Dirsi Fascisti costa, e costerà sempre più!

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Dirsi Fascisti costa, e costerà sempre più!

Messaggio  Admin il Mer 28 Nov 2012, 22:16


Uno, un altro e un altro ancora, questa falsa “democrazia” difende il liberalismo utilizzando tutti gli strumenti repressivi che ha a disposizione.

Ma la nostra lotta contro il liberalismo non riusciranno a fermarla.


Sconfitti definitivamente i parlamentari traditori, - la Sicilia insegna - le forze che hanno consegnato l’Italia alla Banche e alla peggiore feccia della sinistra saranno scordate e sostituite da giovani attivi e capaci di operare nel massimo dell’efficienza. Noi fascisti, negli anni abbiamo dimostrato che, sappiamo resistere ad ogni oppressione, come ci hanno insegnato altre generazioni che si sono sacrificate nel tentativo di abbattere il liberalismo, e il comunismo una medaglia con due facce identiche.

In questi anni i traditori del Fascismo hanno dimostrato che erano solo alla ricerca del potere, ha dimostrazione di ciò, ricordiamo i 10 milioni di euro che il genero del Camerata RAUTI ha messo a disposizione della comunità ebraica, affiche potesse realizzare un museo di sicuro non benevolo con la storia Fascista.

Fascismo che ha avuto nei confronti degli ebrei una sola colpa quella di averli difesi, e di essersi, a sua volta, difeso da essi, tentando senza riuscirvi di escluderli dalla gestione del potere, visto che ancor prima che l’Italia divenisse nazione loro si erano spesi contro il popolo che diventava Nazione.

Ricordiamo che nel 1941, dopo Pearl Harbor, il governo americano imprigionò tutti i cittadini di razza orientali in campi di concentramento lasciandoli richiusi in quei campi per tutta la durata della guerra contro il Giappone, se i morti furono meno degli ebrei rinchiusi in Germania e sicuramente dovuto al fatto che l’America non subì alcun bombardamento.
Le forze di repressione come si diceva dopo un lungo periodo di sbandamento, responsabile i berluscones, si preparano a servire, per il solito pezzo di pane, un nuovo padrone, un padrone asservito al liberalismo, che a sua volta si rifà all’antifascismo.
Come i mariani, hanno capito che il vento è cambiato. Al momento gli ordini si debbono interpretare, anche se, giusto un mese fa, la richiesta del deputato Pd Alessandro Bratti formulata nel suo intervento era esplicita, verificare la possibilità di oscurare il sito Stormfornt, proprio questo hanno fatto, il 16 novembre, le forze repressive, su un provvedimento richiesto dal pm Luca Tescaroli ed emesso dal gip Stefano Aprile, entrambi, lautamente stipendiati con garanzia costituzionale. Hanno eseguito in diverse località 17 perquisizioni, ed effettuato quattro arresti: l’ideologo e promotore di sito Stormfront, Daniele Scarpino, 24 anni, di Milano; i moderatori del forum Diego Masi, di 30 anni di Frosinone, e Luca Ciampaglia, di 23 anni, di Pescara, agli arresti anche un semplice utente che condivideva i contenuti del sito Mirko Viola, di 42 anni, di Como, mentre altri diciassette sono stati denunciati a piede libero.
L’accusa mossa la solida, incitamento all’odio razziale ed etnico, identica a quelle mosse un anno fa contro i militanti del Movimento “Militia” anche essi finiti nelle patrie galere.
Sono finiti in carcere per le proprie opinioni, una cosa che può accadere solo nella “democrazia” liberista italiana, e nei confronti di una sola parte politica.
I conduttori del sito web Stormfront.org, da tempo hanno dimostrato di dare più importanza alle proprie idee che alla loro libertà. Oggi, per questo trattati al pari dei peggiori delinquenti, mentre i veri delinquenti sono liberi d’agire contro il nostro popolo, vedi il giornalaio (direttore) Sallusti, condannato definitivamente, che è libero di ingiuriare gli antiliberisti arrestati, i quali sul web riportavano liberamente il loro pensiero.

Non è forse vero che:
- le nostre carceri ospitano per oltre il quarantapercento detenuti extracomunitari;
- i lavori più remunerati sono a disposizione di cittadini con il doppio passaporto;
- gli organi di dis-informazione sono quasi sempre diretti da persone con il solito doppio passaporto.
Provi un qualsiasi acquirente a restituire un oggetto acquistato in un negozio gestito da un doppio passaporto vedrà e valuterà.

L’errore commesso dai giovani Camerati, se è un errore, è quello di credere nei veri valori della democrazia, ai quali noi tutti aspiriamo in un vicino prossimo futuro.
I giovani arrestati, a cui và la nostra piena solidarietà, hanno la colpa di non essersi ricordato che in Abissinia fu l’Italia Fascista a togliere le catene agli schiavi negri, che altri negri con l’assenso degli inglesi, gli avevano messo ai piedi; hanno scordato che fino agli anni delle sanzioni i pochi ebrei presenti sulla nostra terra venivano rispettati anche se si atteggiavano da cronici usurai, o insegnavano contro ogni legittima aspettativa del fascismo i valore del liberalismo anglosassone. Questo oggi fa di loro dei delinquenti, ma solo per le proprie opinioni, aggiungiamo noi.

Admin
Admin

Numero di messaggi : 777
Data d'iscrizione : 23.09.08

http://liberapresenza.forumattivo.eu

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum