Le “Sentinelle in Piedi”: contro il Ddl Scalfarotto asservito alla LGBT

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Le “Sentinelle in Piedi”: contro il Ddl Scalfarotto asservito alla LGBT

Messaggio  Admin il Ven 10 Ott 2014, 21:46

Ancora una volta la divisione in gruppi e gruppuscoli ha dimostrato inconsistenza dell’area occupata dai militanti anti-sinistra (ti), domenica 5 ottobre 2014, infatti a Bologna alcuni militanti di Forza Nuova per la loro esegua presenza sono stati forzatamente allontanati da piazza Galvani, dai servi del capitalismo globalizzato. Per l’accaduto, senza alcuna vergogna il leader nazionale di F.N. Roberto Fiore, ha affermato: “La Polizia non ci ha difeso abbastanza”.

Il signor Fiore, con questa dichiarazione umilia ancor più quei giovani che intendevano protestare contro la potente lobby del LGBT (o GLBT) e dei suoi protettori politicanti, i quali in cambio di qualche migliaio di voti, intendono corrompere l’intera società, concedendo a individui Gay, Lesbiche, bisessuali e transgender, -dicono – “alcuni diritti civili”.
Ancora una volta i sovversivi trovano le forze di polizia (asservite quasi sempre al regime) schierarsi contro le formazioni di destra, adducendo gravi motivi di ordine pubblico. Del resto per i fatti di domenica 5, il Questore di Bologna Stingone, ha preannunciato che un solo militante di Fn è sotto indagine, accusato di porto di oggetti atti a offendere per aver indossato un tirapugni. Mentre per i sovversivi di Tpo e Làbas, che manifestavano (violentemente, usando come mezzo offensivo cinture in cuoio) senza alcuna autorizzazione di presidio, senza nessuna autorizzazione di corteo, al momento non si e preso nessun provvedimento nei loro confronti, eppure, i due collettivi intervenendo su quanto accaduto domenica 5 ottobre affermano: “una giornata “favolosa”, “per noi è stata una straordinaria giornata di lotta. La cacciata delle “sentinelle in piedi” (da ora “sonnambuli“)
- scesi in piazza contro il disegno di legge che introduce il reato di omofobia -, prima da Piazza San Francesco, poi da Piazza Galvani ed infine nell’eco di una fuga sotto i portici lungo Piazza Cavour.

Questi codardi che pongono i diritti altrui sotto i propri piedi, accusano quanti manifestavano pacificamente con l’insegna delle “sentinelle in piedi”, di appartenere a quella categoria reazionaria, religiosa – cattolica nello specifico, ma non lontana dall’islamismo dell’Isis – e fascista. Solo queste poche righe basterebbero a capire l’incompatibilità di questi soggetti con una città come Bologna, dove le pratiche omofobe e razziste sono sempre state respinte ai margini, e dove lo stesso Sindaco Virginio Merola, dichiara “Nessuno spazio ai fascisti e alle loro “idee deliranti” in città”.

Virginio Merla, è un altro politicante dei sinistra (ti) che si riempie la bocca di “democrazia” affinché si esprime la sua parte politica, quando gli stessi spazi vengono chiesti dagli altri questi non li concede. “Le Sentinelle in Piedi” sono nate in difesa della libertà di espressione messa in discussione dal Ddl Scalfarotto (un testo fortemente liberticida in quanto non specifica cosa si intende per omofobia lasciando al giudice la facoltà di distinguere tra un episodio di discriminazione e una semplice opinione), già approvato dalla Camera e ora passato al Senato. Se questa legge venisse approvata cosi come esporrebbe chiunque faccia riferimento ad un modello di famiglia fondato sull’unione tra un uomo ed una donna, o sia contrario all’adozione di bambini da parte di coppie formate da persone dello stesso sesso, ad essere denunciato, rischiando una condanna fino a un anno e sei mesi di carcere.

Il loro antifascismo non precluderà in Noi il diritto di poter esprimere le nostre opinioni, per questo continueremo al affiancarci alle “Sentinelle in Piedi” vegliando con loro, con la bocca chiusa ma gli occhi aperti, in piedi nelle piazze d’Italia come ogni giorno nelle nostre vite, ci mobilitiamo per mostrare la nostra fermezza nel dire che non sarà una legge a zittire le nostre coscienze.

Purtroppo le manifestazioni di domenica 5 ottobre, in molti casi sono passati sotto silenzio, si è scritto e comunicato soprattutto di quanto è accaduto in piazza Sant'Anna nella città di Bergamo, dove Giampietro B., uno squilibrato vestito carnevalescamente da “nazista dell'Illinois”, con al braccio lo stemma del “Grande dittatore” di Charlie Chaplin, e tra le mani il Meink Kampf di Adolf Hitler, è stato fermato dalla Digos e portato in questura, accusandolo di apologia del fascismo. È bastato questo per fare di Bergamo la città simbolo delle manifestazioni. Nei fatti nessuna denuncia è stata inoltrata a carico di quel giovane, cosa che non ci sorprende, visto che da subito si è dichiarato essere antifascista.
Se a esibire il Meink Kampf di Adolf Hitler in pubblico fosse stato un Fascista le cose sarebbero andate differentemente.

Sull’aggressione alle Sentinelle è intervenuto persino l’Arcivescovo di Ferrara – Comacchio, S. E. Mons, Liugi Negri il quale senza alcun timore ha affermato: «È una vicenda triste ma largamente anticipata. Per oltre cinquant’anni questi facinorosi, che percuotono gli altri accusandoli di essere fascisti, me li sono visti davanti in tutti gli ambiti in cui la vita professionale e pastorale mi ha posto, soprattutto le scuole e le università, dove ho tentato – credo in modo positivo – di aiutare migliaia di giovani…. Molti, a partire dalle Istituzioni, devono riflettere su questo degrado che oggi vede una sempre maggiore difficoltà della libertà ad essere praticata sull’intero territorio nazionale. E lo stesso devono fare certi organi di stampa, perché questa notizia è stata evidentemente e volutamente eliminata da molti.

L’Arcivescovo ritiene che l’amore alla propria libertà può divenire lavoro, fatica e sofferenza affinché questa stessa libertà non venga tolta o ridotta a nessuno.

Admin

Numero di messaggi : 776
Data d'iscrizione : 23.09.08

http://liberapresenza.forumattivo.eu

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum