Elezioni in Germania: chi vince, perde sempre!

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Elezioni in Germania: chi vince, perde sempre!

Messaggio  Admin il Mar 26 Set 2017, 00:27


Le elezioni politiche del 24 settembre 2017 in Germania hanno dimostrato ancora una volta  la falsità delle “democrazie” occidentale.  
Con il pretesto dei  numeri, il Popolo non garantito viene sempre più emarginato. Questo è quanto dimostra la sottostante tabella,


gli elettori hanno premiato l’Afd che per la prima volta dalla sua fondazione (2013) entra nel Bundestag con 94 eletti, ma ad andare al governo saranno i Liberali del Fdp  i quali nelle precedenti elezioni ne rimasero  per non aver superato lo sbarramento del 5%.

Mentre i  liberali si preparano ad entrare nella maggioranza di governo, per l’Afd (accusato dagli avversari d’essere un partito xenofobo), si presume giungerà un periodo di scontri di piazza, e attacchi giudiziari.
Nonostante il successo ottenuto, infatti, subito dopo lo scrutinio delle schede  in tutto il mondo libero si e potuto  assistere a manifestazioni di sfida dei sinistri tedesschi, che contestavano – con i loro usuali strumenti – il democratico successo del Afd.
Un successo incontestabile ma eccessivo, visto che, da vile la neoeletta Frauke Petry, leader storica della Afd, non ancora proclamata deputata anziché, annunciare che non assumerà la carica di deputata ha dichiarato che non entrerà nel gruppo del Afd, Tradendo gli elettori tedeschi che hanno votato per quel partito.

Questo escremento, di tedesca intende incollarsi in una comoda poltrona del Parlamento accusando, coloro che si sono adoperati anche per la sua elezione, di essersi radicalizzati,  pretendendo l'espulsione di alcuni di loro. Una scusa che ha permesso a questa  Traditrice, di non partecipare da oltre 5 mesi alle riunioni del partito e ancor peggio non parlare con gli altri leader. Chissà perché l’hanno candidata?

Probabilmente come tanti tedeschi la Petry, il tradimento c'è l'ha nel sangue. Già nell'aprile del 1945, l'Esercito tedesco (che Alexander Gauland - leader del Afd - vorrebbe riabilitare), ha tradito gli uomini della Repubblica Sociale Italiana, sottoscrivendo segretamente un accordo con l'esercito alleato per ritirarsi dal territorio italiano in sicurezza, Tradimento che porto alla consegna di sua Eccellenza Benito Mussolini, ad una banda di rinnegati rossi del nord, nella più assoluta viltà, visto che non fu messo in atto nessun tentativo di contrasto alla pretesa di quella banda di vili sbandati.  

La Petry, dopo aver evidenziato le divergenze interne al partito, ha motivato la sua decisione spiegando che, in quanto "partito anarchico" per come si è comportato nelle ultime settimane, l'Afd potrebbe avere successo all'opposizione ma non sarebbe in grado di offrire agli elettori un'opzione credibile di governo.  Petry ha spiegato come l'Afd,  con cui tutti gli altri partiti tedeschi si rifiutano di lavorare, dovrebbe essere pronto a unirsi a governi di coalizione, mentre gli altri leader hanno sottolineato che la formazione dovrebbe stare all'opposizione.
avatar
Admin
Admin

Numero di messaggi : 854
Data d'iscrizione : 23.09.08

http://liberapresenza.forumattivo.eu

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum