Hugo Chávez è morto il 5 marzo 2013.

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Hugo Chávez è morto il 5 marzo 2013.

Messaggio  Admin il Mer 06 Mar 2013, 18:29


Hugo Chávez, nasce il 28 luglio 1954 a Sabaneta, nello Stato di Barinas da una famiglia con origini native americane. Il padre, era un maestro rurale che, a causa delle ristrettezze economiche, fu obbligato ad affidare il piccolo Hugo e il fratello maggiore, alla nonna paterna, che viveva la povertà in una tipica casetta fatta di paglia e fango secco.

Hugo Chávez, (come i Fascisti) era un acceso nemico del liberalismo, e della globalizzazione. Gia dal suo insediamento seppe sottrarre il Venezuela dalla storica subordinazione economica e politica al governo americano.

Eletto per la prima volta presidente il 6 dicembre 1998 con il 56,2 % dei voti, confermato da un referendum nel 2000, viene rieletto il 3 dicembre 2006 con il 62,87 %, e nell’elezioni di ottobre 2012, in cui Chávez viene confermato presidente con il 55,25 %, nonostante il fronte avverso si era coalizzato in unico blocco.
La sua politica, fu basata sul progetto di rinnovamento dello Stato, a partire dalla riscrizione della costituzione, determinato a combattere l’analfabetismo, la malnutrizione, la povertà e gli altri mali sociali.

Nel dicembre del 1999, viene approvata la nuova costituzione, confermata da un referendum. Nella quale si evidenziano significativamente i seguenti punti (molti dei quali condivisi da noi Fascisti):
• l'attenzione ai diritti umani,
• il passaggio della struttura dello Stato da una democrazia rappresentativa a una nuova forma chiamata "Democrazia Participativa".
• l'istituzione del "referendum revocatorio" per tutte le cariche elettive, presidente compreso, nella seconda metà del mandato;
• la modifica del nome dello Stato del Venezuela in "Repubblica Bolívariana del Venezuela"
• la modifica della durata del mandato presidenziale da cinque a sei anni, con possibilità di una sola rielezione.

Modificata la costituzione, Hugo Chávez dovette far fronte alla disastrosa situazione socioeconomica in cui versava il Venezuela (oltre l'87% della popolazione viveva in condizioni di povertà, di cui circa il 47% in povertà critica), dopo anni il Venezuela si è dichiarato libero dall’analfabetismo, tre milioni di giovani sono stati inseriti nell'istruzione primaria, secondaria e universitaria. Diciassette milioni di venezuelani (quasi il 70% della popolazione) ha ricevuto, per la prima volta, l’assistenza medica e medicinali gratuiti, l’obbiettivo resta quello di garantire a tutti i venezuelani l’accesso gratuito all'assistenza sanitaria (garantita agli italiani a partire degli anni 20). Si sono somministrati milioni di tonnellate di alimenti a prezzi modici a 12 milioni di persone (quasi la metà dei venezuelani), un milione dei quali li ricevano gratuitamente, anche se in forma transitoria, portando la malnutrizione a scendere dal 14 % al 10 %, e riducendo la mortalità infantile al 2 %.

Hugo Chávez, è il Capo di Stato che per 15 anni ha parlato al suo popolo di Nazione e di Patria, che ha cercato di ridistribuire alla popolazione tramite nuove forme di Stato sociale i proventi delle ricchezze naturali (petrolio e minerali) che il Venezuela possiede, precedentemente sottratte dallo sfruttamento capitalistico dello Stato assassino, qual’è quello americano.

Queste alcune delle misure che si sono attuate:
- lo stanziamento di 1641 miliardi di bolivar per la ricerca scientifica;
- l'aumento del 40 % degli stipendi degli insegnanti;
- l’istruzione gratuita e l’istituzione di borse di studio per accedere all’istruzione superiore;
- la creazione di una banca popolare con bassi crediti per scopi sociali e umani, come l'acquisto di un alloggio familiare;
- la creazione di cooperative,
- l’abolizione del latifondo,
- la nazionalizzazione dei pozzi petroliferi,
- l’uscita del Venezuela dal Fondo Monetario Internazionale e dalla Banca Mondiale (asserviti al capitalismo globalizzato);
- il blocco della fuga di capitali e della svalutazione del bolivar;
- l’incremento alla sanità pubblica con la realizzazione di oltre seicento centri di diagnostica;
- è stata poi dichiarato guerra alla burocrazia statale e dei partiti.

Provvedimenti che hanno portato il tasso di disoccupazione dall'8,9% al 5,20%, e la diminuzione della popolazione sotto la soglia di povertà dal 37,9% al 23%, anche grazie al PIL venezuelano che è cresciuto fino a 50 trilioni di bolivares l’anno.
Hugo Chávez, fu grande soprattutto in politica estera, rendendo il Venezuela libero dalle prepotenze imposte da Washington, sostenendo un modello economico alternativo fondato sulla cooperazione con le Nazioni più povere del mondo, specialmente con quelli sudamericani. Allaccio stretti rapporti internazionali con la Libia di Mu’ammar Ghedafi, con l’Iran di Ahmadinejad, spingendosi al giusto riconoscimento dello Stato di Palestina, dopo aver accusato il governo israeliano di volontà di genocidio contro il popolo palestinese, nel 1999 interruppe le relazioni diplomatiche con Israele, fu un Capo di Stato che non si è piegato alla prepotenza occidentale.

Hugo Chávez, espressione di un nuovo pensiero socialista, patriottico e democratico (in senso anticapitalista), unisce i Fascisti a quanti nel mondo libero commossi lo salutano quale uomo (giusto) che ha saputo promuovere una nuova forma di governo, che ha affrancato il Venezuela dalla prepotenza imperialista.
L’augurio che formuliamo al popolo venezuelano è quello che dopo anni vengano eletti tanti figli del popolo, capaci di scaccire definitivamente dalla America Latina l’ingombrante presenza dell’USA.

Chavez, aveva indicato come suo successore il vicepresidente Nicolàs Maduro, noi Fascisti riteniamo sia meglio scegliere un Camerata, nel rispetto dell’autentico spirito democratico.

Admin

Numero di messaggi : 776
Data d'iscrizione : 23.09.08

http://liberapresenza.forumattivo.eu

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum