo della direzione nel dettare la linea''. ''Le alleanze a prescindere non e' roba per noi'' sintetizza Storace.

Cio' non toglie ''che abbiamo il dovere di aprire il dialogo con tutte le forze che operano nel centrodestra, a partire da quelle identitarie e legate al territorio. Ma, sia chiaro ''senza mai rinunciare a noi stessi'', senza ''snaturare la nostra identita' e la nostra missione''.




Admin

Numero di messaggi : 776
Data d'iscrizione : 23.09.08

http://liberapresenza.forumattivo.eu

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum