Il Pd di Matteo Renzi caccia il governo di Enrico Letta.

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Il Pd di Matteo Renzi caccia il governo di Enrico Letta.

Messaggio  Admin il Ven 14 Feb 2014, 05:29


13 febbraio 2014 la direzione del Pd su richiesta del segretario sfiducia il governo Letta con 136 Si 16 No e due astenuti, riportando l’Italia nella prima repubblica, quando i governi nascevano e morivano nelle segreterie dei partiti.
Questo è dovuto alla smisurata ambizione di Matteo Renzi  il quale assetato di potere stà bruciando tutte le tappe. Divenuto pochi mesi orsono segretario del Pd  a pensato – male - di stringere un d’accordo con il pregiudicato S. Berlusconi per riformare la legge elettorale della Camera dei Deputati  dichiarata incostituzionale dalla Corte Costituzionale, raggiunto questo subdolo accordo, ha iniziato a screditare il governo dichiarando che aveva le batteria scariche, col solo scopo di incollare il proprio sedere sulla poltrona del Capo del Governo.

Nel Pd è abitudine non rispettare alcunché. E. Letta il 14 dicembre 2010 da vice – segretario del Pd affermava d’essere fortemente coinvolto nel proseguire il rapporto con, il TRADITORE, G.- Fini e i suoi accoliti  col solo obbiettivo di cacciare l’avversario Berlusconi, con il quale all’inizio dell’attuale legislatura si è messo insieme a governare.

Renzi sa bene che nessuno rimpiangerà il governo Letta, governo delle chiacchiere che ha imposto a noi italiani soltanto nuove tasse, dall’IVA passata dal 21% al 22% all’IMU da pagare su molte prime case, all’aumento indiscriminato della tassa sui rifiuti e novità sui servizi, al rincaro delle accise su benzina, sigarette e liquori, oltre alla scandalosa tassa sulle bibite gassate, senza scordare i miliardi regalati alle banche, asservite al capitalismo internazionale, come aveva fatto  il suo predecessore Monti.  

Il furbo Renzi dà il ben servito a Letta con la scusa del cambio di passo, eppure lo scorso 18 gennaio  aveva lanciato un hashtag su Twitter rassicurante “Enricostaisereno”,  ma, a distanza di pochi giorni ha cambiato idea, in questa falsa “democrazia” si può pretendere il cambio di guardia a Palazzo Chigi senza un preciso programma per giungere al nulla.

Noi Fascisti ci chiediamo chi ha legittimato questo impostore a governare l’Italia, come può  un’ammucchiata di parlamentari illegittimi votare la fiducia ad un nuovo governo senza prima passare dalle urne. Il Popolo ha il diritto di pretendere un parlamento costituzionalmente legittimo senza aspettare ulteriormente, mentre Renzi e il suo partito  pretende di formare un altro governo delle larghe intese parlando di “legislatura costituente“, lasciando intuire  che intende resterà incollato alla poltrona di Palazzo Chigi fino alla fine della legislatura.  

Camerati, la fine del governo Letta modifica ancora una volta lo scenario politico-istituzionale  per questo auspichiamo le immediate dimissioni di Giorgio Napolitano principale responsabile della grave crisi che sta attanagliando la nostra Nazione. La formazione di un nuovo governo oltre a dimostrare un ulteriore fallimento della  falsa “democrazia rappresentativa” rafforzi in noi la silenziosa volontà rivoluzionaria per giungere quanto prima ad una democrazia partecipativa che restituisca  al nostro Popolo la dignità e il rispetto del mondo, mondo che da anni ride alle nostre spalle spingendoci sempre più nell’abisso.

Admin

Numero di messaggi : 776
Data d'iscrizione : 23.09.08

http://liberapresenza.forumattivo.eu

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum