Reggio Calabria 2014: le amministrative che hanno cancellato la destra berlusconiana

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Reggio Calabria 2014: le amministrative che hanno cancellato la destra berlusconiana

Messaggio  Admin il Mer 29 Ott 2014, 21:45


Domenica 26 ottobre 2014, si sono svolte anticipatamente le elezioni comunali a Reggio Calabria, e a San Cipriano d’Aversa (Caserta).
Le due amministrazioni alcuni anni addietro vennero sciolte per infiltrazioni mafiose. Entrambi i comuni erano amministrati da partiti, vicini al pregiudicato Berlusconi, che, come si può constatare nelle passate elezioni avevano conquistato una scacciante maggioranza.

Infatti alle scorse elezioni nel comune di:
- Reggio Calabria, il candidato sindaco berlusconiano, aveva ottenuto 61,368 voti pari al 56,27 % dei votanti, gli undici partiti che lo appoggiavano 68.090 voti, pari al 64,55 %, e 22 seggi, mentre il candidato sindaco della sinistra è stato preferito da 31,300 elettori pari al 28,70% e i 4 partiti che lo supportavano 20.308 voti pari al 19,25% ottenendo appena 5 seggi nel Consiglio Comunale, altri 2 seggi sono andati ad una coalizione di centro.
- San Cipriano d’Aversa, il candidato sindaco berlusconiano aveva riportato 5.417 voti pari al 67,83 % dei voti complessivi ottenendo i 13 seggi spettanti alla maggioranza in consiglio, l’altra lista presente alla competizione elettorale si è fermata a 2.569 voti pari al 33,16 %, ottenendo 7 seggi.
Domenica scorsa le cose sono del tutto cambiate, gli stessi elettori questa volta hanno scelto la sinistra di Renzi con il 61,00% dei voti, cacciando i politici della coalizione berlusconiana che aveva umiliato l’intera popolazione di Reggio Calabria. Soprattutto sono definitivamente rimasti fuori dal comune gli “Scopelliti boys”, che formavano le truppe cammellate dell’ex governatore Giuseppe Scopelliti, condannato a sei anni di carcere nel processo sul “caso Fallara”.
Dopo 10 anni alla guida di Palazzo San Giorgio, e aver portato il comune allo scioglimento per infiltrazione mafiose e sull’orlo del dissesto, non si vedono più in giro. Anche perché molti degli ex consiglieri di centrodestra, sono stati candidati nelle liste che hanno sostenuto il candidato sindaco della sinistra, visto che, i gruppi di potere della città avevano scaricato un “modello Reggio” che passerà alla storia come fallimentare.

Mentre a San Cipriano d’Aversa, questo volta i partiti si sono nascosti dietro simboli civici, eleggendo sindaco Vincenzo Caterino.

Ancora una volta “Liberapresenza”, rileva le vergognose divisioni d’aria, a Reggio Calabra, si erano presentate tre liste che facevano riferimento alla destra. La lista civica “Alleanza Calabrese” che ha avuto 225 voti pari allo 0,24%, la lista “Destra per Reggio –DPR” votata da 1.209 elettori pari all’1,29% e a seguire “Fratelli d’Italia Alleanza Nazionale” che, nonostante la manifestazione nazionale contro l’immigrazione organizzata il 18 ottobre nella città di Reggio, ha ricevuto 993 voti 1,06%. Nel rilevare che, le tre liste hanno ottenuto complessivamente 2.427 voti pari al 2,59 e nessun seggio.
Ci chiediamo, quando questi capo condomini, capiranno che è assolutamente necessario non disperdere energie, e giungere all’unità d’aria?

Anche questa volta molti elettori hanno disertato i seggi e per questo ancora una volta rinnoviamo il nostro GRAZIE. A Reggio Calabria ha votato il 65,06% degli aventi diritto e a San Cipriano d’Aversa il 76,76%, nel 2010 si era recato ai seggi l’81,21 %.

Admin

Numero di messaggi : 776
Data d'iscrizione : 23.09.08

http://liberapresenza.forumattivo.eu

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum