I Traditori, intendono approvare una nuova legge sull'apologia di Fascismo. Un provvedimento liberticida? Chi se ne frega!

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

I Traditori, intendono approvare una nuova legge sull'apologia di Fascismo. Un provvedimento liberticida? Chi se ne frega!

Messaggio  Admin il Mer 12 Lug 2017, 20:28


Diciamo subito che i Fascisti non hanno nulla da dividere con Lega e Cinquestelle, e che è da 81anni che sopportano l'Odio sionista, conoscendolo bene, al pari dei popoli arabi che non si sono né arresi né venduti.

La proposta di legge contro la storia d'Italia del comunista Emanuele Fiano, no è la prima e non sarà l'ultima, quello che noi Fascisti non accettiamo è la Bufala su cui si fonda (bufala, come falsità, richiamata spesso dalla comunista Boldrini), e l'ignoranza storica specie quella, di quel verme, di Renzi, il quale rimprovera il M5S, che ha definito la proposta del deputato comunista un “provvedimento liberticida”, affermando che liberticida era il Fascismo.

Vogliamo ricordare a questo verme, che il Fascismo quello che Fu, legiferava secondo la Costituzione Albertina, di cui garante era il Re Vittorio Emanuele III di Savoia, mentre in questi 70anni grazie alla costituzione antifascista imposta dall'esercito invasore – con l'aiutato di alcune migliaia di traditori italiani - di fatto ha prodotto una Falsa “democrazia” che ha costretto il popolo italiano a vederne di cotte e di crude.

La Costituzione Albertina ha dovuto subire la violenza dei partiti della sinistra che vigliaccamente anziché sedere in parlamento, luogo di confronto e di scontro, contro il Governo Mussolini hanno scelto l'Aventino, forse perché avevano compreso che il rubinetto del clientelismo e della corruzione stava per chiudersi. Per sempre. Se in quell'epoca i partiti antifascisti abbandonarono la Camera dei deputati (i senatori venivano nominati dal Re) gli stessi, ripreso il potere, in questa Falsa “democrazia”, si inventarono l'arcocostituzionale per isolare il Movimento Sociale Italiano, movimento nato nel 1946, il quale nonostante le dure e continue persecuzioni non ha mai mollato, fin quanto la nuova classe dirigente rappresentata da Fini (-to) non l'ha svenduto all'imperante sistema della globalizzazione finanziaria.

Per questo affermiamo senza remora alcuna che liberticida, da sempre, è questa Falsa “democrazia”, a dimostrazione di ciò basta ricordare gli ultimi accadimenti politici, partendo dal voto politico degli italiani del 24/25 febbraio 2013, quando i comunisti alla Camera con il 29,55% dei voti si videro assegnare 344 seggi mentre il Polo con il 29,18% ne ottenne 125 e i Cinquestelle con il 25,56%, 109, cosi non andò al Senato (con altra legge) i comunisti ottennero 123 seggi, il Polo 117 e i Cinquestelle 54.
I comunisti grazie ad una legge porcata, ottennero in regalo una larga maggioranza alla Camera, mentre al senato dove i voti degli elettori avevano lo stesso valore NO.
L'imposizione al Popolo del governo Letta fu possibile grazie all'unione di due componenti di traditori, di quelli che hanno svenduto l'Italia negli anni 40 e di quelli che hanno tradito gli l'elettorato del Polo, scegliendo le poltrone di governo anziché nuove elezioni.
Questi schifosi non contenti hanno sfiduciato Letta, imponendo agli Italiani, quale nuovo capo di governo, proprio l'ignorante Renzi il quale a dimostrato tutta la sua imbecillità politica coll'imposizione di tanti voti di fiducia parlamentari, il più grave di questi fu quello sulla riforma costituzionale approvata da un parlamento, incostituzionale, come rilevato nella decisione del 4/12/2013 dalla Corte Costituzionale (richiamata nella propria sentenza n.1 del 2014), riforma che, a sua volta venne bocciata dal referendum costituzionale del 4/12/2016 con il 59,12% di NO. Risultato che ha spinto l'ignorante Renzi, alle dimissioni per aver proposto quelle riforme, mentre deputati e senatori che avevano votato le riforme bocciate dal Popolo restarono ben saldi alle poltrone. Permettendo la nascita di un ulteriore governo, quello Gentiloni, legittimato dal voto di un parlamento tre volte illegittimo.
1) Dall'assenza di una reale maggioranza di coalizione in Senato;
2) Dalla sentenza della Corte Costituzionale;
3) Dall'elettorato nel referendum costituzionale del 4 dicembre.

Eppure liberticida per l'ignorante Renzi era il Fascismo, lo stesso Fascismo che crollo, nel rispetto della Costituzione Albertina, il 25 luglio 1943, dopo il voto a maggioranza del Gran Consiglio del Fascismo.

Le leggi sull'apologia del Fascismo servilmente approvate dai sinistri per ordine del mondialismo sionista non ci ha fermato in passato non ci fermerà in futuro, anzi ci renderà più forti nell'insieme.

L'ideale Fascista e da 98anni che viene demonizzato da marxisti e liberisti, i quali solo grazie al influente propaganda di guerra degli anglo-russi-americani, riuscirono a farla divenire un ingiuria suprema.
Questi nemici del Fascismo, dimenticano che, grazie ai disastri della loro falsa “democrazia”, molte cose sono cambiate e che, nella <<-guerra delle parole->>, l'epiteto <<- Fascista->> è stato logorato dal troppo uso. In Italia ormai non esiste più nessuno che non sia stato accusato di <<-Fascismo->>.
Questi Falsi “democratici” nascondendosi dietro la costituzione, scritta sotto dettatura degli eserciti anglo-americani, dimostrano la loro viltà, e nel contempo temono il Popolo. L'Intervento sull'apologia del Fascismo, non è soltanto un provvedimento liberticida, è una nefasti di vita di questi traditori.

Questa ulteriore offensiva dei servi dello straniero va affrontata, sul piano storico e pratico, con assoluta chiarezza.

Esiste un Fascismo storico, dal quale il Fascismo di oggi si differenzia ma, nel contempo rifiuta la tesi dei Traditori che, pretendono di continuare a denigrare vent'anni di vita del Popolo italiano. Soltanto comunisti e liberisti che considerano gli uomini come massa da assoggettare ai loro capricci, e non come Popolo formato di unità raziocinati, può credere che una esperienza collettiva di tanta importanza non appartenga, a tutta l'Italia.
Solo questi traditori, ritengono possibile che ai giorni d'oggi si possa ritornare indietro di 98anni, i Fascisti non rinnegano il passato, perché questo vuole l'onesta, né disperderanno quanto vi fu di buono in quella passata esperienza, perché questo vorrebbe la logica.

Se il Fascismo storico è andato al potere, facendo leva sui combattenti, il Fascismo moderno supporterà i non garantiti e con essi tornerà al potere, instaurando la vera Democrazia, in tutta Europa.
avatar
Admin
Admin

Numero di messaggi : 848
Data d'iscrizione : 23.09.08

http://liberapresenza.forumattivo.eu

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum